• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan-Inter, Diego Lopez: "Vincere per la svolta. Berlusconi come un papà"

Milan-Inter, Diego Lopez: "Vincere per la svolta. Berlusconi come un papà"

Il portiere spagnolo ha parlato della stracittadina in programma domenica sera


Diego Lopez (Getty Images)
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

20/11/2014 08:43

MILAN-INTER INTERVISTA DIEGO LOPEZ A CORRIERE DELLO SPORT / MILANO - Il portiere del Milan Diego Lopez ha rilasciato una lunga intervista al 'Corriere dello Sport' sulla news Milan del momento: il derby di campionato contro l'Inter in programma domenica sera. Ve ne riportiamo alcuni estratti:

IL DERBY - "Battere l'Inter è importante e non solo per i 3 punti. Una vittoria darebbe la svolta al nostro campionato. La squadra nerazzurra nel suo complesso fa paura, dovremo essere molto aggressivi. Per quanto mi riguarda può anche finire dieci a nove per noi. In gare come queste l’importante è vincere. E' la partita più importante dell'anno, come il Clasico in Spagna.Io  e Handanovic? Siamo simili".

LA SCELTA DEL MILAN - "La chiamata del Milan è stata una grande opportunità. E' successo tutto molto in fretta nella finestra di calciomercato estiva, ma avevo capito che era il momento giusto per fare quest'esperienza. Mi trovo molto bene, sono stato accolto benissimo. Sono venuto qui per aiutare la squadra a tornare a vincere. Voglio riportare il Milan in Champions League. E dire che nel 2005, ai tempi del Villarreal sarei già potuto arrivare al Milan... Borja Valero e Callejon hanno dimostrato che i calciatori spagnoli possono far bene in Italia".

BERLUSCONI - "Avere un presidente tifoso influisce in maniera positiva. Qui a Milanello sembra una grande famiglia e lui è il padre. Ci tratta con affetto".

CONFRONTO SERIE A-LIGA - "Non solo in Italia ma in nessuna parte del mondo ci sono due calciatori come Messi e Ronaldo. Leo è incredibile, ma Cristiano è il 'top' perché si è confrontato con diverse squadre. Qui il più forte è Tevez ma spero che lo diventi a breve Torres. Pallone d'Oro? Mi piacerebbe che fosse un portiere a vincerlo".

Entra a far parte della nostra cerchia, clicca G+




Commenta con Facebook