• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > TDM - Tattica del Mercato > TATTICA DEL MERCATO - Roma, Bruno Peres: il nuovo Maicon gioca in Serie A

TATTICA DEL MERCATO - Roma, Bruno Peres: il nuovo Maicon gioca in Serie A

L'analisi di Calciomercato.it sui protagonisti del mercato: occhi puntati sul laterale del Torino


Bruno Peres (Getty Images)
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

19/11/2014 16:07

TATTICA DEL MERCATO CALCIOMERCATO ROMA TORINO BRUNO PERES GARCIA SABATINI / ROMA - La Roma di Rudi Garcia sta facendo molto bene in questa prima parte di stagione. In campionato tallona la Juventus mentre in Champions League è in piena corsa per il passaggio agli ottavi di finale. Rudi Garcia ha trovato la chimica giusta anche se deve fronteggiare il problema degli esterni difensivi, che monopolizzerà il calciomercato Roma già a gennaio e nella prossima estate. Maicon, infatti, non si discute ma sta avendo diversi problemi fisici. Discorso differente per Ashley Cole dalla parte opposta: l’inglese non si è ancora adattato agli schemi del tecnico francese. Ecco perché Walter Sabatini sta sondando il mercato con attenzione. Uno dei nomi più interessanti è quello di Bruno Peres, laterale brasiliano del Torino. Secondo quanto appreso in esclusiva da Calciomercato.it, il giocatore è sotto stretta osservazione da parte del club giallorosso. Conosciamolo meglio tramite la nostra rubrica 'Tattica del Mercato'.

BIOGRAFIA - Bruno da Silva Peres nasce a San Paolo, in Brasile, il primo marzo 1990. Cresce nel settore giovanile dell'Audax San Paolo, squadra della sua città natale. Nel 2010 debutta come professionista nel Bragantino, club della Serie B brasiliana in cui gioca in prestito per alcuni mesi. Dopo un'altra parentesi in prestito nella cadetteria verdeoro (con la maglia del Guaranì) viene ceduto temporaneamente al Santos. Il tecnico Muricy Ramalho gli dà fiducia e Peres mette in fila 25 presenze e 2 reti, destando buone impressioni. Dopo il mancato trasferimento all'Internacional, il Santos decide di acquistarlo a titolo definitivo. L'arrivo di Cicinho dal Ponte Preta però gli chiude lo spazio da titolare e Peres raccoglie così poche presenze con la maglia del 'Peixe' che lo vende al Torino. In maglia granata approfitta dell'infortunio di Molinaro e, con Darmian spostato sulla fascia sinistra, prende possesso dell'out di destra regalando ottime prestazioni. Peres  non ha mai vestito la maglia della 'Seleçao', nemmeno a livello giovanile.

CARATTERISTICHE TECNICO-TATTICHE - Alto 1,78 per 72 kg, fisico compatto e normolineo, destro naturale. Bruno Peres è uno dei laterali emergenti del nostro campionato e ha le carte in regola per diventare una certezza. Il suo ruolo naturale è quello di esterno difensivo di destra. Può ricoprire indifferentemente la posizione di terzino in una difesa a quattro oppure di tornante in un centrocampo a cinque, grazie alle notevoli doti fisiche che gli permettono di coprire l'intera fascia senza problemi. Ha le caratteristiche tipiche del laterale brasiliano: fortissimo in fase di spinta e nell'uno contro uno, salta l'uomo con discreta facilità e sa mettere in area palloni interessanti grazie ad una buona visione di gioco. E' dunque abile nel servire assist ai compagni mentre in fase difensiva è da rivedere, ma sotto l'attenta gestione di Giampiero Ventura sta migliorando sensibilmente. E' dotato anche di una buona conclusione dalla distanza mentre pecca in continuità e in concentrazione.   

E' UN GIOCATORE ADATTO ALLA ROMA? - Per quanto ha fatto vedere finora, Bruno Peres è senza dubbio uno dei giocatori più interessanti del nostro campionato nel suo ruolo e sarebbe ideale per il gioco della Roma di Rudi Garcia che, come detto in apertura, ha qualche problema sugli esterni viste le condizioni fisiche di Maicon (non sempre ottimali) e le problematiche di ambientamento di Cole ed Holebas. Tuttavia è ancora presto per capire se Peres è all'altezza di un ambiente importante e di una società prestigiosa come quella giallorossa. Il ragazzo infatti ha doti tecniche indiscutibili, ma non è ancora 'esploso' a 24 anni già compiuti, palesando nelle precedenti esperienze problemi di personalità. Può essere, però, una scommessa intrigante in pieno stile Sabatini.




Commenta con Facebook