• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI ITALIA-ALBANIA

PAGELLE E TABELLINO DI ITALIA-ALBANIA

Cerci è troppo per Agolli. Sirigu pasticcia, Berisha para quasi tutto. Okaka decisivo


Alessio Cerci (Getty Images)
Antonio Russo (Twitter @tonyrusso93)

18/11/2014 22:46

ECCO LE PAGELLE DI ITALIA-ALBANIA

 

ITALIA

Sirigu 5 – Nel primo tempo non tocca praticamente mai palla. Nella ripresa tentando uno sciagurato e inutile dribbling per poco non regala all’Albania la palla del vantaggio. Non perfetto in diversi interventi. Svagato. Dal 72’ Perin s.v.

De Silvestri 5,5 – Gioca in un ruolo non suo, e si vede. Si rende protagonista di qualche sbavatura sicuramente evitabile. Nel primo tempo per poco non regala all’Albania il gol dell’1-0 con un errato appoggio.

Bonucci 6 – Guida con sicurezza la retroguardia azzurra. Preciso e sicuro in ogni intervento, tiene bene i veloci attaccanti albanesi. Dall’82’ Acerbi s.v.

Moretti 5,5 – Si concede diverse licenze offensive. Così come nel Torino va di frequente in appoggio al terzino oppure cambia fascia con un lancio. Nonostante sia all’esordio (il più vecchio nella storia dell’Italia a raggiungere questo traguardo) mostra grande sicurezza con i colori azzurri addosso. Nella ripresa si rende anche lui protagonista di una sbavatura abbastanza grave.

Cerci 7 – Gioca molto largo sulla destra e fa impazzire Agolli su quella fascia. Sui suoi piedi capita la prima palla gol del match. Costantemente il pericolo numero uno per la difesa albanese, si riprende l’Italia e il suo buon nome dopo il brutto avvio di stagione all’Atletico. Dal 77’ Gabbiadini s.v.

Aquilani 5,5 – Si abbassa tanto e scandisce i tempi di gioco degli azzurri. Col passare dei minuti si eclissa un po’ ed esce fuori dai radar del gioco della nazionale di Conte.

Parolo 6 – Va spesso dentro l’area per provare l’inserimento vincente. Scambia bene con Giovinco e di frequente prova a lanciare nello spazio Cerci. Buona prestazione.

Bertolacci 6 – A tratti si allarga molto sulla sinistra, quasi in posizione di esterno per poi convergere verso il centro. Prova la conclusione dalla distanza e gioca una partita diligente. Dal 70’ Bonaventura s.v.

Antonelli 6 – In fase di non possesso si abbassa tanto per formare una linea difensiva a quattro. Quando l’Italia attacca però si mostra molto propositivo. Purtroppo per lui viene poco assecondato dalla squadra che preferisce di più giocarla sulla destra a Cerci.

Giovinco 5,5Prova ad inventare gioco, dialoga con i compagni, soprattutto con i centrocampisti. Non gioca una gran partita e soffre la ferrea marcatura albanese. Cresce nella ripresa, ma si perde sempre nell’ultimo tocco. Dal 65’ Okaka 6,5 – Entra con la voglia giusta e si ritaglia subito una grande occasione da gol, purtroppo trova sulla sua strada un super Berisha. Nel finale firma, con la complicità di Salihi, il gol che decide l'incontro, a dimostrazione del grande momento che sta vivendo alla Samp.

Destro 5 – Duetta poco con i compagni, ma nonostante ciò riesce comunque a ritagliarsi qualche buona occasione. Nella ripresa cestina una clamorosa palla gol a tu per tu con Berisha. Dal 65’ Matri 5,5 – Avulso dal gioco azzurro, tocca pochi palloni e non riesce ad incidere.

All. Conte 6,5 – A tratti si vede un’Italia esplosiva e propositiva. Buon test per gli azzurri che mostrano di avere rincalzi all’altezza dei titolari. La strada imboccata sembra quella giusta. Un plauso particolare va ad Alessio Cerci che con i colori nazionali sembra ritornato quello apprezzato con i granata.

 

ALBANIA

Berisha 7 – Sempre sul pezzo, esce con i tempi giusti e nel primo tempo nega il gran gol a Bertolacci. Nel recupero della prima frazione compie un intervento da applausi su Cerci. Nella ripresa chiude a doppia mandata la propria porta. Ottimo portiere, deve solo migliorare sui rilanci.

Hysaj 6 – Tiene bene lo spauracchio Antonelli, ma non si fa notare molto in fase offensiva nel primo tempo. Meglio nella ripresa quando dà di frequente il raddoppio a Lila. Dal 74’ Ajeti s.v.

Cana 6,5 – Gestisce palla dalle retrovie e fa ripartire i suoi con lanci illuminanti. Tiene bene Destro e raramente gli fa toccare palla. Ottimo match del capitano albanese.

Mavraj 6,5 – Si francobolla a Giovinco e non lo lascia giocare. Non disdegna l’entrataccia quando serve, deciso ed efficace.  

Agolli 5Soffre molto la verve di Cerci su quella fascia. Ha grande propensione offensiva, ma sbaglia qualche aggancio di troppo.

Lila 6 – Resta molto basso e bada di più a difendere che ad attaccare. Su quel lato la palla gira poco e quindi lui non gioca molto. Meglio nella ripresa quando avanza il proprio raggio di azione. Dal 90’ Rama s.v.

Abrashi 6 – Tocca tanti palloni e gioca un match diligente. Rompe il gioco italiano e fa buona guardia su Bertolacci. Dal 71’ Shala s.v.

Kukeli 6,5 – Tiene bene Aquilani e non lo lascia giocare seguendolo ovunque. Offre alla propria nazionale geometrie semplici, ma efficaci. Dal 66’ Roshi 5,5 – Tocca pochissimi palloni e le continue interruzioni nell’arco del match di certo non lo aiutano.

Memushaj 6 – Gioca un buon match facendo filtro a centrocampo. Nella ripresa da calcio di punizione impegna seriamente Sirigu.

Lenjani 5,5 – Nella prima frazione di gioco prova a creare qualche grattacapo all’Italia, ma sempre in maniera confusionaria. Soffre anche lui maledettamente Cerci. Dall’86’ Balaj s.v.

Cikalleschi 6,5 – Gioca un po’ troppo lontano dalla porta in fase di non possesso, quando invece l’Albania ha la palla è eccessivamente isolato. Nel primo tempo però, sull’unica occasione che riesce a ritagliarsi su una sbavatura degli azzurri coglie il palo. Nonostante la sua nazionale faccia poco per mettere apprensione all’Italia lui comunque riesce a spaventare Sirigu. Dal 78’ Salihi s.v.

All. De Biasi 6 – La sua Albania è una buona squadra che può fare sicuramente bene nel girone di qualificazione agli Europei del 2016. I ragazzi di De Biasi si sono difesi con ordine per poi ripartire velocemente. Nota d’onore particolare per il portiere “italiano” Berisha che ha mostrato di essere davvero in gran forma.

Arbitro Harkham 6 – Non ci sono particolari episodi da segnalare. Perfettamente regolare il gol vittoria dell’Italia. Partita giocata in maniera pulita e corretta da parte dei giocatori scesi in campo questa sera.

 

TABELLINO

ITALIA-ALBANIA 1-0

ITALIA (3-5-2): Sirigu(dal 72’ Perin); De Silvestri, Bonucci(dall’82’ Acerbi), Moretti; Cerci(dal 77’ Gabbiadini), Aquilani, Parolo, Bertolacci(dal 70’ Bonaventura), Antonelli; Giovinco(dal 65’ Okaka), Destro(dal 65’ Matri). Perin, Rugani, Acerbi, Rossettini, Criscito, Sturaro, Bonaventura, Poli, Gabbiadini, Okaka, Matri. All. Conte.

ALBANIA (4-5-1): Berisha; Hysaj(dal 74’ Ajeti), Cana, Mavraj, Agolli; Lila(dal 90’ Rama), Abrashi(dal 71’ Shala), Kukeli(dal 66’ Roshi), Memushaj, Leniani(dall’86’ Balaj); Cikalleshi(dal 78’ Salihi). Frasheri, Shehi, Curri, Bulku, Kapllani, Rama, Vila, Shala, Salihi, Balaj, Vajushi, Ajeti, Roshi, Karabeci. All. De Biasi.

Arbitro: Alexander Harkam

Marcatori: 82’ Okaka (I)

Ammoniti: 

Espulsi:




Commenta con Facebook