• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Italia, Corriere.it attacca Buffon: "Si è trasfigurato nella Boldrini"

Italia, Corriere.it attacca Buffon: "Si è trasfigurato nella Boldrini"

La versione online del quotidiano milanese ha pubblicato un articolo destinato a far discutere


Buffon manca la sfera (Getty Images)

18/11/2014 13:01

ITALIA CORRIERE.IT ATTACCA BUFFON BOLDRINI / MILANO - La 'papera' di Buffon nella sfida tra Italia e Croazia non è passata inosservata agli editorialisti di 'Corriere.it', che oggi hanno pubblicato un articolo destinato a far discutere in merito alle ultime prestazioni del capitano della Juventus e della Nazionale. "Quando vedo entrare in campo il Buffon mi si trasfigura nella Boldrini (anzi no, Boldrini senza l’articolo determinativo femminile, il Buffon e Boldrini) - scrive Pierluigi Panza su 'Corriere.it' - spiego perché. Una volta il Gigi era proprio uno dei quei ragazzi da amici al bar, che metteva la maglietta Boia chi molla senza conoscerne il significato. Ma era un gatto tra i pali. Poi lo prese, con il maldischiena, anche una certa malinconia e iniziò la sua metamorfosi. Si convertì, un po’ superficialmente, al politically correct facendone la sua ragione sportiva. Che ora applica con la foga del convertito. Inizia il collegamento e lo vedi scherzare nel tunnel degli spogliatoi con gli avversari, specie con quelli che vorresti si slogassero la caviglia salendo i gradini. Poi incomincia a scherzare con il bambino per mano. Parte l’inno e lui lo canta con agitazione. Io mi commuovo quando sento l’inno, e la commozione mi fa chiudere gli occhi, interiorizzarlo. Lui no, sembra uno all’Oktober Fest che canta con il boccale davanti. Poi inizia la cerimonia di abbraccio con tutti, avversari, arbitro, invasore di campo…Pronti via, fa una bella parata. E cosa fa il Buffon convertito, rilancia? No, corre a cercare l’attaccante che ha tirato per complimentarsi con lui. Se c’è un angolo, di quelli che Piccinini definisce “mucchio selvaggio”, lui è in mezzo a ridere e a dare pacche sulle spalle. Poi i greci colpiscono e fanno gol. Tanto che importa, dice il Buffon? È un gioco. Così, con il Lecce faccio un dribbling mettendo in forse lo scudetto, con il Bayern prendo un gol al secondo minuto da trenta metri, con l’Olympiacos butto la palla in angolo perché intanto “ho pensato: è solo un angolo”, con l’Italia mi faccio passare il pallone tra le gambe, buffo no?".

M.Z.




Commenta con Facebook