• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > esclusivo > Roma, ESCLUSIVO Durante: "Non sono l'agente di Srna, ma fu vicino ad una big italiana"

Roma, ESCLUSIVO Durante: "Non sono l'agente di Srna, ma fu vicino ad una big italiana"

Calciomercato.it ha intervistato, in esclusiva, l'agente Fifa, esperto di calcio croato e sudamericano


Darijo Srna (Getty Images)
ESCLUSIVO
Daniele Trecca (@danieletrecca)

17/11/2014 15:43

CALCIOMERCATO ROMA ESCLUSIVO DURANTE SRNA / ROMA - Incentrato soprattutto sulla ricerca di terzini, il calciomercato Roma verrà per forza di cose influenzato anche dall'emergenza infortuni che attanaglia il club giallorosso. Uno degli ultimi nomi accostati al sodalizio capitolino è quello di Darijo Srna, laterale di destra e capitano di mille battaglie con la maglia dello Shakhtar Donetsk. Il suo nome è stato accostato in passato anche alla Juventus, ma per conoscere qualcosa di più sul conto del calciatore 32enne, Calciomercato.it ha intervistato l'agente Fifa Sabatino Durante, profondo conoscitore del calcio croato e molto vicino a Srna.

"Seguo da una vita Darijo, ma non sono il suo agente per l'Italia. Lo conosco benissimo, da prima che lo portassimo allo Shakhtar nel 2003. In passato è stato vicino al Milan, ma ora è molto difficile portarlo via perché il presidente è innamoratissimo di lui e guadagna cifre importanti. Inoltre credo che per età sia un profilo che non faccia al caso della Roma, visto che ha solamente un anno in meno di Maicon. Ritengo che noi italiani per risalire la china dobbiamo ritrovare il coraggio di puntare sui giovani".

Sabatino Durante ha poi raccontato un retroscena risalente al lontano 2002 e legato a Srna. "Era il 30 aprile e la Croazia giocò la sua ultima partita prima del Mondiale in Svezia. Darijo è nato il primo maggio e dopo la partita festeggiammo i suoi 20 anni con tutti i giocatori croati al 'Caffè Roma' di Stoccolma. Con noi c'erano anche Elmander Ibrahimovic, li proposi per 2 milioni di euro ad una big italiana, ma un dirigente mi rispose che Ibra 'non era buono a segnare nemmeno con il compasso'. Non mi chiedete il nome, tanto non ve lo dirò mai (sorride, ndr). L'affetto che mi lega a Srna è immenso. E' un ragazzo straordinario ed è stato a lungo compagno di stanza di Milan Rapaić. Lui era un mio assistito e lo ha aiutato molto a crescere. Dario per il presidente dello Shakhtar è un po' come Zanetti per Moratti, è difficile che possa muoversi. Per quanto riguarda la Roma - prosegue Durante a Calciomercato.it - credo sia un nome accostato ai giallorossi solo perché Sabatini ieri era allo stadio per Italia-Croazia. E lo stesso posso dire per Marcelo Moreno. Lo portai prima allo Shakhtar e poi al Werder Brema, ma alla fine lo lasciai perché deluse le aspettative. Quando lo presi era stato capocannoniere in Coppa Libertadores con 8 gol, ma poi in Europa si è perso. Questa con il Cruzeiro è la prima stagione buona che fa dopo anni. Non credo sia un profilo da Roma e penso che non ci sia niente di niente". 

 




Commenta con Facebook