• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Italia-Croazia, ESCLUSIVO Budan: "Conte è il fuoriclasse azzurro. Mercato? attenzione a Kramaric"

Italia-Croazia, ESCLUSIVO Budan: "Conte è il fuoriclasse azzurro. Mercato? attenzione a Kramaric"

L'ex attaccante croato, in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it, ha parlato in vista del match di domenica valido per le qualificazioni a Euro 2016


Budan in maglia croata
ESCLUSIVO
Gabriele Menegatti

14/11/2014 10:07

ITALIA CROAZIA ESCLUSIVO BUDAN, CONSIGLI PER GLI ACQUISTI / ROMA - Ha smesso piuttosto presto. Ha cominciato molto giovane. Le due carriere di Igor Budan, la prima sul campo, interrotta a 33 anni per una serie di problemi fisici, e poi quella da dirigente iniziata praticamente alla stessa età. 
Dai pantaloncini alla cravatta, dal terreno di gioco alla scrivania: la metamorfosi del centravanti è stata piuttosto rapida, intervallata anche da un periodo come team manager del Palermo, così, tanto per rendere meno brusco il distacco dal rettangolo verde.

Oggi il 'Budan 2.0' è vice Direttore Sportivo dello Spezia, segue attentamente il calcio e conosce bene le giovani promesse provenienti dalla sua terra d'origine.
Attaccante croato interprete di una carriera interamente dedicata al 'Bel Paese', da Venezia a Palermo, passando per tante altre località: 14 anni di pallone verdebiancorosso quasi equamente distribuiti tra nord, centro e sud, isola compresa: praticamente è stato adottato dal calcio nostrano.
E chi meglio di Igor Budan poteva introdurre la sfida tra Italia e Croazia? L'ex giocatore di Parma e Atalanta, intervenuto in esclusiva a Calciomercato.it, si è soffermato sull'incontro di domenica, valido per le qualificazioni a Euro 2016.

LA PARTITA - "Si affronteranno squadre molto forti, composte da calciatori di alto livello che giocano in grandi club: la qualità è quindi garantita. Anche se non sarà decisivo ai fini della qualificazione, perché mancano diverse partite, il match è importante per le due formazioni che avranno la possibilità di mostrare tutto il loro valore e proveranno a raggiungere la vetta della classifica. Mi aspetto - ha dichiarato Budan a Calciomercato.it - una bella cornice di pubblico a 'San Siro' per una sfida così affascinante. I risultati fin qui ottenuti nel girone dicono che, sulla carta, inizia avvantaggiata la Croazia, ma la storia e la tradizione sono dalla parte degli 'Azzurri'. Siamo in una fase di cambiamento e rinnovamento per entrambe le nazionali, vediamo cosa succederà nello scontro diretto".

CHI TEMERE DELLA CROAZIA - "Parto dal presupposto - ha proseguito Budan a Calciomercato.it - che Conte sa certamente meglio di me chi tenere d'occhio, però penso che nella Croazia ci sono nomi interessanti in ogni reparto, calciatori, alcuni cresciuti moltissimo, che stanno facendo bene nei loro club: Subasic, Lovren, Modric, Rakitic, Kovacic, Perisic, Mandzukic, tutti giocatori che militano nelle squadre più forti d'Europa. Kovac ha a disposizione una formazione di grande livello". 

IL PUNTO DI FORZA AZZURRO - "In questo momento credo che per la Croazia, l'avversario più tosto sia l'allenatore azzurro. La rosa italiana è importante ma il mister è il valore aggiunto. Conte ha grandi capacità sia tattiche che umane, riesce a caricare sempre i suoi ragazzi e prepara la partita nei minimi dettagli. È l'aspetto che mi preoccupa di più".

CONSIGLI PER GLI ACQUISTI - "Conosco molto bene l'attaccante Andrej Kramaric. Lo seguo da vicino perché il proprietario dello Spezia è legato al Rijeka, club croato in cui milita il ragazzo in questione. Chiunque deciderà - ha concluso Igor Budan a Calciomercato.it - di investire su questo calciatore non sbaglierà. L'ho visto molte volte dal vivo: da centravanti vi dico che Kramaric è pronto per il grande salto".




Commenta con Facebook