• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > > Inter, Thohir rivuole Moratti al suo fianco

Inter, Thohir rivuole Moratti al suo fianco

Il presidente nerazzurro prova a convincere l'ex patron a tornare


ErickThohir (Getty Images)
Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

13/11/2014 12:41

INTER THOHIR MORATTI AUMENTO CAPITALE / MILANO - C'è la sosta, poi il derby del 23 novembre. Una settimana calda, con in mezzo ancora molto altro, tante questioni fondamentali per il futuro interista. Messo da parte per un momento il tormentone Mazzarri, sempre al centro delle news Inter con le voci sul possibile esonero in caso di tracollo nella stracittadina milanese, l'assemblea dei soci del prossimo venerdì 21 novembre diventa inevitabilmente il primo step verso uno snodo decisivo per capire come andrà avanti la dirigenza nerazzurra, nell'immediato e non solo. Saranno nominati subito tre nuovi consiglieri per sopperire all'addio dei Moratti annunciato lo scorso 23 ottobre, che controllano sempre il 29,5% delle quote societarie. Una 'formalità', con l'assemblea che dovrebbe seguire una linea consolidata e senza scosse. Poi spazio al dopo-assemblea, con il passo successivo prevede il necessario aumento di capitale. E proprio a questo aumento, che viste le quote possedute verrebbe a costare circa 14 o 15 milioni di euro all'ex patron, Massimo Moratti non sembra intenzionato a partecipare. Non è un obbligo, certo, bensì un'opzione sulla quale sta riflettendo insieme alla famiglia per capire se intervenire assecondando la linea indonesiana o tirarsi ulteriormente, e magari definitivamente, indietro.

Uno scenario che preoccupa il presidente Erick Thohir che, secondo 'sportmediaset.it', starebbe spingendo per cercare di convincere l'ex presidente onorario a tornare e ad avvicinarsi ulteriormente alla squadra in questo momento difficile. Serve un uomo di riferimento, un dirigente di carisma che al momento manca in Corso Vittorio Emanuele II. Ed il tycoon indonesiano punta a limare le distanze e riavvicinare Moratti. Perché il distacco progressivo non ha giovato, è evidente, ed un definitivo passo indietro potrebbe aprire una vera e propria crisi gestionale tutt'altro che da augurare.




Commenta con Facebook