• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Altro > L’ALTRO CALCIO - Vialli e Amoruso: coppia vincente. Taglio fondi Coni: Sardegna minaccia blocco ca

L’ALTRO CALCIO - Vialli e Amoruso: coppia vincente. Taglio fondi Coni: Sardegna minaccia blocco campionati

La rubrica di Calciomercato.it che approfondisce la passione del calcio dilettantistico


Vialli ai tempi del Chelsea © Getty Images
Michele Furlan (@MicheleFurlan1)

11/11/2014 15:50

L'ALTRO CALCIO SERIE D SARDEGNA SECONDA CATEGORIA / ROMA -  Il calcio è passione, a qualsiasi livello. Il mondo del pallone non è costituito solamente dalla ricca cornice degli scenari professionistici. La sublimazione di questo sport la si trova anche dalla Serie D in giù, dove di soldi ne girano pochi ma di storie interessanti ce ne sono a volontà. Nuovo appuntamento per la rubrica di Calciomercato.it  alla scoperta di quello che abbiamo rinominato 'L’Altro Calcio', per dar visibilità anche a chi, mediaticamente, ne ha molta meno.

VIALLI E AMORUSO:  LA SETINA VINCENTE - La storia più interessante della settimana arriva dal Lazio e precisamente dalla Seconda Categoria, dove milita La Setina, squadra del comune di Sezze in provincia di Latina. La formazione pontina è allenata da Francesco Consoli, una vera istituzione locale conosciuto al pubblico come 'il Profeta'. Nella settimana conclusasi domenica, però, Consoli ha potuto avvalersi di 'collaboratori' di un certo spessore. Sotto il vigile occhio di 'Sky' infatti La Setina è stato guidato negli allenamenti da un duo d'eccezione formato da Gianluca Vialli e Lorenzo Amoruso che si sono divisi i ruoli: l'ex campione di Sampdoria e Juventus ha vestito i panni del direttore tecnico mentre il leggendario capitano dei Rangers si è seduto in panchina. Il motivo? Un reality show sul calcio dilettantistico che sarà sviluppato dall'emittente satellitare che ha voluto dunque seguire con attenzione la settimana dei calciatori de La Setina, fino alla partita di domenica con il Cos Latina. La gara, disputatasi sul campo neutro 'Lorenzo Giannandrea' di Latina, ha visto la vittoria della squadra allenata dall'inedita coppia Consoli-Amoruso, con l'occhio vigile di Vialli dalla tribuna. La partita ha avuto uno sviluppo degno di un avvincente show televisivo, con La Setina capace di portarsi in vantaggio, essere rimontata e ribaltare il risultato fino a fissare il 3-2 definitivo. Una vittoria che ha suggellato una settimana davvero speciale, sia per la squadra che per l'intero comune di Sezze.

TAGLIO FONDI DAL CONI: LA SARDEGNA SI RIBELLA - Meno 'allegro' il tira e molla tra la Figc del presidente Carlo Tavecchio ed il Coni di Giovanni Malagò. L'oggetto è il taglio dei fondi al calcio da parte del comitato olimpico Nazionale, con le cifre della manovra (si parla dell'80%) che devono ancora essere ratificate e sono argomento di discussione da parte dei vertici dello sport tricolore. Naturalmente chi potrebbe 'pagare' di più questa decisione è  il calcio locale e dilettantistico, che è solito attingere al Coni per il pagamento delle tante spese, tra cui anche quelle relative ai direttori di gara. A tal proposito il presidente del comitato regionale Sardegna Figc Lnd Andrea Delpin si è fatto sentire con veemenza, minacciando addirittura il blocco dei campionati. Delpin infatti ha dichiarato al sito ufficiale della Figc Sardegna : "Siamo preoccupati per una scelta che potrebbe avere gravi effetti sul mondo dei Dilettanti che è già fortemente colpito, se si considera la nostra regione, dalla crisi economica e dall'insularità. Un mondo che invece genera indotto ed è trainante per tutto lo sport. Con i colleghi dei vari Comitati Regionali si sta valutando addirittura il blocco dei campionati. E' una decisione clamorosa ma per difendere le nostre società da queste misure dobbiamo pensare anche ad azioni eclatanti. Spero però che prevalga la saggezza e si riveda la decisione tenendo alterato l'accordo di mutualità. Altrimenti le società rischiano, tra l'altro, di doversi accollare le spese arbitrali finora coperte dalla mutualità federale, con gravi ripercussioni". La partita è ancora aperta, ma il calcio dilettantistico non ci sta e vuole far sentire la propria voce. 




Commenta con Facebook