• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, Thohir: "Nessun ultimatum a Mazzarri. Acquisti? Spenderò al momento giusto"

Inter, Thohir: "Nessun ultimatum a Mazzarri. Acquisti? Spenderò al momento giusto"

Il presidente nerazzurro ha parlato del futuro dell'allenatore e non solo


Erick Thohir © Getty Images
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

10/11/2014 09:40

CALCIOMERCATO INTER INTERVISTA THOHIR LA REPUBBLICA MAZZARRI ACQUISTI / MILANO - All'indomani del pareggio casalingo della sua Inter contro il Verona (2-2), 'La Repubblica' pubblica oggi una lunga intervista al presidente nerazzurro Erick Thohir, che parla di calciomercato Inter, futuro Mazzarri, querelle con Ferrero e Christillin tanto altro. Ve ne riportiamo alcuni estratti:

BILANCIO E OBIETTIVI - "A un anno dal mio arrivo il bilancio è ottimo. Siamo tornati in Europa ed era il nostro obiettivo. Ora siamo al comando del girone, manca un punto per qualificarci. Sono un grande lavoratore e proverò a far tornare grandi l'Inter e la Serie A".

IL RAPPORTO CON MORATTI - "Tra di noi va benissimo. Siamo sempre in contatto, a Milano ci vediamo. Lui è sempre nel club, ha un 30% di quote, è un grande tifoso dell'Inter e ci aiuterà ancora. Ho enorme rispetto per lui: io al confronto sono niente. Anzi ho già detto che non riuscirò a eguagliare i suoi successi".

LE QUERELLE CON FERRERO E CHRISTILLIN - "Non sono alto, magro o bello. Mio padre mi ha insegnato che per avere rispetto bisogna dare rispetto. Non credo che gli italiani siano razzist ma non posso negare che ci siano singoli casi di mancanza di rispetto. Il presidente Ferrero si è scusato per lettera, dice che c'è stato un difetto di comunicazione. L'ho invitato a un incontro per conoscerci, per discutere di cose davvero importanti come il futuro della serie A. La Christillin? Non la conosco, spetta a lei fare qualcosa".

FUTURO MAZZARRI - "Non gli ho mai dato ultimatum, anche se a volte lo leggo. Credo nel progetto avviato con Mazzarri, lui può stare tranquillo perché sappiamo che per sviluppare un piano ci vuole tempo. Ma bisogna anche ottenere risultati. Se i prossimi saranno negativi, ne discuteremo tra noi".

ACQUISTI - "Il denaro è importante, ma non è fondamentale quanto la competenza, che ti fa arrivare dovunque e ti fa vincere. I soldi non sono mai abbastanza. La manovra di rifinanziamento del debito dell'Inter non ha precedenti in Italia e in Europa. Io tirchio? Da gennaio sono arrivati sette calciatori, con varie formule. Spenderemo ancora in futuro. Ora attendiamo verso febbraio le decisioni sul Fair Play Finanziario, poi capiremo come muoverci sul calciomercato. Top players in futuro? Aspettiamo. Il grande nome, da solo, non garantisce vittorie e per una squadra ci vuole stabilità. Spenderemo. Al momento giusto".




Commenta con Facebook