• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Udinese > Palermo-Udinese, Stramaccioni: "Basta parole, ora voglio i risultati. Di Natale non ci sarà"

Palermo-Udinese, Stramaccioni: "Basta parole, ora voglio i risultati. Di Natale non ci sarà"

Le parole del tecnico bianconero nella conferenza stampa della vigilia


Andrea Stramaccioni (Getty Images)

08/11/2014 11:29

PALERMO UDINESE STRAMACCIONI DI NATALE MURIEL / UDINE - Intervenuto nella consueta conferenza stampa della vigilia, il tecnico dell'Udinese Andrea Stramaccioni ha fatto il punto sulle ultime in casa bianconera in vista della trasferta di Palermo: "Affronteremo un Palermo che sta attraversando un grande momento. Non è solo euforia, ci sono anche grandi prestazioni frutto del lavoro sul campo. Le due sconfitte sono alle spalle, le abbiamo metabolizzate. Ora dobbiamo rispondere, ma non a parole, con i risultati. Il 'Barbera' è un campo difficile per tutti, ma c'è voglia di riscatto e vogliamo fare punti. Quando Badu, Guilherme e Allan sono stati bene hanno giocato. Le nostre grandi prestazioni sono passate anche da loro. Di Natale? Contro il Genoa ha subito una botta e non partirà per Palermo. Martedì si sottoporrà ad un test per cercare di recuperarlo per il Chievo. Possiamo giocare in modo diverso, ma questa squadra va verso una sua identità con le due punte. Vedremo. Thereau può giocare bene anche con Muriel. A Roma avevano fatto bene e propenderei per una continuità di lavoro. Muriel ha vissuto un periodo sfortunato con gli infortuni, ma ora sta bene e ha una grande chance".

Stramaccioni, poi, conclude: "Il presidente ci è sempre vicino. Un plauso a Zamparini e alla sua dirigenza che nonostante la retrocessione hanno continuato un progetto sportivo di crescita. Invidio la loro continuità di lavoro".

L.P.




Commenta con Facebook