• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma, Iturbe: "Non sono ancora un campione. Totti prima non mi sembrava buono..."

Roma, Iturbe: "Non sono ancora un campione. Totti prima non mi sembrava buono..."

L'esterno offensivo arrivato in estate ha parlato della sua situazione nella Capitale


Juan Manuel Iturbe (Getty Images)

07/11/2014 13:41

ROMA ITURBE / TRIGORIA - Juan Manuel Iturbe, ala della Roma, ha parlato ai microfoni della radio ufficiale giallorossa. Queste le sue dichiarazioni: "Sto bene, lavoro per fare tutto al meglio. Differenze con Verona? Sì, qui c'è tanto da fare, con tre impegni stagionali e non è facile giocare tutte queste partite. C'è più il fisioterapista che gli allenamenti... Diciamo che ho già preso tante botte nella mia breve carriera (ride, ndr). Perciò ho pensato che devo darle anch'io agli avversari, dato che mi sono fatto male alla gamba".

AVVIO STAGIONALE - "L'anno scorso la Roma già era troppo forte e quest'anno si è rinforzata. Keita ha vinto tanto, io non mi considero ancora un campione perché devo fare molto e ho 21 anni. Rudi Garcia capisce tanto. Abbiamo calciatori che hanno vinto tanto e sanno come si fa".

TONI - "Lui dice che posso diventare tra i primi cinque al mondo perché gli ho fatto fare tanti gol. Quando sono arrivato lì non ero maturo, non facevo le cose giuste per la squadra e lui mi ha parlato tanto: io l'ho ascoltato molto".

TRA VERONA E ROMA - "Il gioco è molto diverso tra le due squadre. A Verona ho imparato a difendere, cosa non facile per un attaccante".

GIOCATORE PREFERITO - "Da piccolo guardavo tanto Ronaldinho, quando vinceva tutto. Seguivo quel Barcellona che ha vinto ogni cosa".

COMPAGNI DI REPARTO - "Gervinho ha nella corsa la miglior qualità; Totti è un grande uomo, dentro e fuori dal campo; Destro non parla tanto ma segna; Borriello è un grande calciatore che quest'anno non ha giocato tanto ma penso che se giocherà farà bene per noi perché darà tutto per il bene della Roma. Io? Adesso sono una pippa! Ljajic è un grande giocatore e Florenzi è un jolly".

TOTTI - "Quando non ero alla Roma non mi sembrava un uomo buono, ma quando sono venuto qui mi sono reso conto che è una grande persona".

OBIETTIVI - "Lo Scudetto? Magari. Stiamo lavorando per vincerlo. So dov'è il Circo Massimo..."

M.T.




Commenta con Facebook