• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Altro > Serie A, i tifosi del Milan i più scaramantici: 'battute' Napoli e Inter

Serie A, i tifosi del Milan i più scaramantici: 'battute' Napoli e Inter

Una ricerca realizzata da Betfair indaga sulle superstizioni dei sostenitori italiani


Tifosi Milan (Getty Images)

06/11/2014 16:00

SERIE A SCARAMANZIA BETFAIR / ROMA - Sono i tifosi del Milan i più scaramantici della Serie A: una simpatica indagine realizzata da Betfair (Clicca qui per andare su Betfair), mostra come i tifosi rossoneri 'battono' quelli del Napoli, da sempre indicati come quelli più superstiziosi. L'indagine è stata realizzata per il lancio del Cash Out,  il prodotto esclusivo che permette di incassare la propria scommessa durante la partita (senza dunque dover attendere la fine dell’evento... e senza rifugiarsi dietro a rituali ed amuleti!).  

Ebbene il 78% dei tifosi del Milan si dichiara supertiziosi, contro il 67% dei sostenitori del Napoli e il 56% di juventini e interisti. Tra i tifosi delle big di Serie A, quelli meno scaramantici sono i sostenitori della Roma (40%). 

A livello regionale, è la Lombardia a presentare il maggior numero di tifosi superstiziosi (83%), seguita da Campania e Puglia. Il minor numero di scaramantici si trova invece in Basilicata. Ma quali sono i riti più utilizzati? Il 44% si siede sempre allo stesso posto, il 18% guarda la partita sempre con le stesse persone e il 10% indossa sempre gli stessi vestiti. 

Usufruisci subito dell'incredibile Bonus di Betfair: 5 euro subito più  un rimborso del 50% sulla prima giocata fino a 50 euro, indipendentemente dall'esito! CLICCA QUI PER ANDARE SU BETFAIR

E RICORDATI DI GIOCARE RESPONSABILMENTE E CHE IL GIOCO E' VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

 




Commenta con Facebook