• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > esclusivo > Mercato Inter, ESCLUSIVO D'Agostino: "Sinisa è pronto. Non andai al Real perché..."

Mercato Inter, ESCLUSIVO D'Agostino: "Sinisa è pronto. Non andai al Real perché..."

Il centrocampista ex Udinese e Fiorentina ai microfoni di Calciomercato.it


Sinisa Mihajlovic(Getty Images)
ESCLUSIVO
Giorgio Elia

06/11/2014 10:40

MERCATO INTER D'AGOSTINO SU POSSIBILE ARRIVO DI MIHAJLOVIC / MILANO - Vicissitudini societarie, risultati che non arrivano e giocatori ancora alla ricerca del loro smalto. Un quadro che dipinge un avvio di campionato tutt'altro che da incorniciare per l'Inter, con il tecnico Mazzarri finito sotto l'occhio del ciclone della tifoseria. Tante critiche all'allenatore con parte del pubblico nerazzurro che sogna per il prossimo anno il ritorno di Mihajlovic, protagonista invece di una stagione sorprendente alla guida della Sampdoria. A tessere le lodi del serbo Gaetano D'Agostino suo vecchio giocatore alla Fiorentina il quale, ai microfoni di Calciomercato.it, indivia però anche la natura dei mali del'Inter: "Alla Samp il mister sta avendo la possibilità di dimostrare lo spessore del suo lavoro e la sua capacità di gestione del gruppo, cosa che non aveva potuto fare quando allenava la Fiorentina. In quella circostanza infatti lui ereditava una squadra che aveva fatto benissimo con Prandelli, aspetto che avrebbe reso difficile il compito a chiunque. Può risolvere i problemi dell'Inter? Premette che Mihajlovic con il suo carattere e la sua forza potrebbe lavorare in qualsiasi club, ma non penso che il problema dei nerazzurri sia Mazzarri. Non dimentichiamoci che questo club ha vinto negli ultimi anni solo nella gestione Mourinho, nonostante i tantissimi giocatori di alto livello ingaggiati. Questo mi fa pensare che quello dell'Inter non sia un problema di gestione da parte dell'allenatore, ma legato all'ambiente nel quale si lavora".
 
Proprio nella Fiorentina brilla il suo ex compagno Babacar…
"Credo che questo ragazzo abbia fatto un percorso giusto, raccogliendo adesso i frutti delle sue scelte. Per lui è stato importante la giacchetta in sere B e soprattutto la possibilità di lavorare in un ambiente sano come quello di Modena con un grande allenatore come Novellino. E' chiaro poi che ci sono anche grossi meriti da parte del settore giovanile della Fiorentina, ma è chiaro che senza questo tipo di percorso forse oggi non saremmo qui a parlare dell'affermazione in A di questo ragazzo".
 
Oggi lei gioca nella Fidelis Andria. Erano fondate le voci passate di un suo passaggio al Real Madrid?
"Sì, avevo la possibilità di andare al Real Madrid. Era nata una trattativa con l'Udinese che poi però si interruppe per l'alta richiesta dei friulani che chiedevano anche dei giocatori del vivaio dei madrileni. Comunque poi sono andato in una grande squadra come la Fiorentina, ma quello in Spagna non è stato l'unico treno mancato. Sempre in quell'estate infatti era ancora più concreta l'ipotesi di passare alla Juventus, così come in passato fui vicino al Napoli allenato da Donadoni".
 
 
 



Commenta con Facebook