• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Primo Piano > FIGC, Tavecchio: "Conte uomo meticoloso, scelta giusta. Porte aperte a Thohir"

FIGC, Tavecchio: "Conte uomo meticoloso, scelta giusta. Porte aperte a Thohir"

Il presidente della Federcalcio ha parlato dei suoi primi mesi di mandato


Carlo Tavecchio (Getty Images)
Matteo Zappalà (@matteobegbie)

04/11/2014 14:56

FIGC FEDERCALCIO ITALIA TAVECCHIO CONTE / ROMA - Intervenuto sulle frequenze di 'Radio Crc', il presidente della FIGC Carlo Tavecchio ha parlato dei suoi primi mesi di mandato, delle ultime news Italia e dell'ingaggio di Antonio Conte come ct, vero e proprio colpo di mercato della sua gestione.

CONTE - "Abbiamo dato a Conte il compito di presiedere tutte le attività federali, dalla prima squadra fino all'ultima. E' una persona meticolosa, preparate e tenace. Dobbiamo dargli tempo per vedere i risultati, del resto ha disputato quattro partite e portato a casa quattro vittorie, sta girando l'Italia metro per metro per fare addirittura attività di scouting".

SETTORE GIOVANILE - "Bisogna avere fiducia, siamo un'organizzazione che ha un milione e duecentomila tesserati dei quali settecentomila under 18, il che significa avere un mare di giovani disposti a dare il loro contributo. Bisogna investire sul settore giovanile e noi lo stiamo facendo come indirizzo strategico federale con centri di formazioni che attraverso la Lega dilettanti sono stati importati uno per Regione e questi dovrebbero essere punti di riferimento, come hanno fatto i modelli tedeschi. Naturalmente questo va accompagnato da una normativa che preveda una difesa dei giovani italiani in campo perché se dall'estero entrano tutti i calciatori senza curriculum, noi diventiamo una zona franca. Esiste una normativa inglese, per esempio, che prevede di avere un curriculum per giocare nel mondo professionistico. 

TROPPI STRANIERI - "Abbiamo fatto diversi tentativi in sede europea per individuare la specificità del gioco del calcio e presentato un'interpellanza. Se questa verrà accolta si potranno usare non più di cinque giocatori stranieri. Ma è difficile".

RIFORME FEDERALI: ROSE RIDOTTE - "La priorità al momento è di inquadrare bene le riforme, intanto dobbiamo stabilire le rose delle società, o ci adeguiamo ai canoni europei o abbiamo rose di 40-50 calciatori. In realtà le rose europee sono di 25 calciatori. Poi abbiamo la madre di tutte le battaglie per la riduzione delle società professionistiche perché il Coni tende  diminuire i contributi e lo Stato fa spending review. Dobbiamo rivedere le posizioni di tutti i club in funzione dei diritti televisivi".

INVESTITORI STRANIERI - "Se, come Thohir, spendono 100 milioni cash e garantiscono per 300, bisogna sempre spalancare le porte".




Commenta con Facebook