• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Estero > Punto Russian Premier League, risultati e classifica dodicesima giornata

Punto Russian Premier League, risultati e classifica dodicesima giornata

Lo Zenit San Pietroburgo batte il CSKA Mosca e va in fuga. Prime gioie per Alenitchev


Villas-Boas (Getty Images)
Andrea Corti (Twitter: @cortionline)

04/11/2014 12:07

PUNTO RUSSIAN PREMIER LEAGUE RISULTATI CLASSIFICA / MOSCA (Russia) – Dopo dodici turni la Russian Premier League ha già un padrone assoluto, che difficilmente si farà sfuggire la vittoria finale: in questi primi mesi di campionato lo strapotere dello Zenit San Pietroburgo è stato troppo netto per lasciare aperta la porta a possibili sorprese, nonostante a tratti le fatiche della Champions League si siano fatte sentire. I ‘Vagabondi’ da questo weekend sono ufficialmente in fuga, grazie all’importantissima vittoria sul campo dei campioni uscenti e secondi in classifica del CSKA Mosca. A decidere la sfida è un gol di Javi Garcia nei primi minuti, e visti anche i valori tecnici complessivi la sensazione è che la squadra di Slutsky difficilmente riuscirà a mettere i bastoni fra le ruote alla compagine di proprietà della Gazprom. Dopo un match tutt’altro di spettacolare il gap fra Zenit e CSKA sale infatti a sette punti, per quella che sembra una fuga conclamata.

TERZA FORZA – Villas-Boas, inoltre, festeggia anche per la battuta di arresto della terza in classifica: il Krasnodar viene rimontato e battuto dal Mordovia Saransk, e vede salire il suo distacco dalla vetta a 11 lunghezze. Anche la Dinamo Mosca, che ha una partita da recuperare, cade rovinosamente nel derby contro la Lokomotiv: dopo essere stata in vantaggio per 0-2 l’ex squadra della Polizia sovietica perde 4-2, vedendo svanire le ambizioni di alta classifica in maniera forse definitiva.

LE ALTRE – Tra Kuban Spartak Mosca vince lo spettacolo, con un rocambolesco 3-3 che impedisce però a entrambe di spiccare il volo verso l’alta classifica. Ne approfitta il Terek Grozny, che batte l’Ufa di Igor Kolivanov e aggancia il quarto posto. Se l’ex Foggia si lecca le ferite, un’altra vecchia conoscenza del nostro calcio finalmente esulta: l’Arsenal Tula allenato da Dmitri Alenitchev, trequartista che lasciò ben poche tracce di sé nella Roma di Zeman e Capello e nel Perugia alla fine degli anni novanta prima di andare a vincere tutto con il Porto di Mourinho, ottiene infatti la prima vittoria in campionato sul campo della sempre più disperata Torpedo Mosca. Un successo che arriva pochi giorni dopo quello, ben più clamoroso, sul campo dello Zenit in Coppa di Russia che ha estromesso la squadra di Villas-Boas dalla competizione.

 

RISULTATI

Terek Grozny-Ufa 1-0: 47’ Bokila;  

Rubin Kazan-Amkar Perm 1-1: 90’ Karadeniz (RK), 90’+2 Jovicic (A);   

Torpedo Mosca-Arsenal Tula 0-1: 48’ Maloyan;

Kuban-Spartak Mosca 3-3: 11’ Tasci (S), 48’ e 56’ Oliseh (K), 61’ e 65’ Kallstrom (S), 68’ rig. Popov (K);

Mordovia Saransk-Krasnodar 2-1: 38’ Joaozinho (K), 56’ rig. e 76’ Lomic (M);  

Lokomotiv Mosca-Dinamo Mosca 4-2: 37’ Ionov (D), 50’ Dzsudzsak (D), 58’ N’Doye (L), 60’ Samedov (L), 66’ Kasaev (L), 85’ Pavlyuchenko (L);

CSKA Mosca-Zenit 0-1: 7’ Garcia;             

FK Rostov-Ural 1-0: 3’ Poloz.

CLASSIFICA

Zenit San Pietroburgo 32 punti, CSKA Mosca 25, Krasnodar 21, Terek Grozny 21, Kuban 21, Rubin Kazan 20, Dinamo Mosca* 19, Spartak Mosca 19, Lokomotiv Mosca 19, Mordovia Saransk 14, Ufa 12, Amkar Perm* 11, Ural 10, FK Rostov 8, Torpedo Mosca 6, Arsenal Tula 5.

*: una partita in meno.




Commenta con Facebook