• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, Fassone: "Mazzarri? Nessuna emergenza allenatore, ma c'è insofferenza"

Inter, Fassone: "Mazzarri? Nessuna emergenza allenatore, ma c'è insofferenza"

Il direttore generale dei nerazzurri parla anche della sconfitta contro il Parma


Walter Mazzarri © Getty Images
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

02/11/2014 23:48

CALCIOMERCATO INTER FASSONE MAZZARRI / MILANO - Dopo la sconfitta contro il Parma, in casa Inter c'è aria di burrasca. Il tecnico dei nerazzurri Walter Mazzarri è nel mirino dei tifosi, ma Marco Fassone alla 'Domenica Sportiva getta acqua sul fuoco: "Nei primi 25 minuti del secondo tempo abbiamo fatto bene e andati vicini al pareggio. Comunque non dobbiamo cercare alibi, ma fare una disamina più ampia non ristretta alla partita di ieri, ma guardare al totale delle gare fatte fin qui: il bilancio è in chiaroscuro, bene in Europa League mentre in campionato abbiamo fatto alcune partite molto bene ed altre meno.Certamente 15 punti in 10 giornate è una media più bassa di quella che ci aspettavamo. C'è un livellamento verso il basso del nostro campionato: ora ci attende un ciclo di tre partite, tra cui Milan e Roma che potrebbe rivoluzionare". 

MAZZARRI - "Non c'è un'emergenza allenatore. L'insofferenza c'è ed è generale: veniamo da stagioni così e così e ci si aspetta di tornare ai livelli che il nostro blasone richiederebbe. Abbiamo però ampi margini di crescita". 

FAIR PLAY FINANZIARIO - "E' un grande problema, perché ci costringe a gestire le nostre operazioni con un'attenzione all'equilibrio tra entrate e uscite. Procedimento Uefa? Andremo ad argomentare il piano di sviluppo della società: negli ultimi tre anni abbiamo sicuramente sforato dai parametri Uefa e proveramo ad argomentare gli sforzi finora fatti (ad esempio la riduzione del monte stipendi) e come già quest'anno la società inizierà a produrre". 

THOHIR E MORATTI - "Tra i due i rapporti sono di estrema cordialità e credo si sentano quotidianamente. L'uscita di Moratti può avere avuto un effetto sulla squadra, speriamo ora sia passato. Siamo comunque in una fase di transizione e sappiamo che è un percorso non facile. Un ritorno di Moratti? Dovessi scommettere io, questo equilibrio azionario sia destinato a rimanere ancora un po'". 

THOHIR - "C'è amarezza per gli insulti ricevuti. Per gli stranieri a volte è incomprensibile quello che per noi è una battuta". 

ROLANDO - "E' un calciatore che ci conosce e ci piace molto. Non mi sbilancio con una percentuale, ma dico che potrebbe tornare. Mercato? Se è necessario non ci tireremo indietro e qualcosa faremo". 




Commenta con Facebook