• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan-Palermo, Inzaghi: "E' una batosta che fa male. Responsabilità mia"

Milan-Palermo, Inzaghi: "E' una batosta che fa male. Responsabilità mia"

Il tecnico della formazione rossonera commenta la sconfitta di questa sera


Filippo Inzaghi (Getty Images)
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

02/11/2014 23:08

MILAN PALERMO INZAGHI / MILANO - Non si aspettava di certo di uscire con una sconfitta così netta dal match contro il Palermo: Pippo Inzaghi prova a spiegare la disfatta del Milan ai microfoni di 'Sky'. "Non è stata serata da incubo, questo è il calcio - le sue parole - . Avevo detto che sarebbe stata una partita difficile: non siamo partiti male, potevamo passare in vantaggio e sarebbe stato un altro match. Poi loro hanno trovato il gol ed è cambiato tutto. Faccio mea culpa, sono il primo responsabile di questa partita persa: la guarderò con calma e poi ci rimbocchiamo le maniche". 

SERATA NO - "Il Milan finora ha fatto cose positive, questa sera no: capita, nell'arco di una crescita ci possono stare dei periodo così. Ci dispiace, a volte prendere una scoppola fa bene: tante squadre faticano e noi non potevamo pensare di non farla mai. Hanno meritato di vincere". 

CRESCITA - "Mi aspettavo fosse difficile riportare il Milan ad un certo livello: siamo partiti bene, sorprendendo un po' tutti. A volte non sappiamo reagire, ma tutto serve per crescere. Difensivamente abbiamo sofferto, ma questo significa che tutta la squadra non ha lavorato bene. Abbiamo perso Alex, Zapata ha avvertito subito un dolorino: tutte queste cose ci hanno fatto fare meno bene. Il responsabile però è l'allenatore: ora cercherò di capire cosa ho sbagliato, ma questa squadra deve essere lasciata crescere. E' una batosta che fa male, ma ci rialzeremo". 

ASSENZA DI REAZIONE - "Mancanza di reazione? Sì, abbiamo avuto poca forza di reagire. Poi con i cambi ho provato a inserire tutte le punte, ma qualcosa mancava. Forse abbiamo accusato la terza partita in sette giorni. Fino a stasera avevamo fatto bene, eravamo terzi: ora siamo scivolati dietro, ma sabato abbiamo l'occasione di sfidare la Samp e tornare al posto giusto". 

TERZO POSTO - "Non mi ero mai illuso, ho avuto sempre i piedi ben piantati a terra. I giocatori stanno dando tutto, oggi è stata una giornata difficile: ora dobbiamo andare avanti, alla fine il lavoro pagherà. Mi dispiace aver fatto un passo indietro. Per il terzo posto è ancora presto". 




Commenta con Facebook