• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Parma > Parma-Inter, Donadoni: "Il giusto premio. Società sempre vicina alla squadra"

Parma-Inter, Donadoni: "Il giusto premio. Società sempre vicina alla squadra"

La formazione ducale ritrova la vittoria dopo sei sconfitte consecutive


Roberto Donadoni (Getty Images)
Giorgio Musso (Twitter: @GiokerMusso)

01/11/2014 22:58

PARMA INTER DONADONI / PARMA - Torna a sorride il Parma. Il 2-0 rifilato all'Inter permette alla squadra di Roberto Donadoni di interrompere la serie negativa e lasciare l'ultimo posto in classifica: "Non è stata la miglior partita, anche se ragazzi hanno fatto il massimo anche stasera. Ci sono state anche altre gare di spessore, dove avevamo perso alla fine o siamo stati sfortunati. Hanno racolto un premio giusto per come stavano soffrendo: hanno messo volontà e determinazione di fronte ad una grande squadra come l'Inter - ha dichiarato il tecnico emiliano a 'Sky Sport' - Io vicino all'esonero alla vigilia? Solo sciocchezze, sono discorsi che si fanno, non è stata questa la motivazione che ha spinto i ragazzi. Abbiamo sempre pensato a lavorare e a risolevvarci il prima possibile. Ma ancora c'è tanta strada da fare, è un risultato importantissimo, ma è ancora lunga. Vogliamo migliorare la nostra classifica".

DE CEGLIE GOLEADOR - "La società non ci ha mai fatto mancare nulla, per questo non direi che è in difficoltà. Ringraziamo il presidente, la sua famiglia e il direttore Leonardi. De Ceglie goleador? Faccio fatica a ricordarlo in questa ottica, continuo a martellare lui e i suoi compagni: se non si va in area di rigore, si fa fatica a fare gol. Le ho vissute io da calciatore queste cose, oggi ha fatto quello che gli ho chiesto e i risultati si sono visti.  Lodi, Cassano, Mirante e Lucarelli sono i nostri pilastri, faccio perno soprattutto su di loro in certi momenti".




Commenta con Facebook