• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-ROMA

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-ROMA

Nessun peggiore in campo tra gli azzurri. Nainggolan si salva tra i giallorossi


Il gol di Higuain in Napoli-Roma (Getty Images)
dall'inviato Antonio Papa

01/11/2014 17:19

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-ROMA / NAPOLI - Ecco i voti della partita di campionato fra Napoli e Roma.

NAPOLI

Rafael 6 - Impegnato poco, quando viene chiamato in causa se la cava egregiamente.

Maggio 6,5 - Per sua fortuna Gervinho gravita di più sull'altra zona del campo, lasciandogli più libertà di affondare. Lo fa con costanza, mettendo in mezzo anche cross interessanti.

Albiol 6 - Un disimpegno agghiacciante all'inizio, poi si dà un'assestata e non fa passare più nulla. 

Koulibaly 7,5 - Un muro invalicabile, con il fisico, con la tecnica e anche con l'anticipo. Nella ripresa si toglie anche lo sfizio di una cavalcata epica, che termina con il perfetto assist a Callejòn, che però sbaglia tutto. Fra i migliori in assoluto. 

Ghoulam 6,5 - Al primo minuto becca una combinazione millimetrica con Insigne e trova un gran bel gol, ma l'arbitro annulla per fuorigioco. Poi si occupa soprattutto di tenere a bada Gervinho, raddoppiando spesso Koulibaly.

David Lopez 6,5 - Centrocampista che fa sentire il suo peso lavorando soltanto sottotraccia, dà un'intensità enorme al centrocampo e fa giocare più tranquillo anche il compagno di reparto. Lascia il campo per infortunio, altrimenti ormai Benìtez non lo toglierebbe più. (Dal 78' Inler sv)

Jorginho 6,5 - Intelligente e lucido al punto di giostrare anche da vice-Hamsik quando lo slovacco lascia il campo. Spreca pochi palloni, risente molto della fase in cui domina la Roma ma riesce comunque ad uscire a testa alta. 

Callejòn 7 - Come sempre gioca a nascondino, sbuca dal nulla quando ormai non te lo aspetti più. Una traversa clamorosa dal limite, un paio di azioni sprecate in malo modo, una delle quali grida ancora vendetta: troppo lezioso il pallonetto a De Sanctis, lì l'azione si chiude e con essa la partita. E poi la firma sul match con un tocco ravvicinato che gli consente di staccare ulteriormente gli inseguitori nella classifica cannonieri. Bomberòn. 

Hamsik 6,5 - Occupa una zona di campo piuttosto circoscritta, sacrificandosi meno del solito in copertura, ed è lì che riesce a liberare meglio il suo estro. Nel primo tempo strappa applausi con aperture intelligenti, su tutte un esterno panoramico che mette Callejòn a due passi dal portiere. Cala vistosamente nella ripresa, giusto il cambio. (Dal 65' Gargano 6,5 - Ingresso prezioso per fare filtro nella fase più complicata della partita, ci mette tutta la sua vis pugnandi e funziona).

Insigne 7,5 - Ispiratissimo, punta l'uomo costantemente e altrettanto spesso riesce a saltarlo creando una situazione pericolosa. Lancia Higuaìn per l'1-0, apertura sensazionale a fine primo tempo con l'argentino prima e Hamsik poi che sprecano malamente. Oggi è lui che fa la differenza.(Dal 71' Mertens 6,5 - Altro cambio molto positivo, il belga come sempre entra freschissimo e ravviva la gara, come sa fare solo lui. Nell'ultima mezz'ora è davvero fra i primi al mondo).

Higuaìn 7,5 - Il Napoli parte a mille all'ora, lui parte a mille e uno. Al pronti-via un pallone al centro che lui trasforma nel modo più spettacolare, con una sforbiciata che beffa De Sanctis. Poi l'assist perfetto a Callejòn, con quell'esterno a tagliare la difesa in due che è ormai marchio di fabbrica. Quando è in questa condizione mentale è difficile togliergli il pallone.

All. Benìtez 7 - La partita perfetta, quella in cui va tutto liscio come dovrebbe sempre andare, è proprio la partita più importante di tutte. Gol ad inizio match, poi gestione sapiente del pallone e del gioco, sofferenza fisiologica ad inizio ripresa e poi il colpo del ko, quando la Roma non poteva più farci nulla. Ecco, se si può trovare un difetto al Napoli di oggi è quello di non averla chiusa prima. 

ROMA

De Sanctis 6 - Incolpevole su entrambi i gol, un paio di parate importanti che evitano che la partita si chiuda prima. 

Torosidis 5 - L'Insigne migliore della stagione lo fa ammattire, supportato anche da un Ghoulam propositivo. Gli avversari gli sbucano dappertutto, è costretto a fare gli straordinari in difesa e quando - raramente - riesce a trovare il fondo spreca in malo modo. Giornataccia. (Dall'83' Ljajic sv)

Manolas 5 - A lui è delegato più il compito di fare la guardia in seconda battuta, vuoi anche per la posizione, visto che gli azzurri giocano più sull'altro lato. Molto più impegnato nella ripresa, quando si ritrova spesso in uno contro uno con Higuaìn. Infilato anche lui sul 2-0. 

Yanga-Mbiwa 5 - Il duello con Higuaìn prova a buttarlo sul fisico, con risultati altalenanti. Imbarca anche da Callejòn, che più di una volta gli compare alle spalle e rischia di far male. Nella ripresa si dà una sistemata e regge bene per 40 minuti, poi il timbro dello spagnolo vanifica tutto. 

Holebas 5 - Prova a farsi largo con gomiti e trucchi del mestiere in una situazione parecchio intricata, con Maggio e Callejòn in gran giornata. Fa quel che può, ma in una situazione del genere non è abbastanza. 

Pjanic 5 - Fra i più attesi alla vigilia, il Pianista sembra zampettare svogliatamente sulle note basse, senza ai una variazione di ritmo. Giornata no, con ripercussioni evidenti sul gioco della squadra, che quando non conta della sua fantasia ne risente terribilmente. 

Keita 5,5 - Mossa un po' a sorpresa dell'immediato prepartita, da vertice basso della mediana dovrebbe occuparsi di Hamsik e di far ripartire l'azione prendendo palla dai difensori. Meglio nella seconda attività, la prima oggi era abbastanza complicata.

Nainggolan 6 - Picchia come un fabbro (calcisticamente parlando, ovvio), cerca il pallone con grande intensità e non disdegna l'intervento duro. L'ultimo a mollare, a fine partita si ritrova a fare il terzino destro senza battere ciglio. 

Florenzi 5,5 - Agisce più che altro da centrocampista aggiunto, come spesso gli accade quando ha di fronte squadre che fanno un gran lavoro sulle fasce. Dà una mano a contenere Callejòn, ma perde di lucidità in fase conclusiva. (Dal 63' Iturbe 5,5 - Dovrebbe cambiare le sorti del match, entra in realtà nella fase in cui il Napoli stava riguadagnando campo, e non riesce ad incidere).

Totti 5 - Sembra appesantito, non riesce mai a trovare la posizione, asfissiato com'è dai centrali azzurri, che si occupano soprattutto di non fargli toccare palla, con il fisico e più spesso con l'anticipo. (Dal 63' Destro 5,5 - Pochissimi palloni giocabili, non cambia l'inerzia della gara)

Gervinho 5,5 - E' vero, va ad intermittenza e non riesce a sprigiona raramente la sua potenza, ma per tutta la partita dà la sensazione di essere l'unico in grado di cambiare le sorti del match. Non ci riesce, ma non aveva grande appoggio dai compagni. 

All. Garcia 5 - Fin dall'ingresso in campo si capisce che aria tirerà al San Paolo. Primo tempo in balia totale degli avversari, seconda frazione con venti minuti in leggera ripresa, poi il tracollo finale. La sensazione è stata di una Roma in netta difficoltà, vuoi anche per le assenze ma anche per la maggior concretezza degli avversari.

 

Arbitro Tagliavento 6 - Poco da segnalare nella sua direzione di gara. Gestisce senza patemi d'animo una partita che rischiava di poter diventare complicata, ma i calciatori sono stati bravi ad aiutarlo nel tenere i toni sempre moderati.

 

TABELLINO

NAPOLI-ROMA 2-0

NAPOLI – Rafael; Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Jorginho, David Lopez (dal 79’ Inler); Hamsik (dal 65’ Gargano), Insigne (dal 72’ Mertens), Callejòn; Higuain.
A disposizione: Andujar, Colombo, Henrique, Britos, De Guzman, Mesto, Michu, Radosevic, Zapata. All: Benitez.

ROMA – De Sanctis, Torosidis (dall’84 Ljajic), Manolas, Yanga-Mbiwa, Pjanic, Keita, Nainggolan, Gervinho, Totti (dal  64 Destro), Florenzi (dal 64’ Iturbe).
A disposizione: Skorupski, Cole, De Rossi, Paredes, Ucan, Somma, Emanuelson, Calabresi, Sanabria. All. Garcia.

Arbitro: Tagliavento

Marcatori: 3’ Higuain, 85’ Callejòn

Ammoniti: Maggio, Florenzi, David Lopez, Holebas, Nainggolan




Commenta con Facebook