• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > > LA MOVIOLA DI CM.IT: Peruzzo si 'inventa' una carica al portiere, Rocchi non sbaglia il ritorno

LA MOVIOLA DI CM.IT: Peruzzo si 'inventa' una carica al portiere, Rocchi non sbaglia il ritorno

Giornata positiva per i fischietti, quasi tutti arrivati almeno alla sufficienza. Incredibile però l’errore dell'arbitro di Schio


Sebastiano Peruzzo (Getty Images)
Antonio Russo (Twitter @tonyrusso93)

30/10/2014 07:33

SERIE A MOVIOLA CALCIOMERCATO.IT ROCCHI PERUZZO MAZZOLENI / GENOVA – Nella giornata che segna il ritorno ad arbitrare di Gianluca Rocchi dopo le polemiche di Juventus-Roma, gli arbitri italiani fanno davvero un’ottima figura. Tanti i voti positivi comminati ai nostri fischietti, con Mazzoleni che si conquista il titolo di miglior arbitro di giornata. Non mancano però le clamorose sviste: è il caso di Peruzzo in Palermo-Chievo che ha annullato un gol praticamente regolare ai rosanero per una carica a Bardi che in realtà non esiste. Brutta anche la prestazione di Tommasi in Roma-Cesena, con i giallorossi che lamentano la mancata concessione di un penalty. Imprecisa, infine, anche la direzione di Massa in Fiorentina-Udinese che si è perso un rigore ai danni di Cuadrado.

 

SASSUOLO-EMPOLI 3-1, arbitro Orsato 6 – Gestisce ottimamente il match senza spezzettare troppo il gioco, con una direzione molto british. Distribuisce bene i cartellini e fischia giustamente il penalty in favore del Sassuolo per fallo di Hysaj su Sansone. Per il resto non vi sono particolari episodi da segnalare.

 

ATALANTA-NAPOLI 1-1, arbitro Damato 6,5 – Gara nervosa e spigolosa, direzione difficile non certo agevolata da un ambiente molto caldo. Il fischietto pugliese ha comunque condotto bene il match senza mai perdere di mano la partita. Giusto il rosso a Cigarini così come l’ammonizione a Mertens per simulazione. Corretta anche la decisione di assegnare il penalty ai partenopei nel finale.

 

CAGLIARI-MILAN 1-1, arbitro Doveri 6 – Nessun episodio da segnalare. Partita molto corretta, ben tenuta dal fischietto di Roma, che ha sedato sul nascere possibili isterismi con un paio di ammonizioni nei primi minuti del match.

 

FIORENTINA-UDINESE 3-0, arbitro Massa 5,5 – Partita abbastanza nervosa, soprattutto nella ripresa, condita da tanti e corretti cartellini gialli. Al 15’ grandi proteste viola per un presunto fallo di mano da parte di Danilo: effettivamente il tocco c’è, ma è involontario e bene fa Massa a non fischiare il rigore. Al 22’ nuove proteste gigliate, questa volta per una presunta scorrettezza in area da parte di Heurtaux ai danni di Babacar, ma anche in questo caso è corretta la decisione del direttore di gara di far proseguire. Al 25’ Massa fischia fallo in favore dell’Udinese e ferma l’azione proprio nel momento in cui Di Natale si stava involando in contropiede: frettoloso, doveva concedere il vantaggio. Infine al 41’ Cuadrado entra in area di rigore e viene atterrato da Danilo, ma il fischietto di Imperia lascia correre e sbaglia: c’era il penalty.

 

GENOA-JUVENTUS 1-0, arbitro Mazzoleni 7 – Davvero ottima la prestazione del fischietto bergamasco che ha saputo tenere in pugno il match dall’inizio alla fine. Piccola imprecisione al 20’ quando mal coadiuvato dai suoi assistenti giudica regolare la posizione di Ogbonna che poi colpisce la traversa. Perfetto nel finale quando giudica regolari i contatti tra Kucka e Pogba e tra quest’ultimo e Burdisso. Regolare infine la rete di Antonini che parte dietro la linea della palla nel momento del tocco di Matri.

 

PALERMO-CHIEVO 1-0, arbitro Peruzzo 5 – Partita che poteva essere pesantemente influenzata dall’arbitro. Al 67’ Bardi, dopo un’ottima partita disputata, su azione da corner, in uscita, commette il più clamoroso degli autogol. Per sua fortuna il fischietto di Schio si inventa una carica al portiere che non esiste e annulla il gol al Palermo. Clamorosa svista.

 

INTER-SAMPDORIA 1-0, arbitro Russo 6,5 – Gestisce bene la partita senza mai interrompere troppo il gioco. Alla fine della prima frazione di gioco sbaglia non concedendo una punizione al limite dell’area per fallo su Palacio. Nel finale bene fa a concedere il rigore all’Inter: il fallo di Romagnoli su Kuzmanovic è ingenuo, ma netto.

 

ROMA-CESENA 2-0, arbitro Tommasi 5 – La partita sulla carta sarebbe di quelle facili da arbitrare, ma il signor Tommasi riesce incredibilmente a complicarsi la vita. Al 41’ dubbi sulla posizione di Destro in occasione del lancio di Pjanic. Al 72’ manca un rigore alla Roma per evidente fallo di mano in area di Magnusson. Infine, sul gol di De Rossi, restano delle perplessità sul fatto che la palla fosse uscita nell’istante in cui Yanga-Mbiwa la rimette in mezzo.

 

TORINO-PARMA 1-0, arbitro Rocchi 6,5 – Era sotto i riflettori dopo la pessima prestazione nella sfida scudetto tra Juventus e Roma. Il fischietto di Firenze però si è disimpegnando davvero molto bene in quel di Torino, dimostrando almeno in questa occasione di saper gestire bene la pressione. Unico episodio da segnalare, al 74’, quando Rocchi annulla un gol a Coda per fallo di mano: il replay dimostra che è corretta la decisione del direttore di gara.

 




Commenta con Facebook