• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Champions league > Champions League, Uva: "Ecco perché le squadre italiane falliscono"

Champions League, Uva: "Ecco perché le squadre italiane falliscono"

Il Direttore generale della Figc ha parlato dello stato attuale del calcio italiano


Michele Uva ©Getty Images

27/10/2014 09:33

UVA CALCIO JUVENTUS ROMA CHAMPIONS LEAGUE / ROMA - "I risultati in Europa partono da lontano, dagli ultimi decenni, per mancate strategie e visioni non più a lungo termine". A 'Radio Anch'io lo Sport' Michele Uva,  Direttore generale della Figc, ha parlato della crisi del calcio italiano in Europa, sottolineando le tante differenze con le più importanti realà europee. "Non è colpa della Federazione se il Real Madrid ed il Barcellona negli ultimi dieci anni hanno triplicato il loro fatturato. In Italia gli stipendi dei top club incidono sul 70% dei fatturati, in Germania meno del 50%. Juventus, Milan, Inter e Roma nel 2002 fatturavano più del Barcellona: quindi ci sono errori evidenti commessi dai club, che hanno dato più importanza ad diritti televisivi che ad altro. Tra tasse, Iva ed Irpef le squadre di A versano più di 1 miliardo di euro allo Stato, il calcio continua a fornire nelle casse statali tanti soldi. E non è vero che nelle altre Nazioni il calcio non prende soldi, sui giornali c'è una superficialità imbarazzante nel trattare certi argomenti. Ci risulta che ci sarà un taglio nell'ordine di 5-10 milioni di euro, cioè del 2-3%. Tutto parte dalla scellerata rinuncia dello sport ai proventi che lo stesso sport produceva tramite le scommesse".

M.D.F.




Commenta con Facebook