• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI CESENA-INTER

PAGELLE E TABELLINO DI CESENA-INTER

Icardi freddo dal dischetto, Hernanes show. Giorgi ci prova, Leali espulso


Mauro Icardi (Getty Images)
Raniero Mercuri

26/10/2014 19:56

ECCO LE PAGELLE DI CESENA-INTER

 

CESENA

Leali 4,5 – Il peggiore. Inevitabilmente. Si fa espellere al 29’ p.t., quando stende Palacio che gli si presenta a tu per tu in area piccola. Fino a quel momento, era stato impensierito poco o nulla dai nerazzurri. Al 6’ p.t., compie un miracolo sul piattone di Dodo’ da due passi, anche se Mazzoleni fischia fallo contro il brasiliano.

Capelli 6 – Sufficiente la sua prova. Fa il suo. Attento in copertura, non si sgancia quasi mai in avanti.

Lucchini 5,5 – Soffre poco o nulla sia Icardi che Palacio. Tuttavia al 31’ p.t. si fa sorprendere, insieme ai compagni di reparto, dalla magia di Hernanes, che dà il via all’azione del vantaggio dell’Inter.

Volta 5,5 – Vedi sopra. Spalla naturale di Lucchini, chiudono bene gli spazi alle punte nerazzurre. Tranne nell’occasione che porta allo zero a uno.

Renzetti 6 – Copre molto bene la sua corsia di appartenenza, concedendo poco o nulla ad Obi.

Cascione 5,5 – Gioca da mezzala a fianco di capitan De Feudis. Forse a disagio in quel ruolo, soffre un po’ quando deve raddoppiare in copertura su Dodo’. Al 33’ p.t., dopo gli sviluppi di un corner, spara di destro alto sulla traversa.

De Feudis 6 – Deve dare equilibrio alla squadra. E lo fa bene, con ordine e disciplina. Certo, chiedergli di metterci anche un po’ di tecnica sarebbe un’utopia.

Giorgi 6,5 – Il migliore dei romagnoli. E’ vero, al 35’ p.t. prende un giallo che poteva evitare. Tuttavia, è il classico giocatore buono per qualsiasi compito tattico. Gioca alla sinistra di De Feudis. Copre quanto basta, quando è il caso si spinge in avanti, allargandosi sulla fascia sinistra e creando qualche grattacapo ad Obi e Campagnaro. Dal 29’ s.t. Rodriguez 5 – Pensa più a protestare che a giocare.

Garritano 5 – Gioca poco. Una trentina di minuti. Giusto il tempo per beccarsi un giallo. Poi, dopo l’espulsione di Leali, esce per far posto al secondo portiere. Dal 31’ p.t. Agliardi 6 – Evita più di una volta il raddoppio nerazzurro.

Djuric 5 – Dovrebbe giocare da centravanti. Già, dovrebbe. Dal 18’ s.t. H.Almeida 5,5 – Evanescente.

Marilungo 5,5 – Servito poco dai compagni, crea poco o nulla di pericoloso dalle parti di Ranocchia e Handanovic. L’unica occasione gli capita al 34’ p.t., quando, dagli sviluppi di un corner, spara alto da buona posizione.

All. Bisoli 5,5 – Chiariamolo subito: il materiale tecnico che ha per le mani non è dei migliori, per usare un eufemismo. Tuttavia, la squadra è sempre ordinata, bene messa in campo. Copre bene, riparte poco. Se salva il Cesena è un eroe.

 

INTER

Handanovic 6 – Alterna qualche disattenzione a qualche ottimo intervento. Nel complesso, non scopriamo certo oggi le grandi qualità dell’estremo nerazzurro.

Campagnaro 6 – Titolare un po’ a sorpresa. Fedelissimo di Mazzarri, ci mette la solita grinta nei contrasti, non disdegnando qualche incursione in avanti.

Ranocchia 6,5 – Gioca da centrale dei tre dietro. Dirige bene il reparto, con autorevolezza e decisione. Annulla con facilità estrema Djuric, il presunto centravanti romagnolo.

Juan Jesus 6 – Non lo mettono quasi mai in difficoltà. Lui è sempre attento, pur non sfoderando una prestazione da Oscar.

Obi 5,5 - Il peggiore. Non gioca poi neanche così male. Diciamo che non si adatta nel miglior modo possibile al ruolo di esterno destro di centrocampo, che gli affida Mazzarri a causa dell’emergenza infortuni. Battaglia un po’ con Renzetti, riuscendo raramente a trovare qualche spunto degno di nota. Migliora un po’ nella ripresa. Dal 23’ s.t. Mbaye 6 – Si muove molto, senza però incidere granchè.

Hernanes 7 Il migliore. Ha un’altra marcia. E si vede da subito. Prende letteralmente per mano il centrocampo dell’Inter, con il supporto di Kovacic. Al 29’ p.t. dà il via all’azione del vantaggio: con un tocco sotto beffa la difesa bianconera e mette Palacio a tu per tu con Leali, che lo stende. Nel secondo tempo, migliora ancora, andando al 12’ s.t. vicinissimo al gol con un gran destro, a lato di poco.

Medel 6 – Ordinato quanto basta, ci mette grande impegno e temperamento.

Kovacic 7 – Ottima gara la sua. Con Hernanes trascina l’Inter alla vittoria. Parte spesso in dribbling, saltando gli avversari di turno e creando molte situazioni di superiorità numerica. Al 17’ s.t. con un bel tiro da fuori sfiora il gol.

Dodo’ 6,5 – Entra subito in partita. Lotta, sgomita con Capelli. Le sue qualità tecniche non si discutono.

Palacio 6,5 – Non la sua miglior apparizione. Tuttavia, il buon voto è legittimo: al 29’ p.t. si fa stendere da Leali in area, procurando il rigore del vantaggio interista.

Icardi 6,5 –Realizza con freddezza il rigore decisivo. Per il resto, stavolta non dialoga molto con Palacio lì davanti.

All. Mazzarri 6 – Finalmente la sua Inter torna alla vittoria, dopo una settimana burrascosa. Lo fa con una certa autorità e buon gioco. Certo, può e deve migliorare.

Arbitro: Mazzoleni 6,5 – Una buona direzione di gara. Al 29’ p.t. il decisivo episodio del rigore interista. Il Cesena protesta contro il rosso per Leali, ritenendo che Palacio, nel momento in cui viene steso, stia andando verso l’esterno. Il che escluderebbe la chiara occasione da gol e l’espulsione del portiere. A noi, invece, sembra ineccepibile l’interpretazione di Mazzoleni.

 

TABELLINO

CESENA-INTER 0-1

Cesena (4-3-1-2): Leali; Capelli, Lucchini, Volta, Renzetti; Cascione, De Feudis, Giorgi (Dal 29’ s.t. Rodriguez); Garritano (Dal 31’ p.t. Agliardi); Djuric (Dal 18’ s.t. H.Almeida), Marilungo.  All. Bisoli

Inter (3-5-2): Handanovic; Campagnaro, Ranocchia, Juan Jesus; Obi (Dal 23’ s.t. Mbaye), Hernanes, Medel, Kovacic, Dodo’;  Palacio, Icardi.  All. Mazzarri

Arbitro: Paolo Silvio Mazzoleni

Marcatori: 31’ p.t. Icardi rig. (I)

Ammoniti: 13’ p.t. Garritano (C), 35’ p.t. Giorgi (C), 7’ s.t. Campagnaro (I), 15’ s.t. Volta (C), 40’ s.t. Rodriguez (C), 44’ s.t. Cascione (C)

Espulsi: 29’ p.t. Leali (C)

 

 

 

 

 

 




Commenta con Facebook