• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI UDINESE-ATALANTA

PAGELLE E TABELLINO DI UDINESE-ATALANTA

Di Natale è eterno, Kone fuori dalla partita. Baselli tra i pochi a salvarsi, Benalouane disastroso


Antonio Di Natale (Getty Images)
Antonio Russo (Twitter @tonyrusso93)

26/10/2014 16:56

ECCO LE PAGELLE DI UDINESE-ATALANTA

 

UDINESE

Karnezis 6 – Nella prima frazione di gioco si avventura in un doppio pericoloso dribbling su Bianchi e D’Alessandro guadagnandosi gli applausi del Friuli. Nella ripresa non compie particolari interventi.

Widmer 5,5 – Su quella fascia lascia troppo spazio a Dramé. Resta molto schiacciato dietro e si prende pochissime licenze offensive.

Heurtaux 6,5 – Gestisce sempre bene palla e non perde mai la testa. Fa ripartire i suoi dalle retrovie con buoni lanci. Sbroglia diverse situazioni intricate e tiene bene il voglioso Boakye del secondo tempo.

Danilo 7 – Nella prima frazione rincorre per tutto il campo Bianchi limitandolo molto. Nella ripresa invece narcotizza Denis non facendogli toccare palla. Una montagna che l’Atalanta non riesce a scalare.

Piris 5,5 – Nel primo tempo, su quella fascia, annulla praticamente D’Alessandro. Nella ripresa invece soffre tanto la verve di Zappacosta che con l’uscita dal campo dell’ex Cesena ha maggiori licenze offensive.

Allan 6,5 – Molto dinamico, si francobolla a Cigarini e non lo lascia giocare. Recupera tanti palloni e fa ripartire i suoi con solerzia.

Fernandes 6 – Prova spesso l’inserimento sulla sinistra, tiene bene Carmona e non si scompone mai quando ha la palla tra i piedi.

Guilherme 6 – Gioca una buona partita, fatta di molta qualità e tanta sostanza. Tocca un’infinità di palloni e dialoga bene con i compagni senza mai buttare palla.    

Kone 5 – Un po’ fuori dai radar del gioco dell’Udinese. Non tocca molti palloni e quelle poche volte che ha il possesso della sfera si limita a svolgere il compitino. Prestazione sottotono. Dal 59’ Pinzi 6 – Stramaccioni lo inserisce per dare maggiore sostanza al centrocampo friulano che in quel momento sta soffrendo. Il mediano romano si cala subito nel match e dà il suo onesto contributo.

Théréau 7S’intende bene con Di Natale con cui dialoga molto. Concede il bis all’Udinese con uno splendido tiro a giro mentre si trova in precario equilibrio. Dal 75’ Muriel s.v.

Di Natale 7,5 – Eterno, dopo pochi minuti ruba palla a Carmona e conficca la palla nel set alla sinistra di Sportiello. Regala sprazzi di gran calcio durante il match. Come sempre le sue sventagliate illuminano il gioco friulano. Dall’87’ Geijo s.v.

All. Stramaccioni 7 – La sua Udinese gioca un buon calcio di rimessa. I bianconeri in contropiede sono praticamente micidiali. Buona la manovra friulana fatta di scambi sul breve e veloci verticalizzazioni. Resta da recuperare un talento come Muriel che continua a non essere protagonista nella stagione dei ragazzi di Stramaccioni.

 

ATALANTA

Sportiello 6 – Non può fare molto sulle reti dell’Udinese, nel primo tempo non compie interventi, ma è costretto a raccogliere due palloni dalla propria rete. Si gode un secondo tempo più tranquillo dove i bianconeri dalle sue parti si vedono davvero poco.

Zappacosta 6 – Nel primo tempo, nonostante non sia ben accompagnato da D’Alessandro, prova comunque a creare pericoli su quell’out. Proprio come Dramé pecca sempre nell’ultimo tocco.

Biava 5,5 – Soffre la verve  di Théréau che gli fa girare la testa a furia di triangolare con Di Natale. Sulla rete del francese rincorre quest’ultimo per trenta metri senza mai riuscire a contrastarlo.  

Benalouane 5 – Per sua sfortuna deve marcare un indiavolato Di Natale che quest’oggi fa quello che vuole con la palla tra i piedi. Sul primo gol dei friulani non esce dai blocchi per contrastare il capitano bianconero. Sulla seconda rete invece lascia a Théréau l’interno permettendogli così di calciare verso Karnezis.

Dramè 6 Spinge molto su quella fascia e trova molto spazio. Purtroppo è poco preciso in fase di rifinitura e cestina diverse buone opportunità.

Carmona 5,5 – Sbaglia il controllo nel momento sbagliato e si fa soffiare palla da Di Natale che porta i suoi in vantaggio. Non riesce a fare filtro a centrocampo e in fase di costruzione è confuso. Dal 74’ Migliaccio s.v.

Cigarini 5 – Il regista dell’Atalanta non sembra molto attento nello scegliere le giuste inquadrature per il film orobico. Sbaglia diversi controlli e perde tanti, troppi palloni.

Baselli 6,5 – Sicuramente il migliore dei centrocampisti nerazzurri. Il giovane talento di Colantuono mostra di avere tanta qualità nei piedi e regala buoni suggerimenti per i compagni. Nella ripresa s’inserisce spesso in avanti e sfiora anche il gol, buona la sua prestazione.

D’Alessandro 5 – Su quella fascia viene ben tenuto da Piris che riesce a contrastarlo in velocità. Prova durante il match ad accentrarsi per dare una svolta alla propria partita, ma non ci riesce. Dal 45’ Boakye 5,5 – Si allarga di frequente sulla destra e prova a fare a sportellate con la difesa friulana. Qualche buona sponda e nulla più, non incide sul match.

Bianchi 6 – Si abbassa tanto per prendere aria dall’asfissiante marcatura di Danilo. Protegge bene palla e fa salire la squadra. Purtroppo è poco servito con cross dal fondo. Non viene messo nelle condizioni di rendere al meglio, ma la sua prestazione è sufficiente. Dal 45’ Denis 5 – Continua il periodo nero dell’attaccante argentino. Entra e non tocca praticamente mai palla. È vero che la squadra non lo assiste adeguatamente, ma è vero anche che lui non fa nulla per entrare nel cuore del gioco atalantino.

Maxi Moralez 5,5 – Il folletto atalantino lotta tra i possenti centrali bianconeri e poche volte riesce ad avere la meglio. Nella ripresa si abbassa tanto per cercarsi qualche pallone giocabile, ma non riesce a trovare la giocata vincente.

All. Colantuono 5,5 – Gli orobici regalano praticamente un tempo all’Udinese e si svegliano troppo tardi. I nerazzurri continuano a palesare una scarsa vena offensiva che ne sta inficiando la stagione.   

Arbitro Tommasi 7 – Ottima la direzione del fischietto di Bassano del Grappa. L’arbitro ha lasciato molto giocare ed è stato sempre nel vivo dell’azione senza mai farsi prendere da manie di protagonismo. Nessun episodio particolare da segnalare, partita tranquilla e corretta.

 

TABELLINO

UDINESE-ATALANTA 2-0

UDINESE (4-3-2-1): Karnezis; Widmer, Heurtaux, Danilo, Piris; Allan, Fernandes, Guilherme; Kone(dal 59’ Pinzi), Théréau(dal 75’ Muriel); Di Natale(dall’87’ Geijo). Lucas Evangelista, Meret, Muriel, Geijo, Belmonte, Pasquale, Bubnjic, Zapata, Hallberg, Scuffet, Pinzi, Domizzi. All. Stramaccioni.

ATALANTA (4-3-3): Sportiello; Zappacosta, Biava, Benalouane, Dramè; Carmona(dal 74’ Migliaccio), Cigarini, Baselli; D'Alessandro(dal 45’ Boakye), Bianchi(dal 45’ Denis), Maxi Moralez. Cherubin, Denis, Stendardo, Migliaccio, Frezzolini, Spinazzola, Raimondi, Molina, Bellini, Boakye, Scaloni, Del Grosso. All. Colantuono.

Arbitro: Dino Tommasi di Bassano del Grappa

Marcatori: 6’ Di Natale (U), 36’ Théréau (U)

Ammoniti: 43’ Kone (U), 76’ Guilherme (U), 88’ Cigarini (A)

Espulsi:




Commenta con Facebook