• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan-Fiorentina, Inzaghi: "Viola sullo stesso livello di Juventus e Roma"

Milan-Fiorentina, Inzaghi: "Viola sullo stesso livello di Juventus e Roma"

Il tecnico rossonero parla alla vigilia della sfida contro i viola


Inzaghi (Getty Images)
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

25/10/2014 14:07

MILAN FIORENTINA CONFERENZA INZAGHI / MILANO - Dopo la vittoria contro il Verona, il Milan è atteso da un match importante contro la Fiorentina: contro i viola, i rossoneri potranno testare le loro ambizioni europee. Alla vigilia della sfida di 'San Siro', posticipo dell'ottava giornata di Serie A, il tecnico Pippo Inzaghi parla in conferenza stampa: Calciomercato.it seguirà per voi le parole dell'allenatore rossonero. 

FASCIA SINISTRA - "L'equilibrio di squadra è la cosa più importante: l'obiettivo è far rendenre al meglio la squadra. A destra abbiamo fatto molto bene, ma anche a sinistra l'ultima partita è stata buona: De Sciglio ha dovuto adattarsi, ma ora sta facendo bene. Abbiamo diversi giocatori che possono giocare come mezzala e poi in avanti ho dovuto cambiare più volte e questo forse ha inciso: ora pian piano, cercheremo di trovare l'equilibrio giusto". 

RUOLO DA MANAGER - "Mi ha fatto piacere che il presidente Berlusconi e Barbara Berlusconi mi abbiano invitato a un evento così importante. Erano tutti entusiasti. Il ruolo dell'allenatore sta cambiando, ma io sono appena arrivato e voglio essere apprezzato per il mio lavoro sul campo: il resto si vedrà". 

FIORENTINA - "E' una partita complicata, contro una delle migliori squadre del campionato: giocano molto bene e per questo in Europa fa meno fatica delle altre. Al completo è al livello di Juventus e Roma: contro il Paok ha vinto con un solo titolare in campo. Domani mi piacerebbe rivedere il 'San Siro' bolgia che conosco io: abbiamo bisogno dei tifosi domani e sono sicuro che la squadra darà tutto". 

MONTELLA - "Beh sì, sono invecchiato ma per noi allenatori è normale. Lo ringrazio per le belle parole: sta facendo bene, ha idee importanti e gli faccio l'in bocca al lupo. Da lunedì sarò contento se farà bene: a 'San Siro' ha già dato visto che è tre anni consecutivi che la Fiorentina vince". 

MENEZ - "Ho parlato con lui, ha sempre avuto un bell'atteggiamento: a Verona rientrava dall'infortunio e aveva un po' di timore di farsi male. Domani ho dei dubbi perché abbiamo tutti bravi calciatori e ora tocca a me decidere quali sono i migliori da mandare in campo all'inizio e quali possono risolvere il match entrando a partita in corso. Menez falso nueve? E' una punta che sa fare gol e che può giocare sia al centro che sull'esterno nel 4-3-3 o nelle due punte se giochiamo con il 4-2-4. Domani dovrà scegliere tra lui, El Shaarawy e Torres: sono problemi che tutti vorrebbero avere".

CLASSIFICA - "Avrei firmato per avere cinque punti in più dalla Fiorentina alla vigilia dello scontro diretto. Abbiamo una grande occasione e dobbiamo imporre il nostro gioco". 

ABBIATI - "Abbiamo parlato quando è arrivato Diego Lopez. Poi si è fatto trovare pronto, dimostrando di essere un grande portiere. Ora mi tocca fare una scelta difficile e toccherà a me capire se è arrivato il momento di riproporre Diego Lopez oppure continuare con Abbiati". 

 

 

 

 

 




Commenta con Facebook