• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, Moratti non cede le quote. In arrivo tre 'controllori' nel CdA

Inter, Moratti non cede le quote. In arrivo tre 'controllori' nel CdA

La 'Internazionale Holding' della famiglia dell'ex presidente onorario controlla il 29,5% delle azioni


Massimo Moratti ©Getty Images
Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

24/10/2014 07:26

INTER MORATTI DIMISSIONI QUOTE THOHIR / MILANO - "Continuerò a sostenere Erick Thohir" lo ha detto subito dopo aver lasciato la presidenza onoraria dell'Inter Massimo Moratti. E lo farà. Un passo indietro per l'ex numero uno, insieme a suo figlio Angelomario ed allo storico collaboratore Ghelfi, ma non un addio. Perché la 'Internazionale Holding', veicolo familiare detenuto assieme ai figli Angelomario e Giovanni, controlla il 29,5% delle azioni della società nerazzurra e, nonostante lo statuto gli permetta di disfarsene in ogni momento, al contrario delle quote in mano al tycoon indonesiano che fino al 2016 non possono scendere sotto al 70%, Massimo Moratti continuerà a 'convivere' con Erick Thohir ancora a lungo. Lo riferisce 'La Gazzetta dello Sport', che spiega che lo storico ex numero uno interista non avrebbe alcuna intenzione di cedere ora la sua fetta di una società che, vista la situazione economica e la mancata partecipazione alla Champions League, al momento ha poco appeal e quindi gli garantirebbe anche minori introiti, dopo aver versato circa 1285 milioni di euro in 19 anni.

Meglio aspettare e puntare sulla rinascita dell'Inter, inserendo nel CdA tre uomini di fiducia in veste di controllori che, sempre da statuto, avranno diritto di veto sugli acquisti di calciomercato superiori a 20 milioni di euro (che al momento restano fuori budget), sulle operazioni che coinvolgono i soci di maggioranza, sulla costruzione di un nuovo stadio, sull'utilizzo di linee di credito o stipule di mutui e sulle partecipazioni o cessioni del marchio. Inserimento che, comunque, non avverrà in tempi brevi, perché il presidente Thohir dovrà convocare una nuova assemblea dei soci che approvi il nuovo board, ovvero l'assetto societario che andrà a ricomporsi dopo le ultime, sconvolgenti news Inter.

Entra a far parte della nostra cerchia, clicca G+
 




Commenta con Facebook