• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Altro > L'ALTRO CALCIO – Amelia riparte dalla Promozione. Vallee D'Aoste e Bastia: zero in pagella

L'ALTRO CALCIO – Amelia riparte dalla Promozione. Vallee D'Aoste e Bastia: zero in pagella

La rubrica di Calciomercato.it che approfondisce la passione del calcio dilettantistico


Marco Amelia ©Getty Images
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

22/10/2014 15:55

L'ALTRO CALCIO SERIE D VALLEE D'AOSTE BASTIA UMBRA MARADONA JR SAN GIORGIO A CREMANO / ROMA- Il calcio è passione, a qualsiasi livello. Il mondo del pallone non è costituito solamente dalla ricca cornice degli scenari professionistici. La sublimazione di questo sport la si trova anche dalla Serie D in giù, dove di soldi ne girano pochi ma di storie interessanti ce ne sono a volontà. Nuovo appuntamento per la rubrica di Calciomercato.it  alla scoperta di quello che abbiamo rinominato 'L’Altro Calcio', per dar visibilità anche a chi, mediaticamente, ne ha molta meno.


AMELIA RIPARTE DALLA PROMOZIONE – Scelta di vita che ha del clamoroso per Marco Amelia. Il portiere classe '82, campione del Mondo con la Nazionale italiana nel 2006 (in totale 9 presenze in azzurro) decide di ripartire dalla Promozione laziale. Amelia ha giocato l'ultima gara in Serie A lo scorso maggio, difendendo i pali del Milan da cui si è svincolato il primo luglio. Dopo qualche mese di inattività l'estremo difensore, che può vantare nel suo palmarès anche due scudetti, una Supercoppa italiana ed un bronzo olimpico, ha deciso di ripartire dal Rocca Priora, vicino alla 'sua' Frascati. Amelia era nell'organigramma societario già dal 2009 e gli era stata intitolato la scuola calcio. Svolgerà il ruolo di direttore tecnico ma ha anche deciso di formalizzare il tesseramento come giocatore, vista l'emergenza in cui versa la compagine (quint'ultima e con grossi problemi in difesa).

VALLEE D'AOSTE E BASTIA: QUOTA ZERO – E' una Serie D da record. Se, infatti, il Biancoscudati Padova ha messo in fila 7 vittoria su 7 gare disputate nel girone D, la stagione 2014/2015 regala anche il rovescio della medaglia, con 3 squadre ancora a quota zero punti. Il Mezzocorona (gruppo D), non ha ancora vinto ma ha racimolato 4 pareggi e 3 sconfitte, pagando le 4 lunghezze di penalizzazione. Differente la situazione del Vallee D'Aoste e del Bastia. I valdostani militano nel raggruppamento A e sono la squadra, numeri alla mano, peggiore della divisione. Tanta confusione anche a livello societario, con il direttore sportivo Christan Filippella assoluto protagonista. La stagione era iniziata infatti sotto la guida di Federico Giampaolo che ha pagato le sei sconfitte consecutive, inque in campionato ed una in Coppa Italia. Al suo posto era stato chiamato Gabriele Corvo, per coprire il posto vacante in attesa di una decisione definitiva, che ha portato Giampiero Erbetta sulla panchina dei valligiani. Il debutto dell'ex allenatore del Borgomanero è stato amarissimo, con un ko (4-1 il risultato) sul campo del Pro Settimo & Eureka di Sandro Siciliano, terzo nella classifica generale del girone A che vede invece il Valle D'Aoste a quota zero punti, con 8 sconfitte in 8 gare disputate. Situazione simile anche per il Bastia di Lamberto Magrini, squadra umbra che milita nel Girone E. Domenica è arrivata la settima sconfitta su sette gare disputate, in casa del Ponsacco di Giacomo Lazzini. Allo stadio 'Comunale' il 3-0 finale porta le firme di Falchini, Vignali e Granito. Sia per il Vallee D'Aoste che per il Bastia serve, dunque, un cambio di marcia immediato per evitare la retrocessione in Eccellenza.

LA NUOVA VITA DI MARADONA JR. - Diego Armando Maradona Junior cambia 'ruolo' e decide di sedersi in panchina, almeno per il momento. Il figlio del 'Pibe de Oro' ha avuto tantissime esperienza di campo, raggiungendo anche la Nazionale di beach soccer. Il ragazzo, classe '86, milita nel San Giorgio a Cremano, squadra dell'Eccellenza campana. Un brutto infortunio al ginocchio però lo ha portato ad una decisione importante: prendere il patentino da allenatore per insegnare calcio ai più giovani. Detto fatto. Maradona Junior ha esordito pochi giorni fa sulla panchina della squadra Juniores regionale del San Giorgio, vincendo per 3-0 con l'Olimpia Capri. Un debutto positivo sia per il risultato che per la buona impressione destata alla guida dei ragazzi. Tutto ciò, però, in attesa di recuperare la forma migliore per tornare in campo, perché a 28 anni Maradona Junior non ha nessuna intenzione di appendere gli scarpini al chiodo.


 




Commenta con Facebook