• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Champions league > Roma-Bayern Monaco, Mazzone: "Quella volta che Guardiola mi chiamò..."

Roma-Bayern Monaco, Mazzone: "Quella volta che Guardiola mi chiamò..."

Il decano degli allenatori parla della sfida di Champions League


Pep Guardiola (Getty Images)

20/10/2014 09:38

CHAMPIONS LEAGUE ROMA BAYERN MONACO MAZZONE GAZZETTA DELLO SPORT / ROMA - Carletto Mazzone, decano degli allenatori italiani e 'maestro' di Pep Guardiola, ha rilasciato un'intervista a 'La Gazzetta dello Sport' in vista della partita di Champions League Roma-Bayern Monaco.

INVITO - "Guardiola mi ha invitato all'Olimpico, ma stavolta mando la mia famiglia. Comunque vada per me sarebbe una serata di gioie e dolori. Guardiola è un Uomo con la U maiuscola: onesto, sincero, leale, professionista esemplare. Sono felice quando lo vedo vincere un trofeo. Il problema è che stavolta non posso proprio fare il tifo per Peppe".

TOTTI - "Tra di noi c’è un legame troppo intenso. Io sono ancora oggi il suo primo tifoso. E vedo che la Roma continua ad appoggiarsi alle sue giocate".

GUARDIOLA - "Abbiamo in comune la scelta dei giocatori di qualità. Chi dice che Guardiola vince solo perché ha a disposizione grandi giocatori, sbaglia di grosso, nella migliore delle ipotesi sta solo minimizzando. Chi li ha scelti quei giocatori? Vede, i tecnici si dividono in due categorie: chi predilige l’aspetto tecnico, chi quello fisico. Se uno si fa comprare due colossi, diventa dura far credere di voler giocare palla a terra".

RETROSCENA - "Ricordo che dopo il primo anno andò via, passò alla Roma, ma non si trovò bene. Io faticavo a capirne i motivi. Lui un giorno mi telefonò. Mi disse: 'O mi riprende lei a Brescia, o lascio l’Italia'. L’ho ripreso, mi pare sia andata bene".

ROMA-BAYERN - "È una partita aperta, anche Garcia rientra nella categoria dei tecnici che amano la qualità. Vincerà chi troverà la giornata magica di uno dei tanti campioni in campo. Sono curioso di capire chi comanderà il gioco. Ma sarà un match spettacolare".

S.D.




Commenta con Facebook