• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI CAGLIARI-SAMPDORIA

PAGELLE E TABELLINO DI CAGLIARI-SAMPDORIA

Avelar propositivo, Cossu spento. Super Gabbiadini, positivo Obiang


Marco Sau (Getty Images)
Valerio Sesti

19/10/2014 16:55

Ecco le pagelle e il tabellino di Cagliari-Sampdoria.

 

CAGLIARI


Cragno 6 – Nel primo tempo non è praticamente quasi mai impegnato, a parte i due gol degli ospiti sui quali è esente da colpe. Nella ripresa compie un paio di buoni interventi; è salvato dal palo sul tiro di Gabbiadini e reattivo subito dopo sulla ribattuta.

Avelar 6,5 – Sulla fascia sinistra spesso spinge creando qualche problema alla difesa avversaria. In fase difensiva è abbastanza attento non correndo particolari rischi. Segna il rigore dell'1-2 prendendosi la responsabilità di calciarlo. Sempre dal suo piede partono le migliori azioni d'attacco dei sardi. Propositivo.

Capuano 5,5 – Okaka spesso lo sfida, lui riesce a contenerlo abbastanza bene, ma il poco equilibrio della squadra non aiuta lui ed il collega di reparto Benedetti.

Benedetti 5,5 – Spesso è costretto a scappare visto le ripartenze veloci della Samp. La difesa è poca aiutata da centrocampo e attacco essendo spesso costretto all'uno contro uno contro gli abili attaccanti avversari. Salva sulla linea il gol dello 0-3 ad inizio ripresa.

Pisano 6 – Buona prova per il terzino destro dei sardi; è uno dei pochi del Cagliari a salvarsi, non rischiando quasi mai difensivamente e spingendo con costanza e discreti risultati sulla fascia destra. Sfiora la rete del pareggio nella seconda frazione di gara.

Ekdal 5 – I tre gol di Milano sono lontani e si vede; soffre la velocità degli ospiti e non è quasi mai in partita. La squadra è troppo sbilanciata e spesso è preso in mezzo a due avversari. Spaesato. Dal 67' Rangel 6,5 – Azzeccato il cambio di Zeman. Dà la scossa ai compagni tenendo in apprensione la difesa ospite.

Crisetig 5,5 – Età giovane, ma ottima personalità in mezzo al campo. Buona geometria in fase di impostazione, ma in mediana soffre le ripartenze ficcanti della Samp. Deve migliorare sopratutto come fisicità in mezzo al campo, ma il futuro è suo.

Dessena 5 – È solitamente un motorino di centrocampo infaticabile, ma oggi sembra un po' ingolfato; quasi nessun inserimento in area avversaria, ma nulla più e troppo poco per raggiungere una sufficienza. Giustamente sostituito. Spento. Dal 55' Donsah 6 – Più reattivo di Dessena, riesce con qualche buono spunto ad impensierire la difesa ospite.

Cossu 5 – Anche lui sottotono, come i due colleghi del reparto offensivo, trova raramente la giocata e il passaggio giusto per i compagni. La squadra non lo assiste e lui non riesce ad esprime al meglio le sue qualità.

Sau 6 – Ci si chiede realmente se sia fuori ruolo o meno. Come punta centrale però non convince, dovendo giocare spesso spalle alla porta e sgomitare in mezzo agli arcigni difensori sampdoriani. Non ha nessuna occasione fino al bel gol del 2-2 che riaccende il Sant'Elia. Dall'87' Longo s.v.

Ibarbo 5,5 – Oggi è sottotono e i suoi compagni ne risentono. Controllato alla grande dall'avversario Cacciatore nel primo tempo, nella ripresa si sveglia procurandosi il rigore dell'1-2 e spingendo sull'acceleratore fino al termine della gara.

All. Zeman 6 – Il suo Cagliari difendono molto alto, rischiando e non poco. È ottima però la personalità messa in campo dai suoi ragazzi. I due gol presi nel primo tempo tagliano le gambe alla sua squadra che si spegne lentamente e non riesce a reagire nel primo tempo. Dopo il rigore di Avelar i suo ragazzi reagiscono in modo furente ed ottengono un meritato pareggio. Cambi azzeccati.


 

SAMPDORIA


Viviano s.v. – Sfortunato, deve lasciare il campo per infortunio dopo poco più di venti minuti. Dal 22' Romero 6 – Attento in un paio di uscite, non corre particolari rischi. Concentrato nelle uscite. Compie una grande parata d'istinto a metà secondo tempo su conclusione di Pisano. Non può nulla sulle due reti dei padroni di casa.

Cacciatore 5 – Ha un avversario difficilissimo di fronte come Ibarbo, ma nel primo tempo tempo lo tampona con grande esperienza e concretezza. La sua partita è solo difensiva, ma è quello che gli chiede l'allenatore. Ingenuo nel prendere due cartellini gialli in dieci minuti.

Gastaldello 6,5 – Gara di concentrazione e fisicità al centro della difesa; lascia le briciole a Sau & co. Imperioso sulle palle alte, non disdegna l'impostazione da dietro come vuole Mihajlovic.

Silvestre 6 – Attento per tutta la gara, non rischia mai nulla. Poco preciso in alcuni appoggi, ma difensivamente non commette sbavature.

De Silvestri 6 – Molto attento in fase difensiva per arginare le folate di Avelar. Non attacca quasi mai, ma oggi non serve e la sua partita è pienamente sufficiente.

Obiang 6,5 – Sempre ottima determinazione, ma poca qualità ad inizio match. A fine primo tempo si sveglia e realizza un grandissimo gol con un siluro da fuori area di sinistro. Cresce e prende fiducia con il passare del tempo ed offre una buona prestazione.

Palombo 6 – Leader indiscusso a centrocampo. Compie entrambe le fasi in modo perfetto e fornisce un assist stupendo su calcio di punizione per lo 0-1 di Gabbiadini. Rigenerato dal suo allenatore. Lottatore.

Duncan 5,5 – Buttato nella mischia all'ultimo visto il forfait improvviso di Soriano. Grande volontà, ma anche molta confusione. Ammonito a metà primo tempo, è condizionato per tutta la gara e spesso è costretto a frenare il suo impeto e forza fisica, qualità migliore del ghanese. Dal 76' Romagnoli s.v. - In tempo solo per prendere una sciocca ammonizione.

Gabbiadini 7 – E' l'elemento di spicco dei blucerchiati. Svaria su tutto il fronte e con il suo magico sinistro fa quello che vuole con il pallone tra i piedi. Realizza un grande gol su assist del capitano Palombo. Colpisce un palo clamoroso ad inizio secondo tempo. Giocatore vero.

Okaka 6 – Tanto movimento ma non molta concretezza, a parte qualche buono spunto offensivo. Spesso giochicchia troppo con il pallone fra i piedi, perdendo palloni banali. Non ha molte chance d'attacco nel primo tempo. Nella ripresa decisamente meglio e quando trova gli spazi è inarrestabile. Carrarmato.

Eder 6 – Partita di sacrificio per la punta doriana, è dei tre davanti quello che si sacrifica di più ed è fondamentale per dare supporto a centrocampo. Nelle ripartenze degli ospiti è micidiale e spesso tiene in ansia i sardi. Dal 61' Mesbah 6 – Buona attenzione in fase difensiva, dà un apporto importante alla causa. Ha un'occasione clamorosa per il 2-3 a pochi metri dalla porta.

All. Mihajlovic 6,5 – Nonostante un non grande inizio di match, la sua Samp ha un equilibrio straordinario. Tutti si sacrificano e lottano per la causa. Solidità difensiva da vendere e ottime trame in avanti. La sua è una squadra con la S maiuscola; cala nella ripresa dopo l'espulsione di Cacciatore, nel momento in cui aveva la partita in mano.

Arbitro: Gervasoni 6,5 – Sempre molto vicino all'azione, gestisce egregiamente la gara che non presenta particolari difficoltà. Corrette le ammonizioni. Giusto il secondo giallo a Cacciatore e conseguente assegnazione del rigore. Netto il fallo di Benedetti su Gastaldello all'ultimo minuto, prima della rete a gioco fermo del Cagliari. Buona direzione.


 

TABELLINO


 

CAGLIARI-SAMPDORIA 2-2


CAGLIARI (4-3-3): Cragno; Avelar, Capuano, Benedetti, Pisano; Ekdal (67' Rangel), Crisetig, Dessena (dal 55' Donsah); Cossu, Sau, Ibarbo. Allenatore: Zeman

SAMPDORIA (4-3-3): Viviano (dal 22' Romero); Cacciatore, Gastaldello, Slivestre, De Silvestri; Obiang, Palombo, Duncan (dal 76' Romagnoli); Gabbiadini, Okaka, Eder (dal 61' Mesbah). Allenatore: Mihajlovic.

Arbitro: Gervasoni di Castiglione delle Stiviere.

Marcatori: 28i Gabbiadini (S), 39' Obiang (S), 59' Avelar (C) rig., 67' Sau (C).

Ammoniti: 19' Duncan (S), 48' Cacciatore (S), 67' Avelar (C), 73' Palombo (S), 86' Silvestre (S), 87' Benedetti (C), 90' Romagnoli (S), 90'+3' Cossu (C ), 90'+3' Gabbiadini (S).

Espulsi: 58' Cacciatore (S).




Commenta con Facebook