• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI PALERMO-CESENA

PAGELLE E TABELLINO DI PALERMO-CESENA

Gonzalez sorpresa, Dybala conferma. Rodriguez risveglia il Cesena, Magnusson da rivedere


Il vantaggio di Dybala(Getty Images)
Giorgio Elia

19/10/2014 16:51

Ecco le pagelle di Palermo-Cesena.

 

PALERMO

Sorrentino 6,5 - Viene sollecitato poche volte, ma diviene protagonista con le coraggiose uscite su Marilungo  e su Rodriguez. Non può nulla sulla precisa esecuzione su rigore di Rodriguez. 

Munoz 6 - Buono il rientro dell'argentino dopo l'infortunio che lo aveva tenuto fuori nelle ultime cinque partite, con la squadra che beneficia della suo ritorno dal primo minuto. Dal 89's.t. Makienok s.v.

Gonzalez 7 - Debutto da protagonista per il costaricano, che si distingue per efficacia negli interventi e personalità. Entra fin da subito nel cuore dei suoi tifosi, che accompagnano con sonori applausi ogni suo intervento. Regala il successo ai suoi all'ultimo respiro.

Andelkovic 5 - Torna a sinistra lo sloveno che ben figura nel duello con l'ex Brienza. Rovina tutto con l'ingenuità in occasione della trattenuta su Magnusson che porta al pari su rigore dei romagnoli. 

Morganella 5 - Spinge poco sull'out di destra soffrendo in alcune occasioni la velocità di Renzetti. Tra i meno lucidi della formazione di Iachini. 

Bolzoni 5,5 - Torna dal primo minuto e sfiora la rete nel primo tempo con un colpo di testa su invitante suggerimento di Chochev. 

Rigoni 6 - Tra i più efficaci in fase di non possesso, recupera un gran numero di palloni permettendo anche la ripartenza del gioco della sua squadra. 

Chochev 6 - Promosso titolare con l'assenza di Barreto si rende protagonista di una partenza un po' timida, riuscendo a entrare minuto dopo minuto nel gioco della squadra. Offre maggiore qualità rispetto al paraguaiano, ben fraseggiando con i due argentini in avanti e con Lazaar sul suo lato. Dal 66's.t. Belotti 5,5 - Ci prova in tutti i modi a rendersi pericoloso ma viene ben sorvegliato dai centrali avversari. 

Lazaar 5,5 - A corrente alternata il marocchino, alterna buone discese concluse con suggerimenti interessanti a giocate meno precise. Comunque in crescita anche sotto il profilo della condizione atletica. Dal 82's.t. Emerson s.v.

Vazquez 6,5 - La sua qualità non si discute, da ricedere invece alcune sue scelte soprattutto quando esagera nel voler sfidare tutta la retroguardia avversaria. Regala comunque giocate di alta classe partecipando alla rete di Dybala con la precisa sponda a liberare la conclusione del suo connazionale. Si vede negare la gioia del gol dal palo. 

Dybala 7 - In assoluto il migliore in campo della formazione di Iachini. Determinato, reattivo e in palla argentino è l'incubo della retroguardia romagnola con la sua velocità e le sue giocate. Sblocca l'incontro con un preciso sinistro a giro che non lascia scampo a Leali. 

Allenatore Iachini 6 - Dopo un buon primo tempo la sua squadra cala nella ripresa pagando un'ingenuità difensiva che porta al rigore di Rodriguez. 

 

CESENA

Leali 6 - Nelle prime battute della partita il portiere scuola Juventus chiude la porta a Dybala in uscita, ma non può nulla sulla sua precisa conclusione a giro sul secondo palo. 

Perico 5,5 - Spinge poco sulla destra, venendo preso in mezzo tra Chochev e Lazaar prima dell'ingresso in campo di Giorgi. Dal 53's.t. Rodriguez 7 - Entra e veste i panni del protagonista, sfiorando prima la rete del pari con una diagonale respinto in uscita da Sorrentino e battendo poi con freddezza l’estremo difensore avversario su calcio di rigore.

Capelli 5,5 - Non riesce a prendere le misure a Dybala pagando la differenza nella velocità d'azione con l'argentino, riuscendo solo a tratti a fare valere le sue maggiori doti fisiche. 

Volta 6 - Il suo duello con Dybala è tra i più avvincenti della partita. Soffre quando concede all'argentino la possibilità di puntare la porta avversaria, gli va un po' meglio quando prova a giocare d'anticipo. Dominatore della sua area di rigore sui palloni alti. 

Magnusson  5 - Scelto da Bisoli per presidiare la fascia sinistra non si schioda dalla metà campo di gioco dei romagnoli, preoccupato soprattutto dai suoi compiti difensivi. Apparso piuttosto legnoso, si addormenta sul corner che porta al gol di Dybala. 

Defrel 5,5 - Riesce in rare occasioni ad attivare le sue leve per vai dei pochi palloni giocabili avuti a disposizione. La sua presenza in campo limita solo in parte l'azione offensiva di Lazaar, portando Bisoli a optare già nel primo tempo per la sua sostituzione con il più "difensivo" Giorgi. Dal 33'p.t. Giorgi 6 - Entra al posto di Defrel seguendo le indicazioni di Bisoli, coprendo la fascia destra dalle iniziative del marocchino.

De Feudis 6 - Si occupa prevalentemente della fase di non possesso della squadra, agendo a protezione della linea difensiva a quattro scelta da Bisoli. 

Coppola 5 - Rispetto a De Feudis partecipa maggiormente alla costruzione della manovra romagnola, incaricandosi di portare la sfera di gioco nella metà campo avversaria e provando a dettare suggerimenti per Brienza e Marilungo. Graziato da Damato dopo un brutto fallo su Morganella, viene poi espulso per doppia ammonizione lasciando colpevolmente la sua squadra in dieci. 

Renzetti 6  - La sua velocità è risorsa preziosa per il gioco di rimessa dei bianconeri, sfruttata però in rare occasioni dalla squadra. Vince comunque il duello con Morganella, che non riesce a prendergli le misure. 

Brienza 6 - E' tra i più attesi in campo per gli anni di militanza in rosanero. Viene braccato da Andelokovic che lo costringe a giocare spalle alla porta, divenendo pericoloso quando riesce a liberarsi dalle "cure" dello sloveno, come in occasione del pallone preciso recapitato a Marilungo anticipato poi da Sorrentino in uscita. Dal 83's.t. Zé Eduardo s.v.

Marilungo 5 - Scelto da Bisoli come unico terminale offensivo nell'undici iniziale è troppo isolato in avanti, venendo costantemente anticipato dal più reattivo Gonzalez. Un paio di sponde interessanti per i compagni alle sue spalle e poco più, mai pericoloso dalle parti di Sorrentino. 

Allenatore Bisoli 6,5 - La sua squadra si offre alle iniziative del Palermo per tutto il primo tempo, ma lui è bravo a leggere la partita in corso. Argina Lazaar con l'ingresso di Giorgi e regala più incisività al suo attacco con l'ingresso di Rodriguez autore del pari. 

Arbitro Damato 5 - Può far discutere la sua decisone di assegnare il calcio di rigore al Cesena nel secondo tempo per la trattenuta di Andelkovic su Magnusson, anche se l'ingenuità più grossa la commette il centrale del Palermo. Male nella gestione dei cartellini, manca un rosso a Coppola per un brutto fallo su Morganella. 

 

TABELLINO

 

PALERMO-CESENA  2-1

PALERMO(3-5-2-): 70 Sorrentino; 6 Munoz (Makienok 89's.t.), 12 Gonzalez, 4 Andelkovic; 89 Morganella, 15 Bolzoni, 27 Rigoni, 18 Chochev(Belotti 66's.t.), 7 Lazaar(Emerson 82's.t.); 20 Vazquez, 9 Dybala. A disp.: 1 Ujkani, 3 Pisano, 10 Joao Silva, 17 Ngoyi, 19 Terzi, 21 Quaison, 22 Bamba, 23 Feddal, 25 Maresca.

Allenatore: Giuseppe Iachini.

CESENA(4-4-1-1): 1 Leali; 24 Perico(Rodriguez 53's.t.), 25 Capelli, 14 Volta, 17 Magnusson; 92 Defrel(Giorgi 33'p.t.), 8 De Feudis (cap.), 10 Coppola, 33 Renzetti; 11 Brienza(Zé Eduardo 73's.t.); 89 Marilungo.A disp.: 30 Agliardi, 81 Bressan, 3 Mazzotta, 4 Valzania, 7 Carbonero, 15 Krajnc, 18 Djuric, 19 Succi, 61 Garritano.

Allenatore: Pierpaolo Bisoli.

Arbitro: Damato

Marcatori: DybalaP) 33'p.t., RodriguezC) 61's.t., Gonzalez(P) 92's.t.

Ammoniti: Perico(C), Choche(P), Andelkovic(P),De Feudis(C), Munoz(P), Capelli(C)

Espulsi: Coppola (C)




Commenta con Facebook