• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Sassuolo-Juventus, Allegri: "Queste partite vanno vinte anche giocando male"

Sassuolo-Juventus, Allegri: "Queste partite vanno vinte anche giocando male"

Il tecnico bianconero ha analizzato il pareggio di Reggio Emilia


Massimiliano Allegri (Getty Images)

18/10/2014 23:03

SASSUOLO JUVENTUS ALLEGRI / REGGIO EMILIA - Non contento della prestazione dei suoi e non poteva essere diversamente: Massimiliano Allegri analizza ai microfoni di 'Sky' il pareggio tra Juventus e Sassuolo

"Sapevo delle difficoltà della partita - le parole del tecnico bianconero -: i nostri nazionali sono tornati giovedì e il Sassuolo veniva da risultati brutti ma con buone prestazioni. Abbiamo rischiato, anche se abbiamo avuto diverse occasioni e Consigli ha fatto buoni interventi. Negli ultimi venti minuti cambiando sistema di gioco c'è stato un po' di disordine: potevamo far meglio tecnicamente e queste partite devi portarle a casa anche non giocando bene. Così non è stato e abbiamo rischiato anche di perdere: il pareggio va accettato, analizzato quanto accaduto stasera". 

"Ho tolto Llorente sia perché non stava bene, sia per togliere un punto di riferimento: abbiamo avuto qualche occasione, ma alla fine abbiamo pareggiato. Abbiamo tirato poco in porta e questo ha permesso loro di ripartire".

"Giovinco? Sta facendo bene, ho aspettato a metterlo dentro perché quando ho tolto Llorente stavamo subendo troppe ripartenze e Coman ha più corsa". 

"Convinto di vincere lo scudetto? Sì, perché in questo momento siamo in testa alla classifica e un pareggio non pregiudica niente: se continuiamo a fare ogni sette partite, sei vittorie e un pareggio vinceremo sicuramente il campionato". 




Commenta con Facebook