• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-CHIEVO VERONA

PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-CHIEVO VERONA

Apre Destro, Ljajic ricama e Totti su rigore la chiude


Francesco Totti (Getty Images)
Davide Ritacco

18/10/2014 19:53

ECCO LE PAGELLE DI ROMA CHIEVO

 

ROMA

De Sanctis 6 – Inoperoso per tutto il primo tempo. Con il risultato in ghiaccio la squadra concede qualcosa in più agli avversari ma tutto sommato per lui è una serata di puro relax.

Maicon 6,5 – Primo tempo di grande qualità. Coraggio e spinta continua sulla fascia destra. E' una spina nel fianco della difesa del Chievo.  

Yanga Mbiwa 6,5 – Gli avanti del Chievo non danno molto fastidio e per la difesa della Roma non c’è tanto lavoro. Con la sua forza fisica fa bella figura.

Astori 6,5 – La partita ideale per rientrare dopo un lungo stop. Una specie di allenamento con un pizzico di agonismo. Né Paloschi né Maxi Lopez gli creano grossi grattacapi.

Cole 6 – Spinge molto meno rispetto al collega brasiliano ma le sue giocate sono sempre misurate e calcolate.  

Nainggolan 6,5 – Primeggia sempre più nel centrocampo giallorosso. Nonostante il rientro di De Rossi, prende palla in difesa e un attimo dopo è al limite dell’area avversaria. Dal 89’ Ucan s.v.  

De Rossi 6 – Si guadagna il rigore che Totti trasforma nel 3-0. Ancora non è al top e si vede, s’intuisce però, che il suo recupero è ultimato. Infatti gioca 90’ di fila per mettere benzina nel motore.  

Pjanic 6 – Forse perché la partita è subito in discesa o forse perché la testa è già al Bayern Monaco, fatto sta che non gioca una gara memorabile. Scende in campo per onor di firma. Dal 68’ Paredes 6 – Alla vigilia si parlava di un suo impiego dal primo minuto, invece per la terza volte parte dalla panchina. Il suo minutaggio sta diventando sempre più importante.

Ljajic 6,5 – Si costruisce un gol bellissimo ma poco prima aveva rischiato la figuraccia con un tiro al volo che avrebbe potuto macchiare la sua prestazione, poi è arrivato il gol e i giudizi cambiano. In crescita.

Totti 7 – I lanci, non solo quello per il gol di Ljajic, sono poetici. Alimenta la sua leggenda siglando il 3-0 che è anche il suo 236esimo gol in serie A. Garcia gli risparmia una mezz’ora in vista del Bayern Monaco, esce fra gli applausi dopo aver dispensato classe. Dal 60’ Florenzi 6 – Una mezz’ora utile per farsi una bella sgambata in attesa del piatto forte in Champions League.   

Destro 6,5 – Bel gol da attaccante puro. Garcia gli dà fiducia e lui ricambia con un gol pesante che sblocca la partita. Il suo minutaggio/reti sta salendo sempre più.

All. Garcia 7 – La gara si mette subito bene grazie alle sue scelte: Destro, Ljajic e Totti. Lasciando Gervinho fuori ha dimostrato come possono cambiare gli interpreti ma la sua squadra è una macchina perfetta che si muove a tempo e con sincronismi perfetti.  

 

 

CHIEVO VERONA

Bardi 6 – Raccogliere tre palloni in fondo alla rete non fa piacere a nessuno soprattutto dopo che il giovane portiere nel giro della under 21 ha fatto pure una bella figura con parate di livello.  

Sardo 5,5 – Dalla sua parte Cole non spinge quanto Maicon e allora lui si prende qualche libertà cercando incursioni maligne. A volte è troppo aggressivo e distratto. Dal 71’ Cesar 5,5 – Nelle intenzioni di Corini il cambio serve per passare alla difesa a 4 e osare qualcosa in avanti. Lui non demorde dietro e la squadra non spinge.   

Frey 5,5 – C’è poco da fare quando la palla gira veloce e gli avversari sbucano da ogni parte. Serataccia.

Dainelli 5 – Ingenuo il fallo da rigore commesso su De Rossi. Uno con la sua esperienza non può certo commettere falli simili pregiudicando la sua gara e quella di tutta la squadra.   

Zukanovic 5,5 – Troppo spesso non riesce ad arginare Destro non facendosi trovare nella posizione giusta.  

Biraghi 5,5 – Cerca di mettere in difficoltà davanti al suo ‘mito’ Maicon e forse sarà per un po’ di timore reverenziale che non riesce mai a saltarlo anzi troppo spesso accade il contrario. Dal 81’ Edimar s.v.  

Cofie 5,5 – Non brilla per efficienza e precisione. Rincorre gli avversari con scarso successo perdendo la giusta lucidità.   

Radovanovic 5 – Prova a far circolare il pallone ma non avendolo mai fra i piedi e difficile fare il proprio lavoro.  

Hetemaj 6 – Pressa e si butta in ogni spazio ma la partita è troppo in salita per poter far male alla Roma. Non molla mai con il suo movimento perpetuo.

Paloschi 5,5 – Disperato e isolato in attacco, prova ad inventarsi di tutto, finanche a lanciarsi da solo ma la difesa della Roma è troppo preparata e lui è troppo solo.  

Maxi Lopez 5,5 – Tenta qualche giocata fuori dai sedici metri per smuovere le pedine di Garcia ma non ha successo. Gira troppo a largo rispetto a Paloschi. Dal 61’ Meggiorini 5 – Entra e non cambia assolutamente nulla, anzi non riesce a tirare mai in porta.  

All.: Corini 5 – E’ troppo netta la differenza fra la sua squadra e quella della Roma. Parte già battuto rifiutandosi di attaccare specie nel primo tempo. E’ vero che i punti li troverà altrove ma almeno è il caso di giocarsi la partita fino in fondo. Nella ripresa passa alla difesa a 4 per spingersi più in avanti ma la gara è ormai compromessa.
 

Arbitro: Calvarese 6 – Alla vigilia gli occhi dei più maliziosi erano proprio su di lui ma alla fine dei 90’ può tirare un sospiro di sollievo. Gara corretta e con pochi dubbi. Giusto concedere il rigore e buona amministrazione dei cartellini gialli. Resta un dubbio su un fuorigioco fischiato a Paloschi davanti a De Sanctis.  

 


 

TABELLINO


ROMA – CHIEVO VERONA  3-0

ROMA (4-3-3): De Sanctis; Maicon, Yanga Mbiwa, Astori, Cole; Nainggolan (Dal 88’ Ucan), De Rossi, Pjanic (Dal 68’ Paredes); Ljajic, Totti (Dal 60’ Florenzi), Destro. All. Garcia

CHIEVO VERONA (5-3-2): Bardi;Sardo (Dal 72’ Cesar), Frey, Dainelli, Zukanovic, Biraghi (Dal 81’ Edimar); Cofie, Radovanovic, Hetemaj; Paloschi, Maxi Lopez (65’ Meggiorini) All. Corini
 

Arbitro: Calvarese

Marcatori: 5’ Destro, 25’ Ljajic, 33’ Totti (rig.) (R)
Ammoniti: 57’ Pjanic (R), 58’ Maxi Lopez (C)
Espulsi:  




Commenta con Facebook