• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter-Napoli, Palacio: "Coi partenopei per rialzarci. Attenzione a Higuain"

Inter-Napoli, Palacio: "Coi partenopei per rialzarci. Attenzione a Higuain"

L'attaccante nerazzurro sembra essere molto fiducioso per la sfida di domani


Palacio e Higuain (Getty Images)
Antonio Russo (Twitter @tonyrusso93)

18/10/2014 10:45

INTER NAPOLI PALACIO HIGUAIN / ROMA - Rodrgio Palacio, attaccante dell'Inter, si è concesso ad una lunga intervista al 'Corriere dello Sport' dove ha parlato della crisi dei nerazzurri: "La partita col Napoli arriva nel momento giusto. La vittoria, infatti, ci regalerebbe un'immediata iniezione di fiducia. Inoltre è sempre bello affrontare le grandi squadre, a maggior ragione se non attraversi un bel periodo, le motivazioni aumentano e scendi in campo molto carico. Sono convinto che l'Inter giocherà un'ottima partita, sappiamo che non possiamo lasciare altri punti per strada. Dobbiamo giocare bene e compatti, solo così possiamo conquistare i tre punti. Dopo le brutte sconfitte contro Cagliari e Fiorentina abbiamo parlato molto tra di noi, e ci siamo detti che partite così non si dovranno più ripetere. Secondo me però noi siamo bloccati mentalmente, la squadra in fin dei conti corre, forse certe volte corre male, ma atleticamente stiamo bene e attraverso il bel gioco possiamo fare bene".

HIGUAIN - Palacio ha poi voluto individuare anche il punto di forza di questo Napoli: "Higuain è sicuramente il pericolo numero uno del Napoli, è la loro prima punta, quello che fa più gol, ma non bisogna sottovalutare anche gli altri attaccanti azzurri. Con 'il pipita' ho un ottimo rapporto, siamo amici e compagni di Nazionale, purtroppo però c'ho giocato sempre molto poco insieme. Nell'albiceleste è lui il titolare e spesso sono proprio io a sostituirlo, quindi abbiamo avuto poche occasioni per stare insieme con la stessa casacca".




Commenta con Facebook