• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Primo Piano > VIDEO CM.IT - Roma-Chievo, Garcia: "Vergognosa accoglienza a Torino. Vinceremo lo scudetto"

VIDEO CM.IT - Roma-Chievo, Garcia: "Vergognosa accoglienza a Torino. Vinceremo lo scudetto"

Il tecnico giallorosso incontra i giornalisti alla vigilia della sfida contro gli uomini di Corini


Rudi Garcia (Calciomercato.it)
dall'inviato Andrea Corti/ Silvio Frantellizzi

17/10/2014 13:15

DIRETTA ROMA CHIEVO CONFERENZA STAMPA GARCIA/ ROMA - L'allenatore della Roma Rudi Garcia interviene in conferenza stampa nel centro sportivo di Trigoria alla vigilia del match che vedrà i giallorossi affrontare il Chievo allo stadio 'Olimpico'. Calciomercato.it seguirà in diretta le dichiarazioni del tecnico francese.

JUVENTUS-ROMA - "Sono passati troppi giorni senza competizioni e campionato ed è anche per questo che abbiamo parlato a lungo del match contro la Juventus. Per me è stato tutto il contrario di una sconfitta perché abbiamo dimostrato di essere forti, abbiamo segnato due gol e avremmo potuto segnarne altri due. Sono fiero dei miei giocatori, abbiamo dimostrato forza e personalità. Sulla Juventus voglio dire una cosa sola: è stata una vergogna l'accoglienza in tribuna e in panchina, questo è inaccettabile. Poi vorrei aggiungere che quando parla il mio capitano (Totti, ndr) va rispettato: lui ha dei forti valori del calcio, ha avuto un forte e legittimo sentimento di ingiustizia dopo la partita perché i suoi valori sono stati traditi. Bisogna rispettarlo quando parla perché è un grande del calcio. Tutto il mondo ha visto le immagini di Juventus-Roma: anche il miglior arbitro italiano può soffrire la pressione di una partita del genere. Questa gara mi ha fatto capire che vinceremo lo scudetto: siamo più forti della Juventus e lo dimostreremo in campo. Adesso bisogna parlare solo della partita di domani. Prima di giocare con la Juventus ero convinto di poter vincere ma sono più preoccupato del match con il Chievo perché arriva in mezzo al 'casino mediatico' di Juventus-Roma e il match di Champions League contro il Bayern Monaco".

MOVIOLA IN CAMPO - "Io non ho parlato della moviola in campo ma della tecnologia nel calcio. Nel tennis non hanno problemi a capire se una palla è fuori o dentro il campo, allora perché non permettere anche al calcio di sapere se un rigore è dentro o fuori l'area di rigore? Si eviterebbe di dibattere per due settimane di un episodio".

DESTRO E LJAJIC - "Destro e Ljajic per me sono giocatori importantissimi così come gli altri. Hanno giocato spesso anche se ci sono momenti in cui si può dare di più o di meno in base alla forma. Destro è andato in Nazionale ed è una cosa importante, fa parte del gruppo e arriverà il suo momento. Poi starà a lui sfruttare l'occasione".

DETERMINAZIONE - "Se i miei giocatori sono determinati? Io sono la guida, il capobranco ma i lupi sono loro. Quando giocano devono essere consapevoli della loro forza e mostrala in campo. Io sarò sempre con loro, se qualcuno abbandonerà questa via ci sarò io a riportarlo sulla giusta strada. Quest'anno bisognerà vincere tutte, non sarà facile ma dobbiamo provarci".

INFORTUNI - "Preoccupato dagli infortuni? Per niente: se avessimo sempre infortuni allo stesso muscolo sarei preoccupato - ha dichiarato Garcia, protagonista delle notizie Roma con la sua conferenza stampa - Paredes? E' pronto: è un giocatore intelligente che migliora sempre. Ascolta i consigli di De Rossi e Keita, può dimostrare la sua importanza all'interno di questa squadra".

IL CHIEVO - "L'anno scorso avevamo voglia di mantenere la striscia positiva contro il Chievo, affrontato dopo nove vittorie consecutive. Quest'anno invece dobbiamo tornare a vincere. Dovendo fare un paragone, dico che adesso abbiamo una rosa più ampia".

MAICON E DE SANCTIS - "La parole di Maicon non sono diverse da quelle di De Sanctis: possono esserci delle opinioni diverse. Maicon dice che bisogna andare avanti rispettando le decisioni del direttore di gara. Abbiamo dimostrato sia a Manchester che a Torino di poter superare gli episodi arbitrali".

SCUDETTO - "Perché ho detto che vinceremo lo Scudetto? Ho le mie ragioni e voi avete già capito tutto".




Commenta con Facebook