• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Decreto Stadi, la Camera approva: ecco tutti i cambiamenti

Decreto Stadi, la Camera approva: ecco tutti i cambiamenti

Il testo, approvato con 289 voti favorevoli, passa al Senato


Stadio

16/10/2014 12:37

DL STADI CAMERA APPROVA CAMBIAMENTI/ ROMA - Con 289 voti favorevoli, 144 contrari e due astenuti, il Decreto Legge sugli stadi è stato approvato dall'Aula della Camera. Tanti i cambiamenti previsti dal nuovo testo: ecco i principali.

FRODE SPORTIVA - Inasprite le pene per il delitto di frode sportiva: reclusione da 2 a 6 anni e multa da 1000 a 4000 euro per chi offra, prometta denaro o altro vantaggio a qualsiasi partecipante ad una competizione sportiva organizzata da enti riconosciuti dallo Stato. Pena aumentata se il risultato della competizione è influente ai fini dello svoglimento di concorsi, pronostici e scommesse regolarmente esercitati.

DASPO - Ampliate le categorie dei potenziali destinatari di DASPO, esteso anche nei confronti di soggetti che negli ultimi cinque anni risultano denunciati o condannati, anche con sentenza non definitiva, per tutti i delitti contro l’ordine pubblico, nonché per i delitti di comune pericolo mediante violenza. Ridefiniti i presupposti che consentono al questore di applicare il DASPO anche a soggetti che, pur non essendo stati condannati né denunciati, risultino aver comunque tenuto una condotta – singola o di gruppo – evidentemente finalizzata a partecipare ad episodi di violenza nell'ambito di manifestazioni sportive così da porre in pericolo la sicurezza pubblica, anche all’estero. Aumentata la durata del provvedimento di divieto in relazione a recidivi ed a responsabili di episodi di violenza di gruppo. Viene inoltre previsto e disciplinato il procedimento per chiedere e ottenere, trascorsi 3 anni dalla scadenza del divieto, la piena riabilitazione.

STRISCIONI E TRASFERTE - Esteso l'ambito di applicazione del divieto di striscioni incitanti alla violenza, per la violazione del quale è previsto l'arresto da tre mesi ad un anno. Si prevede la possibilità per il Ministro dell’interno, in caso di gravi episodi di violenza commessi in occasione di partite di calcio, di disporre il divieto di apertura del settore ospiti degli stadi di calcio in cui si svolgano partite considerate a rischio-violenza e vietare la vendita di biglietti di accesso allo stadio ai tifosi che risultino residenti nella provincia della squadra ospite.

S.F.




Commenta con Facebook