• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Lazio, Lulic: "A Firenze per fare risultato". E sul Mondiale...

Lazio, Lulic: "A Firenze per fare risultato". E sul Mondiale...

Parla così l'esterno biancoceleste sullo stato di forma della squadra di Pioli e sull'emozione brasiliana


Lulic (Getty Images)

15/10/2014 14:03

LAZIO LULIC MONDIALE PIOLI / ROMA - Uno degli uomini chiave della Lazio di Stefano Pioli è Senad Lulic. L'esterno bosniaco è atteso al salto di qualità, perchè i suoi gol e i suoi assist servono non poco alla causa biancoceleste e dopo un periodo di assestamento, la squadra capitolina sembra aver trovato le alchimie giuste per essere protagonista in questa stagione. Domenica al 'Franchi' la partita sarà di quelle interessanti perchè anche la Fiorentina vuole continuare la sua striscia positiva: "Ci stiamo prepariamo per la difficile gara contro i viola; dobbiamo pensare solo a noi stessi per fare una buona prestazione contro una squadra tosta che sarà aiutata sicuramente da un pubblico molto caldo - dice il 28enne biancoceleste ai microfoni di 'Lazio Style Radio' -. Sappiamo che loro giocano un bel calcio, hanno ottimi giocatori e un grande allenatore; lo hanno già dimostrato in questi anni. Quando entri in campo ti devi divertire e devi giocare senza pressione. Adesso vogliamo continuare su questa strada, perchè solo così possiamo arrivare ai risultati che ci siamo prefissati. Durante la sosta abbiamo recuperato energie e giocatori importanti come RaduBiglia e Gonzalez. Vogliamo fare risultato già da domenica". Poi parla con tranquillità della sua posizione in campo: "Il cambio di modulo? Non è un problema, gioco dove vuole il mister". 

Lulic quest'estate ha conosciuto la bellezza del Mondiale. Giocare la competizione iridata con la propria Nazionale è motivo di orgoglio e soddisfazione e se poi lo fai per la prima volta lo è ancor di più: "E' stata un'esperienza bellissima, giocare un Mondiale non capita tutti i giorni. La Bosnia si è qualificata per la prima volta e questo per un calciatore è fantastico. Il sogno adesso è quello di qualificarci anche per l'Europeo e crescere sempre di più perchè il gruppo è forte". 

 




Commenta con Facebook