• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Primo Piano > Serbia-Albania, ESCLUSIVO Myrtaj: "Vittoria a tavolino per la squadra di De Biasi. E al ritorno..."

Serbia-Albania, ESCLUSIVO Myrtaj: "Vittoria a tavolino per la squadra di De Biasi. E al ritorno..."

Calciomercato.it ha intervistato l'ex centravanti albanese sul match di qualificazione ad Euro 2016


Mitrovic (Getty Images)
ESCLUSIVO
Maurizio Russo

15/10/2014 12:05

SERBIA-ALBANIA, ESCLUSIVO MYRTAJ / ROMA - Il mondo del calcio è in fermento dopo i fatti che hanno portato alla sospensione del match di ieri sera Serbia-Albania valevole per le qualificazioni ad Euro 2016. Per commentare l'accaduto, Calciomercato.it ha intervistato in esclusiva Florian Myrtaj, ex centravanti albanese, che ha militato per quasi venti anni in Italia vestendo tra le altre le maglie di Cesena, Verona e Catanzaro: "Avete visto tutti quello che è successo: si sapeva che tra le due Nazionali c'era una rivalità accesa e che episodi del genere sarebbero potuti accadere anche senza la presenza dei tifosi ospiti allo stadio. Quella del drone è stata un pensiero ingegnoso, una provocazione: quello che è successo dopo però non doveva capitare e non ha nulla a che fare con il calcio. I giocatori in campo si sono comportati bene, ma poi sono entrati sul terreno di gioco quelli che stavano in panchina e la polizia che ha preso a manganellate i calciatori. Ripeto, tra Serbia e Albania c'è una grande rivalità e sarebbe potuto succedere anche a campo invertito".

Ci si chiede ora quale decisione debba prendere la Uefa su questa partita. A tal proposito Myrtaj non ha dubbi: "Il danno è stato creato dalla squadra di casa: non c'erano le condizioni per poter giocare a calcio e quindi, secondo me, non devono far rigiocare la partita ma decretare la vittoria a tavolino dell'Albania, considerato anche che la Serbia è recidiva - prosegue l'ex attaccante a Calciomercato.it - La gara di ritorno? Sicuramente la Uefa la farà giocare in un altro paese a campo neutro e a porte chiuse. Per tanti anni si è evitato di mettere queste due Nazionali nello stesso girone e avrebbero dovuto continuare ad evitarlo. Quando la politica si intromette, non è più calcio".

Tornando al calcio giocato, l'Albania sogna la prima storica qualificazione alla fase finale di un Europeo: "De Biasi sta facendo molto bene, ieri la squadra ha sofferto per i primi venti minuti, ma poi stava tenendo botta contro una Serbia che era costretta a vincere. In queste qualificazioni anche la terza ha delle chance: se gli danno i 3 punti per il match di ieri e riescono a fare punti anche al ritorno contro Portogallo e Danimarca si può sperare di raggiungere questo traguardo" conclude Myrtaj a Calciomercato.it.




Commenta con Facebook