• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Sampdoria > Sampdoria, l'appello di Ferrero per Genova: "Mobilitiamoci tutti"

Sampdoria, l'appello di Ferrero per Genova: "Mobilitiamoci tutti"

Il comunicato del patron blucerchiato per aiutare la città dopo l'alluvione


Massimo Ferrero (Getty Images)

11/10/2014 11:35

SAMPDORIA FERRERO GENOVA ALLUVIONE / GENOVA - Tutti uniti per Genova: il patron della Sampdoria Massimo Ferrero chiede aiuto agli sportivi per sostenere la città colpita nei giorni scorsi da un'alluvione che ha provocato la morte di un uomo, Antonio Campanella, e notevoli danni. Il presidente blucerchiato scrive: "L'Europa e l'Italia, attraverso il calcio, devono mobilitarsi immediatamente per aiutare concretamente Genova e i suoi abitanti. Non possiamo perdere neppure un giorno. Bisogna fare, subito. Chiedo ai presidenti del CONI, della FIGC, alle leghe di Serie A e di Serie B di aprire un conto dedicato per la raccolta fondi. Tutte le società, tutti i calciatori, tutti gli sportivi devono aiutare chi, ancora una volta, ha perso tutto: la casa, il lavoro, la speranza che questa città possa realmente e finalmente cambiare". 

"Le istituzioni dello sport italiano - prosegue Ferrero - devono coinvolgere quelle europee. Dobbiamo attivare un pronto intervento collettivo. Genova non deve sentirsi sola con i problemi irrisolti. Genova è una capitale dello sport italiano ed europeo: nessuno in questo momento deve tirarsi indietro e tutti la devono aiutare. Mi aspetto risposte immediate da parte della FIGC e dei presidente di Serie A e B. Quindi andremo a istituire, insieme ai tecnici del Comune e ai rappresentanti dei cittadini, un comitato di sorveglianza per verificare che i soldi raccolti vengano investiti veramente per realizzare le opere. Solo allora potrebbe dire che siamo uomini e cittadini, non dei semplici parolai".

B.D.S.




Commenta con Facebook