• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, Thohir: "Abbiamo grandi progetti. Stadio? Ne stiamo parlando con il Milan"

Inter, Thohir: "Abbiamo grandi progetti. Stadio? Ne stiamo parlando con il Milan"

Il presidente nerazzurro è intervenuto a Londra al 'Leader Sport Business Summit'


Erick Thohir © Getty Images
Lorenzo Polimanti

09/10/2014 13:37

INTER THOHIR DIRIGENTI BUSINESS / LONDRA (Inghilterra) - E' un momento delicato per l'Inter, in campo e non solo. Oltre alle difficoltà in campionato, con il doppio tonfo consecutivo con Cagliari e Fiorentina, le ultime news Inter ruotano necessariamente anche intorno al bilancio ed alla risposta che la dirigenza nerazzurra sta preparando nel suo piano quinquennale da presentare all'Uefa dopo il 'warning' in materia di Fair Play Finanziario. E proprio al lato economico è rivolto il 'Leader Sport Business Summit' di Londra, dove tra gli ospiti d'onore, oltre al numero uno della Roma James Pallotta, c'è anche il presidente interista Erick Thohir.

"Per dirigere bene una società bisogna starle vicino ed io sto cercando di farlo il più possibile, provando a tornare a Milano una volta al mese - esordisce il tycoon indonesiano - Molto importante, poi, è affidarsi a manager che possano occuparsi della società perché per avere una squadra forte bisogna prima avere una dirigenza forte. Ed io ho ottimi manager. Negli ultimi mesi infatti abbiamo preso tanti dirigenti di alto livello. Ci vuole passione e competenza, per il calcio e per il business. Io ed i miei manager ce l'abbiamo e le stiamo mettendo in campo per questa società. Nell'ottica dell'espansione del brand, poi, è impossibile non guardare all'Asia ora. Abbiamo grandi progetti per l'Italia e non solo. Puntiamo ad espandere il marchio anche in Usa e Asia. Lo dimostrano le nuove accademie in Cina, Giappone, India e stiamo lavorando per l'Arabia Saudita".

Thohir, poi, prosegue: "Vogliamo partire dalla passione per il calcio dell'Italia per renderla conosciuta con un maggiore sviluppo dei digital media. Il calcio è un prodotto mediatico, ma anche di consumo, quindi bisogna affidarsi anche a gente di livello. Ci deve essere equilibrio tra business e parte sportiva. Abbiamo 90 milioni di tifosi ed i fan potenziali sono 260 milioni in tutto il mondo. Ci vuole 'engagement', dobbiamo farli sentire coccolati e parte della nostra famiglia". 

La conclusione è sul tema stadio: "Non è la stessa cosa avere uno stadio da soli o condiviso e noi ci stiamo confrontando con il Milan. L'impianto va utilizzato tutto l'anno, non solo per le partite. E' la casa dei tifosi e deve essere funzionante 365 giorni all'anno. Stiamo lavorando quotidianamente per capire come creare un coinvolgimento sempre maggiore. E' importante non solo per il club, ma anche per l'intera Serie A".




Commenta con Facebook