• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > esclusivo > Juventus-Roma, ESCLUSIVO Pistocchi: "Arbitro mediocre e pauroso". E su Allegri-Sacchi...

Juventus-Roma, ESCLUSIVO Pistocchi: "Arbitro mediocre e pauroso". E su Allegri-Sacchi...

Calciomercato.it ha contattato il giornalista di 'Mediaset Premium' per analizzare gli episodi del big-match di Torino


Juve-Roma (Getty Images)
ESCLUSIVO
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

06/10/2014 13:10

JUVENTUS ROMA ESCLUSIVO PISTOCCHI MOVIOLA/ ROMA - Continuano a far discutere le decisioni prese dall'arbitro Rocchi nel big-match di ieri tra Juventus e Roma. Per analizzare l'operato del fischietto toscano, Calciomercato.it ha contattato in esclusiva Maurizio Pistocchi, giornalista di 'Mediaset Premium' e curatore della rubrica televisiva'La moviola è uguale per tutti': "I protagonisti della gara di ieri hanno dato una brutta impressione nel complesso - ha dichiarato Pistocchi - arbitro è stato mediocre e pauroso, i giocatori isterici e prepotenti. Nel post-partita poi, l'atteggiamento di Massimiliano Allegri nei confronti di Arrigo Sacchi non è stato elegante. Quello che una volta era lo stile Juventus dovrebbe essere una prerogativa di questa società che non dovrebbe cadere in diatribe di non altissimo profilo. Allegri ha vinto uno scudetto con il Milan ma non ha mai convinto in pieno, nemmeno a livello europeo e dovrebbe avere più rispetto nei confronti di Sacchi che oltre ad aver vinto tutto è stato un grande uomo di calcio".

ERRORI ARBITRALI - "A mio modo di vedere, l'arbitro ha sbagliato praticamente tutto, tranne il gol di Bonucci. Come abbiamo già dimostrato ieri in trasmissione, con le nuove regole Vidal non ostruisce la visuale del portiere giallorosso ed ha fatto bene a convalidarlo. Il resto è tutto abbastanza discutibile, come la scelta di trascurare l'intervento di Holebas su Marchisio. Il contatto sembra minimo la c'è la mano del greco sulla spalla di Marchisio mentre sta calciando: se i difensori evitassero di fare queste cose, ci sarebbero meno polemiche. Rocchi non se l'è sentita di fischiare quel calcio di rigore ed è stato condizionato per il resto della gara. Il penalty su Maicon non c'è perché, oltre a prendere la palla fuori area, per regolamento il difensore può proteggersi il volto in barriera, andava quindi ammonito e la punizione doveva essere ribattuta. Giusto il rigore su Totti perché l'abbraccio del capitano giallorosso a Lichtsteiner c'è quando il gioco è ancora fermo, e se l'arbitro non vede e fa giocare, nasce una nuova azione e superato il primo contrasto di gioco, c'è rigore".

POGBA E MANOLAS - "Le immagini del rigore fischiato per fallo di Pjanic nei confronti di Pogba non sono chiare, si ha l'impressione che il contatto sia fuori area, anche se di pochi centimetri. Nel dubbio, comunque, non andrebbe fischiato il rigore, ma l'arbitro ha visto qualcosa che non c'era. Scintille Manolas-Morata? A mio modo di parere l'arbitro non poteva fare altrimenti che espellere entrambi i giocatori. E' discutibile invece quanto successo dopo con le proteste dei giocatori perché Marchisio ha presto il direttore di gara per il braccio. Se ricordate bene, Borja Valero è stato squalificato per quattro giornate durante la scorsa stagione, per aver soltanto sfiorato l'arbitro. In queste occasioni, non sono gli errori a dare fastidio, ma è la mancanza d'uniformità".

MOVIOLA IN CAMPO - "La moviola in campo? Sono stato il primo in assoluto a parlare dell'aiuto tecnologico agli arbitri in un'intervista del 1991 a 'Tv Sorrisi e Canzoni" - ha continuato Pistocchi ai microfoni di Calciomercato.it - Penso che applicare la tecnologia sia complicato ma necessario per il miglioramento del calcio moderno. Il problema della tempistica potrebbe essere risoltato affidando ad un quarto uomo la visione dei replay in un monitor lontano dal campo: così si eviterebbero le risse dei giocatori attorno a colui che prende la decisione".




Commenta con Facebook