• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > I Craque del momento > I CRAQUE DEL MOMENTO - Lazio, si è sbloccato Djordjevic, il bomber a costo zero

I CRAQUE DEL MOMENTO - Lazio, si è sbloccato Djordjevic, il bomber a costo zero

L'ex Nantes è andato a segno quattro volte nelle ultime due gare di campionato


Djordjevic (Getty Images)
Silvio Frantellizzi (@SilFrantellizzi)

06/10/2014 11:18

I CRAQUE DEL MOMENTO LAZIO DJORDJEVIC/ ROMA - La personalità, a Filip Djordjevic, non è mai mancata: basti pensare allo sfogo contro i suoi compagni del Nantes dopo una sconfitta rimediata contro il Paris Saint-Germain durante la scorsa stagione. "Qualcuno pensava più a scambiare la propria maglia con i giocatori del PSG piuttosto che alla partita" dichiarò l'ex Stella Rossa a fine gara, rimproverando i 'canarini' di non aver dato il fritto in campo. Una reazione giustificata per un attaccante che a suon di gol (23) aveva riportato il Nantes in Ligue 1. Le sue gesta, nella seconda serie francese, avevano colpito il Ds biancoceleste Igli Tare, convincedolo a puntare su di lui. Le voci (vere e presunte) riguardo l'interessamento di West Ham e Inter lo avevano invece costretto al 'blitz' repentino messo in atto lo scorso marzo, quando Tare portò a casa la firma del giocatore permettendo alla Lazio di annunciare il suo ingaggio a costo zero a partire dalla stagione successiva.

Un colpo di calciomercato 'low-cost' (i preferiti dal presidente Lotito) per rafforzare un reparto sorretto solo da un Klose a mezzo servizio. Una scommessa da vincere a tutti i costi per riportare serenità ad una piazza reduce da una stagione deludente. Fino a lunedì scorso, il serbo aveva però colpito i tifosi biancocelesti più per le gesta fuori dal campo (vedi relazione con la splendida modella Svonja Jovana) che per quelle sul rettangolo verde. A Palermo, una svolta epocale, di quelle che posso cambiare una stagione. In un colpo solo, Djordjevic ha messo a segno una tripletta che ha scacciato i fantasmi della crisi in casa Lazio, ha permesso ai biancocelesti di tornare alla vittoria dopo due sconfitte consecutive e ha mostrato all'Italia intera tutte le qualità dell'attaccante serbo.

Un gol di rapina, uno di tecnica, l'altro di potenza: al 'Barbera', Djordjevic ha sfoderato un repertorio completo da far invidia ai più decantati bomber europei, dando ragione a Tare che ha puntato su di lui per il calciomercato della Lazio. Un expolit che gli è valso il pallone della gara (da tradizione ormai), i titoli dei giornali e la consapevolezza di poter fare la differenza. Il serbo si è poi ripetuto anche ieri, andando a segnare di testa la rete del momentaneo 2-0 nel match che ha visto la Lazio battere il Sassuolo non senza qualche sofferenza. Quattro gol in due partite, sei punti guadagnati dai biancocelesti: un vero amuleto l'ex Nantes, sempre più a suo agio negli schemi di Pioli. Ritornando alla tripletta di Palermo, era dal 2009 (Pandev in Reggina-Lazio 2-3) che un attaccante della Lazio non segnava tre gol in trasferta. In quella stagione, la qualificazione europea arrivò 'solo' grazie alla Coppa Italia vinta in finale contro la Sampdoria. Quest'anno, la Lazio spera di ottenerla con un piazzamento in campionato: ora, finalmente, ha un numero 9 in più per crederci. Di gol ne serviranno tanti altri fino alla fine della stagione: Djordjevic per il momento si è sbloccato, l'augurio di Pioli e che non si fermi più.




Commenta con Facebook