• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-TORINO

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-TORINO

Fra gli azzurri la rinascita di Insigne, nel Toro ottimo Quagliarella


Lorenzo Insigne (Getty Images)
Antonio Papa

05/10/2014 22:40

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-TORINO / NAPOLI - Ecco i voti della partita fra Napoli e Torino, sesta giornata di campionato. 

NAPOLI

Rafael 5,5 - Messo male sul gol di Quagliarella, che lo beffa con un diagonale insidioso, ma non irresistibile. 

Maggio 5,5 - L'errore di posizionamento sul gol di Quagliarella, che tiene in gioco l'avversario. Poi qualche buona sortita offensiva alla ricerca del cross buono, che poi arriva sulla testa di Michu, che prende in pieno la traversa. 

Albiol 5 - Spaesato, sembra prendere sempre la decisione più sbagliata possibile, anche nelle scelte più elementari. Non è da lui, si vede che non ci sta sia con il fisico che con la testa. 

Koulibaly 5,5 - Piede raffinato e buon senso dell'anticipo, è il posizionamento che fa ancora difetto. Quagliarella sul gol gli parte alle spalle come un fulmine, non lo vede neppure. 

Zuniga 6,5 - Il cross al centro per il gol di Insigne è perfetto, preciso sulla testa del piccolo compagno. Per i piedi che ha e per la capacità di fare entrambe le fasi la maglia da titolare dovrebbe averla sempre. 

Gargano 6 - Continua l'incredibile botta e risposta fra le due curve nei suoi confronti: la B lo fischia e gli dedica uno striscione polemico, la curva A invece lo applaude e lo acclama. Lui nel frattempo non fa una piega e continua a giocare come sa, senza neanche strafare. E quest'ultima forse è la nota più positiva di tutte. (Dal 22' st David Lopez sv)

Inler 6 - Anche lui stasera è essenziale e mai fuori posto, anzi è molto più efficace di altre volte anche in copertura. 

Callejòn 6,5 - Che giochi bene o che giochi male, che il Napoli sia o meno in serata, non ci sono santi: le castagne dal fuoco le toglie sempre lui, anche quando non è brillantissimo, come stasera. Sono quattro in campionato, quanto un centravanti. Anzi, più di un centravanti, visto che Higuaìn in campionato è ancora a secco. 

Michu 6 - Il via all'azione sprecata da Insigne nel primo tempo, li colpo di testa che si stampa sulla traversa. Non trova ancora il gol, ma cresce costantemente nell'arco della gara, dopo una partenza diesel. Speriamo per il Napoli che anche la sua stagione segua questa falsariga.  (Dal 25' st Mertens 6 - Spreca una ripartenza nel finale, in generale non ha molto tempo per farsi valere).

Insigne 7 - Che strano è il calcio, e che differenza può fare un gol. Ora questo ragazzo si ritrova a sbagliare due gol che probabilmente avrei fatto anch'io, e sembra davvero che non la butterebbe dentro neanche con le mani. Ci riesce con la testa, lui che è un bajito in piena regola. Quell'esultanza la dice lunga su quanto avesse bisogno di questa rete, anche più del "risveglio" successivo, quando inizia a dispensare calcio come sa e dà anche l'assist a Calleti. Welcome back, Lorenzo. 

Higuaìn 5,5 - Il doppio pallone sparato sul portiere dopo il palo di Insigne, ma soprattutto quel colpo di testa a metri zero nella ripresa, ciccato malamente. Non è serata, lo dimostrano anche le sue abituali aperture paraboliche: stasera non ne azzecca neanche una. (Dal 40' st Mesto sv)

All. Benìtez 6,5 - Stasera se non avesse vinto sarebbe stata davvero una bestemmia, per il numero di occasioni sprecate dal Napoli sottoporta. Resta da correggere la concretezza sottoporta e ancora diverse fasi di blackout difensivo. Nonostante ciò è probabilmente fra i migliori Napoli visti finora in questa stagione. 


TORINO

Gillet 5,5 - Il colpo di testa di Insigne è angolato ma non fortissimo, la schiacciata di Callejòn è precisa ma non imprendibile. Poteva fare qualcosina in più in entrambe le occasioni. 

Maksimovic 5 - Da questa parte c'è un Insigne scatenato, che non gli fa vedere palla. Di occasioni il folletto partenopeo ne ha tantissime, fosse stato più preciso Maksimovic avrebbe rischiato una figura ben peggiore. 

Glik 5,5 - Gli avversari non sono per niente semplici, lui se li lascia scappare spesso. Senza tanti errori da parte del Napoli la partita poteva finire anche peggio. 

Moretti 5,5 - Sbaglia la marcatura su Callejòn quando lo spagnolo va a segnare, in generale vive una gara di grandissima sofferenza, un po' come tutto il resto della difesa. 

Peres 5,5 - Molto preoccupato da Insigne stasera non spinge tantissimo, ma nelle poche occasioni in cui lo fa sa farsi valere. Insigne però se lo sognerà anche stanotte.  (Dal 18'st Molinaro 6,5 - Da quando entra in campo in poi il Torino ritrova un po' di spinta. Va anche molto vicino al gol a dieci minuti dal termine).

Benassi 6,5 - Sempre lucido e geometrico nello smistare li pallone, serve a Quagliarella un lancio di trenta metri che è un gioiello. Fra i migliori in campo. (Dal 13' st Gazzi 5,5 - Mezz'ora per fare quello che sa fare meglio: la battaglia in mezzo al campo. Eppure dal suo ingresso in poi il Torino perde parecchi palloni, e di conseguenza la partita). 

Vives 6 - El Kaddouri gli dà una grossa mano anche in copertura, altrimenti non sarebbe stato facile. Spende tantissimo, esce dal campo stremato. (Dal 33' st Sanchez Mino sv)

Darmian 6 - Prima a sinistra, poi a destra. Questo flipper prima o poi lo farà impazzire, specialmente quando avviene nella stessa partita. Comunque si disimpegna bene, pur senza strafare.

El Kaddouri 6 - L'uomo che dovrebbe accendere la luce oggi si tiene un po' più defilato, preoccupandosi soprattutto di creare superiorità numerica in mezzo al campo. Non demerita. 

Larrondo 5,5 - Buoni gli scambi nello stretto con Quagliarella, buono il peso lì davanti, col fisico e con i gomiti. Ma ha avuto qualche occasione per poter fare anche di più.

Quagliarella 7 - Ma in che condizione è il napoletanissimo Fabio? Bersagliato per tutta la partita dai fischi dei suoi concittadini, che non lo "perdonano" neanche quando decide di non esultare dopo il gol, si muove costantemente fra le linee, mettendo in serissima difficoltà i centrali napoletani. Il gol poi è una perla, per come addomestica il pallone ed infila Rafael merita solo applausi. 

All. Ventura 5,5 - Inizio sprint, di grande intensità e con voglia di fare. Il gol è meritato, poi però la sensazione è che il Toro tiri parecchio i remi in barca, specialmente nella ripresa. Lui continua la sua tendenza personale drammatica contro Benìtez (0 punti) e contro il Napoli (16 partite senza vincerne mai una). Benino complessivamente, ma si deve fare di più. 


Arbitro Massa 6 - Partita senza episodi eclatanti da moviola, in un paio di occasioni dubbie decide bene. 


TABELLINO
NAPOLI-TORINO 2-1 

NAPOLI (4-2-3-1) : Rafael; Maggio, Albiol, Koulibaly, Zuniga; Inler, Gargano (dal 67’ David Lòpez); Callejon, Michu (dal 70’ Mertens), Insigne; Higuain (dall’85’ Mesto).
A disp: Colombo, Andujar, Henrique, De Guzman, Radosevic, Goulham, Zapata. Allenatore: Benitez.

Torino (3-4-1-2): Gillet; Maksimovic, Glik, Moretti; Darmian, Benassi (dal 57’ Gazzi), Vives (dal 78’ Sanchez Mino), Bruno Peres (dal 64’ Molinaro); El Kaddouri; Larrondo, Quagliarella. 
A disposizione: Padelli, Castellazzi, Ruben Perez, Martinez, Jansson, Gaston Silva, Amauri. Allenatore: Ventura.

Arbitro: Massa

Marcatori: Quagliarella 14’, Insigne 55’, Callejòn 72’

Ammoniti: 12’ Benassi , 33’ Gargano, 40’ Michu, 42’ Vives, 69’ Quagliarella, 84’ Maggio




Commenta con Facebook