• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI VALENCIA-ATLETICO MADRID

PAGELLE E TABELLINO DI VALENCIA-ATLETICO MADRID

Otamendi muro, Miranda scolapasta, Diego Alves si conferma pararigori, Griezmann evanescente.


Ivan Miranda (Getty images)
Omar Parretti

04/10/2014 17:53

ECCO LE PAGELLE DI VALENCIA-ATLETICO MADRID

VALENCIA

Diego Alves 7 - Si conferma specialista nel neutralizzare i calci di rigore: danza sulla linea di porta e poi chiude lo specchio distendendosi rapidamente sul fianco destro. Parata cruciale.

Barragan 6 - Non si sfonda sulla sua fascia dove riesce a contenere al meglio i pericoli e non concede mai cross comodi a Koke. Un po' bloccato in fase offensiva ma nel complesso è assolutamente sufficiente.

Otamendi 7 - Terzo tempo perfetto su calcio d'angolo e terzo gol del Valencia dopo appena dodici minuti di gioco. Mette in campo il fisico ed il temperamento ingaggiando un bel duello con Griezmann: duello che vince abbondantemente. Riesce anche usando le maniere forti a chiudere ogni azione dell'Atletico che passa dalle sue parti.

Mustafi 6,5 - Attento e preciso accanto ad Otamendi: bene sulle palle alte e bravo nell'uno contro uno. Va spesso ad impostare con i lanci lunghi, da uno di questi nasce l'autogol di Miranda che porta i padroni di casa sull'1-0.

Gayà 6,5 - Terzino sinistro velocissimo bravo nel muoversi sia in fase di copertura sia quando c'è da attaccare la profondità. Anticipa spesso Arda Turan riuscendo praticamente ad annullarlo. Prospetto interessante.

Parejo 6,5 - Sempre attivo nelle due fasi sul centro-destra della mediana a tre del Valencia. In fase di contenimento aiuta al meglio Barragan ad arginare le discese di Koke; in fase d'attacco partecipa attivamente al palleggio e non butta mai via il pallone giocandolo con sapienza.

Javi Fuego 6 - Pulito e geometrico davanti alla difesa: detta con precisione i tempi di gioco e risulta utile come filtro davanti alla coppia Mustafi-Otamendi. Giocatore essenziale per l'economia di gioco del Valencia.

André Gomes 7 - Caparbio nel portarsi in area di rigore e nel resistere ai tentativi avversari di strappargli il pallone in occasione del raddoppio istantaneo dei padroni di casa. Sempre molto propositivo e con tanta voglia di sacrificarsi. Dal 71' Filipe Augusto s.v.

Alcacer 6 - Tantissimo movimento davanti e ottime combinazioni con Rodrigo nello stretto al limite dell'area di rigore. Non trova la rete ma lavora molto per la squadra andando spesso a ripiegare. Dal 75' Feghouli s.v.

Rodrigo 6,5 - Impegna un paio di volte Moya e lavora bene proponendosi come sponda fuori dall'area di rigore per premiare gli inserimenti dei centrocampisti. Positivo.

Piatti 6 - Completa un tridente offensivo dotato più di velocità e dinamismo che non di capacità di finalizzazione sotto porta. Si muove bene in coro con i suoi compagni di reparto. Dal 63' Orban 6 - Entra per difendere il risultato e riesce nel proprio compito.

All. Espirito Santo 7 - Partenza lanciata con tre gol in meno di un quarto d'ora e sapiente gestione del risultato per tutto il match. Il Valencia si conferma squadra tosta e compatta che può creare problemi a tutte le grandi della Liga.

ATLETICO MADRID

Moya 5 - Da rivedere l'intesa con il centrale difensivo Miranda sul primo gol (autogol!) del Valencia dove si fa anticipare dal brasiliano: errore di comunicazione.

Jesus Gamez 5,5 - Non un granché il suo esordio: poco propositivo in attacco e bucato troppo spesso in fase di copertura. Prestazione lontana dalla sufficienza.

Miranda 5 - Pasticcia su un traversone innocuo dalla trequarti dove anticipa Moya e deposita goffamente il pallone nella propria porta; inoltre si perde Otamendi sul calcio d'angolo che porta i valenciani sul 3-0. Giornata da dimenticare.

Godin 6 - L'unico positivo del pacchetto arretrato dell'Atletico Madrid, l'unico che non commette errori o mette in difficoltà i compagni. Insuperabile sulle palle alte ed attento agli inserimenti dei centrocampisti del Valencia.

Siqueira 5 - Troppo timido e mai pericoloso sulla propria fascia dove non crea davvero mai pericoli; fallisce anche il calcio di rigore che poteva portare i colchoneros sul 3-2 alla fine dei primi quarantacinque minuti.

Arda Turan 5 - Poco ispirato quest'oggi dopo tante belle uscite stagionali: viene schiacciato sull'out di destra e non trova mai la soluzione giusta per le trame offensive del colchoneros. Negativo. Dal 69' Raul Jimenez s.v.

Tiago 5,5 - Vizia il gol di Mandzukic con una grande conclusione dalla distanza che Alves non riesce a trattenere, il croato è veloce nel gettarsi sulla ribattuta. Per il resto però non offre qualità alla mediana dell'Atletico e risulta piuttosto avulso dalla manovra. Dal 72' Raul Garcia s.v.

Gabi 6 - Tanta pressione per lui in settimana visto il suo coinvolgimento in una presunta combine risalente al tempo in cui vestiva la maglia Real Saragozza. Reagisce con esperienza e freddezza giocando una prova all'altezza.

Koke 5,5 - Nemmeno lui riesce a sfondare sulla fascia poichè viene imbrigliato al meglio dal lavoro in tandem di Parejo e Barragan. Qualche accelerazione ma niente degno di nota.

Griezmann 5 - Si muove molto al fianco o alle spalle del centravanti Mandzukic trasformando il 4-4-2 iniziale in un 4-2-3-1 in corso d'opera. Tuttavia non trova le giocate o l'incursione in area che possano spezzare il match e finisce con l'intestardirsi in soluzioni personali che non sortiscono alcun effetto. Dal 66' Cerci 5 -  Si mette in mostra solamente per l'espulsione per doppia ammonizione: il secondo giallo è anche troppo severo va detto. Condizione fisica comunque piuttosto preoccupante.

Mandzukic 6 - Fa a sportellate con Mustafi e Otamendi contro i quali ingaggia una bella battaglia sul piano fisico. E' il più pericoloso dei colchoneros quest'oggi e ritorna anche al gol sfruttando una respinta corta di Diego Alves. Presente.

All. Simeone 5 - Non è facile per nessuno, nemmeno per lui, riuscire a trovare la giusta reazione ad un 3-0 dopo appena 13 minuti di gioco, questo però non giustifica un Atletico svogliato e con poca intensità che viene domato dal Valencia.

Arbitro: Teixeira Vitienes 5 - Molti dubbi sulla direzione di gara sciupata dalla concessione di un rigore molto generoso all'Atletico e dall'espulsione esagerata di Cerci. Al 34' è giusto non concedere il penalty a favore dei madrileni per un tocco di mano Barragan che vede spuntare all'ultimo il pallone in una mischia in area. Al 44' invece concede il rigore per un fallo di mano molto simile sempre in area del Valencia con protagonista Gayà: non doveva essere concesso nemmeno questo, ma Siquiera sbagliandolo mette tutti (o quasi) daccordo. Espelle per seconda ammonizione Cerci nel recupero finale: decisione che pare molto severa considerando anche il poco tempo rimasto da giocare.

TABELLINO

VALENCIA-ATLETICO MADRID 3-1

Valencia (4-3-3): Diego Alves; Barragan, Otamendi, Mustafi, Gayà; Parejo, Javi Fuego, André Gomes (Dal 71' Filipe Augusto); Alcacer (Dal 75' Feghouli), Rodrigo, Piatti (Dal 63' Orban). All. Espirito Santo

Atletico Madrid (4-4-2): Moya; Jesus Gamez, Miranda, Godin, Siqueira; Arda Turan (Dal 69' Raul Jimenez), Tiago (Dal 72' Raul Garcia), Gabi, Koke; Griezmann (Dal 66' Cerci), Mandzukic. All. Simeone

Arbitro: Fernando Teixeira Vitienes

Marcatori: 6' a.g. Miranda (V), 8' André Gomes (V), 13' Otamendi (V), 29' Mandzukic (A)

Ammoniti: 45' André Gomes (V), 58' Parejo (V), 69'+92' Cerci (A), 74' Javi Fuego (V), 94' Gayà (V)

Espulsi: 92' Cerci (A)




Commenta con Facebook