• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Calciomercato Juventus, Vidal: "Ho fatto un patto con il mio agente"

Calciomercato Juventus, Vidal: "Ho fatto un patto con il mio agente"

Il centrocampista bianconero ha parlato delle voci estive che lo vedevano come partente


Vidal e Bonucci (Getty Images)
Lorenzo Polimanti

04/10/2014 08:34

CALCIOMERCATO JUVENTUS VIDAL OFFERTE CONTE / TORINO - Voci, smentite, indiscrezioni. Una lunga estate, un'interminabile telenovela per il calciomercato Juventus, finita con un nulla di fatto. Arturo Vidal è rimasto a Torino, per la sua gioia e quella dei tifosi bianconeri. Ed ai microfoni di 'Tuttosport' ripercorre l'ultima sessione di calciomercato, raccontando le sue verità: "Sono sempre stato tranquillo e sereno. Ho pensato solo al mio ginocchio. Mai una volta ho chiesto al mio procuratore o alla Juventus se stava succedendo qualcosa. Ho fatto un patto con il mio agente: è direttamente lui che mi avvisa se c'è qualcosa di concreto. E lui non mi ha mai avvisato - spiega il centrocampista cileno - Non so esattamente cosa sia successo durante i mesi estivi, ma davvero credo nulla di importante perché altrimenti mi avrebbe parlato delle possibilità... Cosa avrei risposto ad un'offerta del Manchester United? Non lo so, davvero. Posso solo dire che io a Torino mi trovo davvero bene. Sono felice qua, lo è anche mia moglie, che ama questa città, e anche i miei figli stanno bene. Per me la condizione della famiglia è più importante dei soldi e di qualsiasi altra cosa. Alla Juventus sono felice, è casa mia: è sempre difficile andare via da casa propria, no?".

Vidal, poi, torna sull'addio del tecnico Antonio Conte: "Sì, è stato uno shock. Anche perché ero in vacanza e non riuscivo a capire cosa stesse succedendo. E non avevo mai visto nella mia vita un allenatore andare via dopo aver vinto tre campionati. Differenze con Allegri? Uno è più intenso, l'altro più tranquillo. Il lavoro sul campo è molto differente, ma li accomuna la voglia di vincere. Seguono due strade diverse per raggiungere lo stesso posto: il primo. Allegri è meno ansioso, ma sul campo è duro come Conte".




Commenta con Facebook