• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Calciomercato Milan, prove di rinnovo con l'ex 'emarginato' Abate. Mentre De Sciglio...

Calciomercato Milan, prove di rinnovo con l'ex 'emarginato' Abate. Mentre De Sciglio...

Situazioni diametralmente opposte per i padroni delle corsie esterne rossonere


Abate e Honda ©(Getty Images)
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

01/10/2014 08:00

CALCIOMERCATO MILAN ABATE NODO RINNOVO CONTRATTO JUVENTUS / MILANO - C'è un volto particolarmente sorridente in casa Milan in questo inizio di stagione: è quello di Ignazio Abate, tornato padrone della fascia destra rossonera dopo la parentesi da 'emarginato' con Seedorf allenatore che, nella sessione di calciomercato estiva appena trascorsa, aveva addirittura lasciato pensare a un addio. Filippo Inzaghi gli ha restituito una maglia da titolare e lui ha risposto con prestazioni d'alto livello.

Non stupisce, pertanto, che in chiave calciomercato Milan si torni a parlare del prolungamento del suo contratto, in scadenza a giugno 2015. Come scrive oggi il 'Corriere dello Sport' sul futuro di Abate resta l'ombra della Juventus, che potrebbe far valere gli ottimi rapporti col procuratore Raiola.

Il terzino vuole restare ma ha chiesto al Milan un aumento di 1 milione di euro a stagione (da 2 a 3) per rinnovare. Si cerca l'intesa a metà strada, ma i progressi in campo del giocatore 'complicano' la trattativa.

Se Abate sorride, lo stesso non si può certo dire di Mattia De Sciglio: il giovane terzino è il protagonista di un lungo focus de 'La Gazzetta dello Sport' che analizza il momento difficile della sua carriera. 'Confuso, timoroso, alla ricerca di se stesso': così appare in campo De Sciglio.

I motivi della crisi possono essere molteplici: dai quattro infortuni subiti la scorsa stagione (distorsione al ginocchio, menisco, infiammazione al ginocchio e distorsione alla caviglia) alla confusione tattica (nel passaggio da Seedorf a Inzaghi ha cambiato fascia di competenza, da destra a sinistra) e la mancanza di riferimenti certi in attacco (nel ruolo di esterno alto a sinitra si sono alternati Bonaventura, El Shaarawy e Menez). Il Milan lo aspetta, Inzaghi ribadisce: "Con lui sono in una botte di ferro".

 

Entra a far parte della nostra cerchia, clicca G+




Commenta con Facebook