• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI PARIS SAINT GERMAIN-BARCELLONA

PAGELLE E TABELLINO DI PARIS SAINT GERMAIN-BARCELLONA

Ottimo Matuidi, bene Verratti e Thiago Motta. Brilla Messi, assente Pedro


Matuidi a segno (Getty Images)
Valerio Sesti

30/09/2014 22:38

Ecco le pagelle di Paris Saint Germain-Barcellona.

PARIS SAINT GERMAIN

 

Sirigu 6 – Non può nulla sulla rete di Messi; per il resto nel primo tempo è ordinaria amministrazione. Nella seconda frazione incolpevole nuovamente sul gol di Neymar. Attento nelle uscite.

Maxwell 6 – Fà il suo con una prova sufficiente, limitando le avanzate di Pedro e Dani Alves. Davanti si vede poco e niente, prediligendo la copertura alla spinta offensiva. Attento.

David Luiz 6,5 – Non è sicuramente un fenomeno in fase difensiva, ma sotto porta sembra quasi un attaccante. Apre le marcature e dopo la rete, in trans agonistica, comanda la difesa e si spinge in avanti cercando la doppietta. Riccioli d'oro.

Marquinhos 6,5 – Nella prima parte di gara controlla abbastanza agevolmente gli attacchi degli avanti del Barcellona, eccezion fatta per il grande gol di Messi. Bada al soldo con grande efficacia. Prodigioso nel finale dove salva un assai probabile gol degli avversari. Solido.

Van Der Wiel 6,5 – Conduce una gara attenta e senza sbavature. Limita le avanzate di Jordi Alba e di Neymar. Cresce nella ripresa e trova anche un grande assist per la rete del 3-1 di Matuidi.

Thiago Motta 7 – Questa sera capitano, visto l'assenza di Ibrahimovic e T. Silva, conduce i suoi come un vero direttore d'orchestra. Sciabola e fioretto per il centrocampista brasiliano naturalizzato italiano. Metronomo.

Matuidi 7 – Prototipo del centrocampista moderno: in fase di contenimento è eccezionale, ma non disdegna alcuni importanti inserimenti ficcanti nella difesa ospite. Proprio da uno di questi trova il gol del 3-1. Giocatore totale, che compie entrambi le fasi in modo esemplare. Polivalente.

Verratti 6,5 – Segna un gol di testa (il primo con la maglia del Psg), evento incredibile per lui. Compie come al solito il suo ruolo in modo eccellente, correndo come un forsennato, distribuendo gioco e non tirando mai indietro la gamba. Alcune volte un po' troppo irruento. Infaticabile. Dal 71' Cabaye 6 – Ordinato in mezzo al campo, è prezioso per il finale di gara.

Pastore 6 – Appare spento e poco coinvolto nella furia agonistica dei suoi nel primo tempo. Nel secondo cresce lentamente, trova la posizione migliore e con alcune accelerazioni fa vedere sprazzi del vero Flaco. Double face. Dall'86' Chantome s.v.

Cavani 6 – In assenza di Ibrahimovic è il terminale offensivo dei parigini, ma è esemplare anche quando ripiega fino dentro l'area della sua squadra per dare una mano difensivamente ai suoi compagni. In attacco non ha molte occasioni nelle quali pungere. Generoso.

Lucas Moura 5,5 – Tenta con improvvise accelerazioni di impensierire la traballante difesa ospite. Non trova, però, la gioca giusta per impensierire più di tanto la porta difesa da Ter Stegen. Dal 91' Bahebeck s.v.

All. Blanc 6,5 – Nonostante un momento non brillantissimo, i suoi ragazzi partono alla grande, senza paura, contro i campionissimi del Barcellona. Senza paura e con buone trame offensive; molto attenti in fase difensiva.


 

BARCELLONA


 

Ter Stegen 5,5 – Non può nulla sulla rete di David Luiz. Poteva fare nettamente meglio sull'uscita bucata per il 2-1 del Psg. Nel secondo tempo è esente da colpe sulla marcatura di Matuidi, per il resto della gara non è molto impegnato.

Jordi Alba 5 – E' sottotono per tutta la serata il terzino sinistro del Barca. Spinge poco e spesso è preso in mezzo dagli attacchi di Lucas e Van Der Wiel.

Mathieu 5,5 – Molti si saranno chiesti, dopo aver visto le formazioni, il perché gioca il francese e non una colonna come Piquè. I lori dubbi non sono fugati: il centrale del Barca è in difficoltà fin dai primi minuti ed è complice sulla rete di David Luiz. Distratto.

Mascherano 6 – E' il leader della difesa, a maggior ragione vista l'inspiegabile panchina di Piquè. Tenta di coprire le falle lasciate dai suoi compagni, giganteggia sulle palle alte nonostante l'altezza. Non disdegna qualche buona folta offensiva.

Dani Alves 5 – Inizio in confusione: perde un paio di facili palloni, viene ammonito commettendo il fallo da cui nasce l'1-0 del Psg. Spinge come uno stantuffo sulla fascia destra, come sempre, ma spesso si dimentica di fare anche la fase difensiva (come in occasione della rete di Matuidi). Dall'83' Sandro Ramirez s.v.

Iniesta 5,5 – Don Andrès dà del tu al pallone come pochi, oggi però sembra un po' opaco e la squadra ne risente in velocità e costruzione del gioco. Tocca pochi palloni, soprattutto nella prima frazione. Spento.

Busquets 5,5 – E' sicuramente il meno dotato tecnicamente del centrocampo dei blaugrana, ma eccelle in sostanza e dal punto di vista fisico si fa sempre sentire. Ottimo recupera palloni e filtro in mezzo al campo.

Rakitic 5 – Piedi ottimi, grande visione di gioco, ma anche buona corsa in mezzo al campo. Colpevole di aver lasciato completamente solo Verratti sul colpo di testa del 2-1, da un giocatore come lui un errore imperdonabile. Ingenuo. Dal 69' Xavi 5,5 – Non offre quella velocità e verticalizzazione di giocoa che vorrebbe Luis Enrique.

Neymar 6 – Il brasiliano nel primo tempo gioca pochissimi palloni, servito raramente dai compagni, ma anche poco presente all'interno della gara. Nel secondo tempo è molto più reattivo e trova un gran gol con un colpo da biliardo.

Messi 6,5 – Gol favoloso, frutto di una straordinaria azione tutta tecnica e proprietà di palleggio della squadra spagnola. Ogni volta che ha il pallone tra i piedi si inventa qualcosa e tiene in ansia la difesa francese. Fenomeno.

Pedro 5 – Come il compagno di attacco Neymar è assolutamente fuori dal gioco, avendo poche chance di attaccare e nessuna occasione da rete. Prova con qualche giocata sporadica, ma nulla più. Giustamente sostituito nella ripresa. Spettatore. Dal 67' El Haddadi 6,5 – Il ragazzino della cantera dà la scossa ai compagni e sfiora la rete del pareggio con un gran sinistro dalla distanza colpendo il palo.

All. Luis Enrique 5 – La squadra catalana ha nel possesso palla la sua arma migliore, ma non sempre è incisiva negli ultimi metri. Il gol dell'1-1 di Messi è la sintesi dello straordinario gioco del Barca. Nel primo tempo i suoi ragazzi sembrano distratti difensivamente e poco concreti negli ultimi metri offensivi. Nella ripresa i suoi cercano con insistenza il pareggio e non lesinano l'impegno.

 

Arbitro: Rizzoli 7 – Conduce il match in modo esemplare; lascia correre quando non c'è bisogno di fischiare, interviene al momento giusto. Nella prima frazione distribuisce correttamente i cartellini gialli. Nella seconda parte di match gestisce ottimamente la partita non sbagliando nulla.


 

TABELLINO


 

PARIS SAINT GERMAIN-BARCELLONA 3-2


 

PARIS SAINT-GERMAIN (4-3-1-2): Sirigu; Maxwell, David Luiz, Marquinhos, Van Der Wiel; Thiago Motta, Matuidi, Verratti (dal 71' Cabaye); Pastore (dall'86' Chantome); Cavani, Lucas Moura (dal 91' Bahebeck). Allenatore: Blanc.

BARCELLONA (4-3-3): Ter Stegen; Jordi Alba, Mathieu, Mascherano, Dani Alves (dall'83' Sandro Ramirez); Iniesta, Busquets, Rakitic (dal 69' Xavi); Neymar, Messi, Pedro (dal 67' El Haddadi). Allenatore: Luis Enrique.

Arbitro: Rizzoli (ITA).

Marcatori: 10' David Luiz (P), 11' Messi (B), 26' Verratti (P), 54' Matuidi (P), 56' Neymar (B).

Ammoniti: 9' Dani Alves (B), 28' Verratti (P), 44' Matuidi (P), 66' Van Der Wiel.

Espulsi: -




Commenta con Facebook