• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI PALERMO-LAZIO

PAGELLE E TABELLINO DI PALERMO-LAZIO

Tre reti di Djordjevic e Parolo stendono i ragazzi di Iachini


Filip Djordjevic (Getty Images)
Giorgio Elia

29/09/2014 23:01

PAGELLE E TABELLINO DI PALERMO-LAZIO / PALERMO - Allo stadio "Renzo Barbera" la Lazio supera per 4-0 il Palermo nel posticipo serale della quanta giornata di serie A. Un super Djordjevic con una tripletta e Parolo trascinano la formazione di Pioli, che centra così la seconda vittoria stagionale dopo due sconfitte di fila. Passo indietro per gli uomini di Iachini, che incappano nella seconda sconfitta stagionale dopo la positiva prova di Napoli

 

PALERMO 

 

Sorrentino 5 - Pronti via respinge un tentativo di Braafheid andando poi a vuoto sul traversone di Candreva in occasione della rete di Djordjevic. Si riscatta sempre sul serbo nella ripresa e in rapida sequenza su Mauri, tenendo vive le speranze della sua squadra. Non puà nulla sul raddoppio di Djordjevic, apparendo in ritardo sulla terza rete del serbo. 

 

Andelkovic 5,5 - Oltre ottanta minuti positivi per lo sloveno, che commette però un errore di valutazione grossolano nella terza rete di Djordjevic.  

 

Terzi 5,5 - Annulla nel primo tempo Djordjevic, risultando sfortunato in occasione del disimpegno impreciso che propizia la rete del serbo nel finale di primo tempo. Nella ripresa abbocca alla finta del serbo, che si libera così trafiggendo Sorrentino. 

 

Feddal 6 - Un ritorno in campo senza particolari sbavature dopo la prova poco convincente offerta contro l'Inter, ma la sua presenza è ancora lontana dal regalare sicurezza alla retroguardia della squadra. Si divora nella ripresa l'occasione del pari a pochi passi dalla linea di porta. 

 

Morganella 5 - Un passo indietro rispetto alla prova di Napoli. Impreciso quando gli viene recapitata la sfera di gioco, non brilla quando prova a proporsi sulla fascia destra. 

 

Rigoni 6 - Più efficace di Barreto in fase di costruzione della manovra di gioco, offre il suo contributo prezioso anche nel recupero della sfera di gioco. Protagonista del forcing rosanero nella ripresa, con un colpo di testa parato da Marchetti. 

 

Barreto 5,5 - Bene quando gli si chiede di "ringhiare" sulle caviglie del diretto avversario, un po' meno quando deve gestire la sfera di gioco con diversi errori di precisione. Dal 82's.t. Quaison s.v.

 

Lazaar 5 - Diligente in fase difensiva sia su Candreva che sulle comunque rare sfuriate di Cavanda, non riesce a esser pungente come di consueto in fase do spinta sulla fascia mancina. Dal 56's.t. Emerson 5,5 - Parte bene con un paio di iniziative a sinistra, perdendosi poi insieme al resto della squadra. 

 

Vazquez 6,5 - Il "Mudo" gioca una partita tutta sua contro la difesa avversaria, facendo ammattire ogni avversario provi a fronteggiarlo con il suo mix di tecnica e potenza fisica. Sfiora una rete da far cadere giù lo stadio nel primo tempo dopo una progressione prepotente, offrendo cambi di marcia e fantasia al gioco offensivo della squadra. 

 

Belotti 5 - Soffre soprattutto la dura guardia di De Vrij, riuscendo solo a tratti a far valere le sue abilità spalle alla porta ma anche in progressione. Si impegna tanto ma non riesce a esser pungente dalle parti di Marchetti. 

 

Dybala 6,5 - I suoi duetti con Vazquez infiammano il Barbera e il piccolo argentino continua a dimostrare di poter tranquillamente giocare in questa categoria. Prezioso nello sviluppo del gioco offensivo della squadra con le sue giocate e apature di prima intenzione, si vede negare da Marchetti la gioia della rete. Dal 75's.t. Makienok s.v.

 

Allenatore Iachini 6 - La sua squadra conosce la dura legge della serie A. Spreca nel primo tempo venendo colpita alla prima occasione dalla Lazio, subendo nella ripresa la seconda rete che ne spegne le speranze. 

 

LAZIO

 

Marchetti 6,5 - Preziosi interventi soprattutto in uscita per lui, chiude in due occasioni la porta a Dybala. 

 

Cavanda 6 - Solo a tratti riesce a sfondare sulla fascia destra, soffrendo la tecnica di Vazquez quando l'argentino si sposta nella sua zona. 

 

De Vrij 7 - Il migliore della retroguardia biancoceleste riesce a tenere bene su Belotti, soffrendo solo la fantasia del funambolo Vazquez. 

 

Cana 5,5 - La sua prova a ricca di incertezze e imprecisioni, spesso in difficoltà nel confronto con Dybala. L'argentino lo sorprende alle spalle facendo valere la sua maggiore velocità, costringendolo spesso alle maniere forti. 

 

Braaffheid 5 - Pronti via mette paura al pubblico di casa con una conclusione di sinistro, peccando a volte di lucidità nella lettura di alcune situazioni difensive offrendo alla formazione avversaria calci piazzati pericolosi. Dal 76's.t. Ciani s.v.

 

Parolo 7 - Nella serata del Barbera è il tutto fare della squadra di Pioli. Assume spesso una posizione da play davanti ala difesa, lavorando anche a protezione della sua retroguardia e spingendosi in avanti quando possibile. Chiude la sua serata con la rete del poker biancoceleste. 

 

Onazi 6 - Corsa e efficacia nei contrasti al servizio della squadra, con la sua rapidità utile anche nell'organizzazione delle ripartenze biancocelesti. Qualche limite di precisione della gestione del pallone. 

 

Lulic 5,5 - Si vede poco nella notte del Barbera, ben arginato da Barreto. 

 

Candreva 6 - Viene spesso ingabbiato dagli avversari nel primo tempo trovando maggiori spazi in avvio ripresa, riuscendo a trovare lo spunto prezioso per mandare in rete di Djordjevic nel finale del primo tempo. Dal 57's.t. Anderson 6,5 - Buono il suo impatto con il match, con accelerazioni che spaccano in due la retroguardia rosanero. 

 

Djordjevic 7,5 - Perde costantemente il duello con Terzi nel primo tempo, risultando però l'uomo giusto al momento giusto nell'azione del vantaggio biancoceleste nel finale della prima frazione di gioco. Nella ripresa si divora il comodo raddoppio su assist di Anderson, infliggendo la condanna ai suoi avversari qualche minuto dopo mettendo a sedere terzi e trafiggendo Sorrentino, trovando anche la tripletta nel finale. 

 

Mauri 6 - Trova pochi palloni giocabili il capitano che allora si abbassa spesso a centrocampo per fornire un opzione in più alla squadra in fase di palleggio. Esperienza preziosa al servizio del biancocelesti. Pecca di precisione sotto porta non infliggendo il colpo del k.o. ai rosanero. Dal 82's.t. Ledesma s.v.

 

Allenatore Pioli 7 - Trova il riscatto nello stadio che non lo aveva mai visto protagonista in campionato, per l'esonero subito dopo l'eliminazione in Europa League ad opera degli svizzeri del Thun. La sua squadra riesce a controllare con attenzione e anche fortuna gli attacchi avversaria, mostrando grande cinismo nel punirli in contropiede. 

 

Arbitro Di Bello 5,5 - Arbitraggio all'inglese e a tratti forse in maniera eccessiva, con il direttore di gara che sorvola in qualche occasione di troppo da una parte e dall'altra. Più di un dubbio nella ripresa su un tocco di mano di Braafheid in area di rigore della Lazio su suggerimento di Terzi, mentre appare corretta la decisione di non sanzionare un intervento di Onazi su Dybala, sempre nell'area di rigore della formazione di Pioli. 

 

TABELLINO

 

PALERMO-LAZIO  0-4

 

PALERMO(3-4-1-2): Sorrentino, Andelkovic, Terzi, Feddal, Morganella, Rigoni, Barreto(Quaison 82's.t.), Lazaar(Emerson 56's.t.), Vazquez, Dybala(Makienok 75's.t.), Belotti. A disp.: Ujkani, Vitiello, Pisano, Joao Silva, Bolzoni, Ngoyi, Chochev, Bamba, Daprelà. All. Iachini.

 

LAZIO(4-3-3): Mrchetti, Cavanda, De Vrij, Cana, Braafheid(Ciani 76's.t.), Parolo, Onazi, Lulic, Candreva(Anderson 57's.t.), Djordjevic, Mauri(Ledesma 82's.t.). A disp.: Berischa, Strakosha, Ederson, Klose, Konko, Keita, Pereirinha, Novaretti, All. Pioli.

 

Arbitro: Di Bello

 

Marcatori: Djordjevic(L) 45'p.t., 75's.t., 84's.t., Parolo(L) 94's.t.

 

Ammoniti: Parolo(L), Morganella(P), Mauri(L), Cana(L), Marchetti(L), Vazquez(P)




Commenta con Facebook