• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Primo Piano > IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Ekdal da sogno, Nagatomo da incubo

IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Ekdal da sogno, Nagatomo da incubo

Top e Flop della 5a giornata di Serie A secondo i voti dei nostri inviati


Albin Ekdal (Getty Images)
Emiliano Forte

29/09/2014 07:35

PAGELLONE, EKDAL NAGATOMO / MILANO - Il 4-1 rifilato dal Cagliari di Zeman ad una frastornata Inter è il risultato più eclatante della 5a giornata di Serie A. Una gara rocambolesca, che la formazione sarda ha dominato sfruttando al meglio la superiorità numerica maturata dopo neanche mezz'ora di gioco. Eroe di giornata lo svedese Albin Ekdal, semplicemente perfetto in zona gol grazie ad un'incredibile tripletta. Sopra le righe anche le prestazioni del colombiano Ibarbo e del giovane Crisetig. Tra le fila nerazzurre da dimenticare le prestazioni di Nagatomo e dell'ex 'Red Devil' Vidic. Continuano la loro corsa al vertice Juventus e Roma trascinate rispettivamente dai gol di Tevez, doppietta, e Florenzi. Altro pareggio per il Milan di Pippo Inzaghi costretto a rincorrere il Cesena dopo l'errore iniziale di Abbiati, che agevola il vantaggio dei romagnoli.

 

 

TOP

 

5.Florenzi (Roma) - Entra in campo al posto del neo 38enne capitan Totti e rompe l'equilibrio del match con una rasoiata di prima intenzione dalla distanza. Un vero e proprio gioiello che va ad incastonarsi nell'angolino basso alla sinistra del portiere veronese. Prezioso. VOTO 7

 

4.Crisetig (Cagliari) - Il giovane centrocampista di scuola interista sfodera proprio a 'San Siro' una prestazione maiuscola soprattutto in fase di costruzione, quando smista numerosi palloni con buona personalità e grande precisione. Non fa rimpiangere Conti e recita un ruolo da protagonista in una domenica che i tifosi del Cagliari ricorderanno a lungo. Sfrontato. VOTO 7,5

 

3.Ibarbo (Cagliari) - Pericolo costante per la difesa avversaria, quando parte palla al piede è semplicemente incontenibile. La sua prova diventa addirittura sublime grazie all'azione personale con la quale serve ad Ekdal la palla del 3-1. Devastante. VOTO 7,5

 

2.Tevez (Juventus) - In un match spigoloso, affrontato con grinta e coraggio dall'Atalanta, un combattente nato come l'Apache non può non esaltarsi. Il suo lottare senza risparmiarsi su ogni pallone trascina i suoi fino al vantaggio che lo stesso Carlitos firma dopo 35 minuti di gioco. Nella ripresa è sempre lui a spegnere ogni speranza di rimonta dei bergamaschi con un destro preciso dal limite. Condottiero. VOTO 7,5

 

1.Ekdal (Cagliari) - Nella domenica perfetta per il Cagliari di Zeman c'è un insospettabile goleador: si tratta dello svedese, capace di mettere la firma su 3 dei 4 gol segnati dai rossoblu a 'San Siro'. Negli spazi lasciati incustoditi dai giocatori nerazzurri il centrocampista rossoblu si lancia con grande opportunismo e scelta di tempo, trovandosi sempre nel posto giusto quando si è trattato di colpire a rete nel cuore dell'area avversaria. Giornata fantastica per l'ex Juve capace di una prova vicina alla perfezione. Spietato. VOTO 8,5

 

 

FLOP

 

5.Badelj (Fiorentina) - Non ha convinto il centrocampista croato che, per gran parte della gara contro il Torino, è sembrato un corpo estraneo nell'11 di Montella. Una gara, la sua, fatta di tanti, troppi, passaggi in orizzontale e scarsa incisività sia in fase di costruzione che di contenimento. Anonimo. VOTO 4,5

 

4.Denis (Atalanta) - Nella ripresa ha l'opportunità dal dischetto di sbloccarsi in zona gol e di regalare il pari all'Atalanta nella fase clou del match contro la Juventus. Invece 'El Tanque' fallisce il colpaccio andando a sbattere contro le manone di Gigi Buffon: un errore che di fatto chiude i conti visto che i bianconeri da li ad un minuto passano dal possibile 1-1 al 2-0 griffato Tevez. La squadra di Colantuono continua ad essere orfana del suo bomber. Smarrito. VOTO 4,5

 

3.Vidic (Inter)  - Fin dal primo minuto soffre oltremodo la rapidità degli attaccanti di Zeman, che per 45 minuti tengono sotto assedio la difesa nerazzurra. Nonostante esperienza e personalità non gli manchino assiste impotente allo show del Cagliari senza riuscire a proporsi come riferimento nel gioco difensivo nerazzurro. Emblematico il disperato tentativo in scivolata su Sau che nel primo tempo permette ai rossoblu di calciare anche dal dischetto. Stordito. VOTO 4,5

 

2.Abbiati (Milan) - Protagonista di un'imbarazzante respinta che dopo 10 minuti di gioco permette a Succi di siglare l'1-0 del tutto indisturbato. Un infortunio che peserà sulla gara del Milan come un macigno. Sfasato. VOTO 4,5

 

1.Nagatomo (Inter) - Nel giro di 27 minuti fa in tempo a regalare con uno svarione la palla dell'1-0 a Sau  e a commettere due falli da ammonizione in successione che gli fanno guadagnare gli spogliatoi con largo anticipo. E pensare che il pomeriggio da incubo per il giapponese e l'Inter a quel punto era solo agli inizi. Disastroso. VOTO 4

 

Entra a far parte della nostra cerchia, clicca G+




Commenta con Facebook