• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Primo Piano > LA MOVIOLA DI CM.IT:Dubbi sul contatto Chiellini-Molina.Da rivedere gol di Gabbiadini

LA MOVIOLA DI CM.IT:Dubbi sul contatto Chiellini-Molina.Da rivedere gol di Gabbiadini

Orsato si fida dell'assistente e punisce il difensore bianconero. Dubbi di fuorigioco sui gol di Cesena e Sampdoria


Daniele Orsato (Getty Images)
Emiliano Forte

29/09/2014 07:21

MOVIOLA, CHIELLINI NAGATOMO / MILANO - Week-end tutto sommato positivo per gli arbitri chiamati a dirigere le gare valide per la 5a giornata di Serie A. Tra i pochi episodi che meritano un'analisi più approfondita troviamo il rigore concesso da Orsato in Atalanta-Juventus per il contatto tutt'altro che evidente tra Molina e Chiellini. Da rivedere anche l'azione che permette al Cesena di portarsi in vantaggio contro il Milan, con Guida che valuta come regolare la posizione di Succi autore del gol. Severa ma condivisibile la decisione di Banti di punire con un doppio giallo l'ingenuità di Nagatomo, colpevole di aver steso Cossu per due volte nel giro di pochi minuti. Discreta la prova di Damato chiamato a dirigere il sentitissimo derby della lanterna tra Genoa e Sampdoria.

 

ROMA-VERONA 2-0, arbitro Russo 6 - Nulla da segnalare se non la prova positiva del fischietto di Nola, che interpreta al meglio le varie fasi della gara.

 

ATALANTA-JUVENTUS 0-3, arbitro Orsato 5,5 - Unico dubbio rispetto alla prestazione di Orsato l'episodio che porta al rigore poi sbagliato da Denis. Il tutto avviene nella ripresa dopo circa un'ora di gioco, quando Molina in area bianconera viene sfidato da Chiellini e cade a terra: Orsato, su segnalazione del suo assistente, concede il rigore all'Atalanta ma dalle immagini al rallenty non si capisce se ci sia stato o meno il contatto tra i due giocatori. I dubbi rimangono.

 

SASSUOLO-NAPOLI 0-1, arbitro Peruzzo 6 - Nei minuti finali del primo tempo i padroni di casa chiedono la massima punizione per un contatto in area partenopea tra Peluso e David Lopez: il direttore di gara giustamente lascia correre visto che il centrocampista del Napoli interviene sul pallone. Rischia grosso Albiol nel finale quando, nel tentativo di disturbare una conclusione di Pavoletti con Rafael in uscita, si aggrappa alla maglietta dell'avversario: per Peruzzo non c'è nulla di irregolare visto che il giocatore neroverde rimane in piedi e va al tiro, ma il gesto del difensore spagnolo è al limite. Nel complesso bene Peruzzo nel tenere a bada gli animi nelle fasi più concitate della partita.

 

CHIEVO-EMPOLI 1-1, arbitro Massa 6,5 - Convincente l'operato dell'arbitro di Imperia, che si affida alla buona intesa con i suoi collaboratori per dirigere senza affanni l'intero match. Il Chievo protesta su un cross di Paloschi che Signorelli intercetta in area: giusto lasciar correre visto che il giocatore dell'Empoli interviene senza commettere fallo di mani.

 

INTER-CAGLIARI 1-4, arbitro Banti 6,5 - Se la cava più che bene nonostante i tanti episodi in cui è stato chiamato in causa. Giusto convalidare la rete dell'1-0 di Sau che, sul lancio dalle retrovie, scatta sì in posizione di offside ma è Nagatomo ad 'offrirgli' l'assist e a rimetterlo in gioco con un maldestro tocco di testa. Corretta anche l'espulsione dello stesso Nagatomo autore di due falli da giallo sul rossoblu Cossu nel giro di pochi minuti. Netto, infine, il penalty concesso al Cagliari per il tackle in ritardo di Vidic che atterra in area Sau.

 

TORINO-FIORENTINA 1-1, arbitro Valeri 5,5 - É il 19esimo minuto quando Babacar calcia a rete dopo aver controllato il pallone con un braccio. Per Valeri c'è volontarietà e decide di ammonire il giocatore viola: decisione probabilmente fin troppo fiscale. Nel finale viene segnalato a Vives lanciato a rete un offside che di fatto non c'era.

 

CESENA-MILAN 1-1, arbitro Guida 5 - Anche con l'ausilio della moviola rimane molto dubbia la posizione di Succi nell'azione che porta momentaneamente in vantaggio il Cesena. Sulla conclusione di Marilungo respinta malamente da Abbiati, Succi potrebbe essere scattato da posizione di leggero offside ma le immagini non chiariscono del tutto l'accaduto. Nulla da dire sul rosso sventolato a Zapata colpevole di aver interrotto in maniera irregolare una chiara occasione da gol con protagonista Defrel. Altrettanto corretta la decisione di annullare la rete di Renzetti visto che Cascione, autore dell'assist, si libera della marcatura di De Sciglio con un fallo.

 

GENOA-SAMPDORIA 0-1, arbitro Damato 6 - Direzione dai due volti per Damato, che nel primo tempo è particolarmente permissivo, un solo ammonito, nonostante il gioco duro e il grande nervosismo in campo. Nella ripresa, invece, il fischietto pugliese cambia registro e diventa poco tollerante rispetto ai contatti più duri con diversi giocatori che finiscono nella lista dei 'cattivi'. Tre giocatori blucerchiati sono in fuorigioco sulla punizione-gol di Gabbiadini, ma l'assistente giudica la posizione passiva e non sanzionabile.

 

Entra a far parte della nostra cerchia, clicca G+




Commenta con Facebook