• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI SASSUOLO-NAPOLI

PAGELLE E TABELLINO DI SASSUOLO-NAPOLI

Azzurri non trascendentali ma efficaci, padroni di casa sterili in avanti: i voti della partita


Higua_Calleti.jpg
Antonio Papa (twitter @antoniopapapapa)

28/09/2014 14:29

PAGELLE E TABELLINO DI SASSUOLO-NAPOLI / SASSUOLO - E' sempre l'asse Higuaìn-Callejòn a togliere le castagne dal fuoco a Rafa Benìtez. Prestazione non esaltante del Napoli, ma in una situazione del genere ciò che contava era esclusivamente il risultato. Nel Sassuolo attacco con poche idee, centrocampisti combattivi ma troppo nervosi.


SASSUOLO
 
Consigli 6 - Si fa trovare pronto quando il Napoli decide di tirare in porta, anche se a dirla tutta le occasioni non è che siano tantissime. Inerme sul gol di Callejòn.
 
Gazzola 6 - Spende tantissimo all'inseguimento di Insigne, che svaria molto sulla sinistra. Prestazione diligente e nulla più. (Dal 75' Vrsaljko sv)
 
Cannavaro 6 - Conosce molto bene ognuno degli avversari che si trova di fronte, e si vede. Stringe la marcatura sul Pipita, regala poche sbavature ai suoi ex compagni. Una di queste però libera al cross vincente Higuaìn.
 
Acerbi 6 - Oltre ogni risultato, che bello rivedere in campo questo ragazzo di talento, che con quello che ha passato ha acquisito anche notevole personalità. Si batte come un leone, difficilmente Higuaìn riesce a ritrovarsi davanti al portiere. 
 
Peluso 5,5 - Fra Zuniga e Callejòn è un caos. Lo spagnolo gli schizza spesso alle spalle e mette in difficoltà l'intera difesa, soprattutto il lato battuto dall'ex juventino. Giornata dura. 
 
Brighi 5,5 - Soffre il dinamismo di Gargano, prova ad inseguire anche Insigne, prende un giallo che gli costa anche la sostituzione, quando il Sassuolo doveva provare a ribaltare il risultato e serviva un centrocampista dlle caratteristiche più offensive. (Dal 56' Missiroli 6 - Si fa vedere in avanti, sfiora il gol poco dopo il suo ingresso con una conclusione dal limite).
 
Magnanelli 6 - Difensore aggiunto in fase passiva, catalizza la maggior parte dei palloni che partono dalle retrovie, impostando con sicurezza. Leader al di là della fascia da capitano. 
 
Taider 5,5 - In confusione, sembra non capire bene quale sia la sua posizione e il lavoro che deve fare. Preso nel mezzo a centrocampo, si innervosisce e si becca con Gargano, prendendo l'ammonizione e rischiando successivamente anche il rosso. 
 
Floccari 5 - Di Francesco decide di piazzarlo largo sulla destra e lui si ritrova a traslare sulla fascia il duello d'area di rigore con Britos (centrale anche lui). Riuscita non proprio esaltante. (Dal 72' Pavoletti 6 - Il suo ingresso contribuisce a ravvivare il finale di gara. Si procura diverse occasioni ma le spreca tutte).
 
Zaza 5 - Il centravanti moderno e funambolico visto fino alla sosta delle Nazionali sembra già sparito, a favore di questa punta statica e supponente, nuovamente a caccia della propria identità dopo un paio di partite sbagliate. Deve ritrovare continuità, le doti le ha tutte, ma proprio tutte. 
 
Sansone 5,5 - Attaccante di corsa, molto utile in copertura, tende a giocare talmente largo che talvolta sembra più un centrocampista aggiunto che un attaccante. Non riesce a pungere.  
 
All. Di Francesco 5,5 - Il suo Sassuolo è un diesel, lo abbiamo visto lo scorso anno. Poi esce ed esce bene, ma nel frattempo ci sono poche idee, poca verve, con un minimo di attenzione in più alla fase difensiva. Non basta, ma almeno (si spera) Squinzi non farà lo stesso errore dello scorso anno. 

 
NAPOLI
 
Rafael 5,5
- Giornata relativamente tranquilla, continua a regalare brividi ben oltre il consentito quando tenta le uscite. Deve studiare ancora molto, quest'occasione da titolare nel Napoli più che un diploma sarà una laurea.  
 
Zuniga 6,5 - Benìtez gli cambia l'ennesima posizione e lui non fa una piega, anzi, perché questo qui è il suo ruolo naturale ed infatti il colombiano lo interpreta con semplicità, evitando anche quei tanti fronzoli a cui aveva abituato i suoi tifosi. 
 
Albiol 6,5 - Zitti che forse si è svegliato Albiol. Peggiore fra i peggiori in questo inizio campionato, oggi lo spagnolo sembra molto più concentrato e sbroglia diverse situazioni complicate, in marcatura e anche in anticipo. Un baluardo ritrovato? 
 
Koulibaly 6,5 - Zaza prima e Pavoletti poi si infilano meglio dalla sua parte che nella zona di pertinenza di Albiol, comunque tiene botta chiudendo alla grande diverse situazioni complicate. 
 
Britos 6,5 - Concentratissimo e pronto a vendere cara la pelle, sia Floccari che (occasionalmente) Sansone non riescono mai a superarlo. Prestazione sicura. 
 
David Lopez 6 - Non è che spicchi molto in mezzo al campo, ma contro un centrocampo combattivo come quello neroverde la sua sostanza serve come il pane. 
 
Gargano 6 - Corre tanto e come al solito ci mette buona volontà e tanto agonismo, forse troppo vista la rissa con Taider. Finché si limita a smistare senza strafare, comunque, va bene così. (Dal 76' Jorginho sv)
 
Callejòn 6,5 - Chi l'ha visto all'opera lo scorso anno è pronto a giurarvi che negli ultimi tempi sia meno brillante. Eppure è sempre lì, lì nel mezzo, fra il portiere e l'ultimo difensore, pronto a castigare gli avversari. E' il terzo stagionale, tre in quattro partite giocate, capocannoniere per distacco della squadra. Mica male per uno che non è ancora al top. 
 
Hamsik 6 - Va a sprazzi, lavora soprattutto nell'ombra, catalizzando gran parte dei palloni che transitano da centrocampo ed attacco. Illumina la scena quando libera Higuaìn al cross per Callejòn, che fa 1-0. Esce un po' contrariato: in effetti Benìtez cambia sempre lui. (Dal 60' De Guzman 6 - Anche per lui un ingresso più che altro per congelare il risultato. Si piazza a ridosso del fronte offensivo ma non inventa niente di indimenticabile).
 
Insigne 6 - Ormai la cura Benìtez lo ha trasformato di fatto in un tornante a tutti gli effetti, che si fa vedere sempre meno in avanti a vantaggio di una maggiore copertura. Immaginiamo una "cura" stile Arancia Meccanica, con le mollettine agli occhi e i video di Kuyt e Marco Del Vecchio. Il fisico è ben diverso, il risultato è molto simile: in sostanza si fa un mazzo così. 
 
Higuaìn 6,5 - La rabbia c'è e si vede, ma è una rabbia agonistica, incanalata positivamente nella voglia incessante di cercare il gol, che manca come l'aria. Si "consola" con l'ennesimo assist per Callejòn, partner abituale di tante realizzazioni del Napoli degli ultimi anni. L'uscita dal campo lo vede frustrato, segno che - ovviamente - avrebbe preferito un gol a mille passaggi vincenti. Ma per il Napoli va benissimo anche così. (Dal 70 ' Duvan 6 - Entra quando il Napoli tira i remi in barca, contribuisce a tenere un minimo più alta la squadra).
 
All. Benìtez 6 - La squadra sentiva questa partita come se fosse una finale di Champions League. I tre punti arrivano come l'acqua nel deserto, la tensione e la paura crescenti nel finale di gara dimostrano quanto servisse la vittoria. Gara non esaltante sul piano del gioco, ma in questo momento trovate una sola persona a Napoli che preferisse giocar bene e perdere. 
 
 
Arbitro Peruzzo 6 - Vede bene su un calcio di rigore reclamato dai padroni di casa nel pt, arbitra molto all'inglese nella prima frazione poi quando la partita si incattivisce inizia a dispensare cartellini a pioggia. Era necessario per tenere a bada gli animi. 
 
 
TABELLINO
SASSUOLO-NAPOLI 0-1
SASSUOLO (4-3-1-2)
Consigli; Gazzola (75′ Vrsaljko), Acerbi, Cannavaro, Peluso; Brighi (56′ Missiroli), Magnanelli, Taider; Sansone;Zaza, Floccari (72′ Pavoletti). All. Di Francesco
A disposizione: Antei, Ariaudo, Biondini, Chibsah, Gilozzi, Longhi, Polito, Pomini, Terranova
NAPOLI (4-2-3-1) Rafael; Zuniga, Albiol, Koulibaly, Britos; Gargano (77′ Jorginho), David Lopez; Insigne, Hamsik (61′ de Guzman), Callejon; Higuain (70′ Duvan). All. Benitez
A disposizione: Andujar, Colombo, Ghoulam, Henrique, Inler, Maggio, Mertens, Mesto, Michu
Arbitro: Peruzzo di Schio
Ammoniti: Brighi, Taider, Gargano, Zaza, Gazzola, Jorginho
Marcatori: 28' Callejon 




Commenta con Facebook