• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus, Tevez: "Nessun dubbio sul mio futuro qui. Champions? Non deve essere un'ossessione"

Juventus, Tevez: "Nessun dubbio sul mio futuro qui. Champions? Non deve essere un'ossessione"

L'attaccante bianconero lancia anche la sfida al Milan, avversario di questa sera


Carlos Tevez (Getty Images)
Lorenzo Polimanti

20/09/2014 08:32

JUVENTUS TEVEZ FUTURO CHAMPIONS MILAN CONTE ALLEGRI / TORINO - Tutto pronto per il primo, grande match di questa stagione di Serie A. Il nuovo Milan di Pippo Inzaghi ospita la nuova Juventus di Massimiliano Allegri, entrambe a punteggio pieno dopo le prime due giornate. E l''Apache' bianconero, Carlos Tevez, ai microfoni de 'La Gazzetta dello Sport' lancia la sfida e fa un annuncio importante per il calciomercato Juventus: "Sarà una grande partita in uno stadio leggendario. Bello giocarla, e possibilmente vincerla. Il Milan ora è una squadra compatta, tutti remano dalla stessa parte. Sono curioso di vedere come reagiranno sotto pressione, voglio vedere di che pasta sono fatti. Noi siamo lassù da tre anni, toccherà a loro fare la partita. Vincendo la Juventus darebbe un segnale forte".

ARGENTINA - "Bello sentire che sono in corsa per tornare in Nazionale. Continuerò a dare tutto me stesso per meritarla. Problemi con Messi? La stampa si è divertita a metterci contro, ma non abbiamo mai litigato e non ci sono problemi, ve lo posso assicurare. La finale Mondiale? Devo dire la verità, non sono riuscito a guardarla. Non potevo accettare di non poter essere lì ad aiutare il mio paese".

SCUDETTO - "Non sarà una sfida a due Juventus-Roma. Il Milan è molto attrezzato e occhio all'Inter. Ha fatto un mercato importante, mi è piaciuto, e Mazzarri sa preparare benissimo le partite. Per me è una squadra fortissima".

CONTE - "Me lo sentivo a maggio che se ne sarebbe andato. Gliel'ho letto negli occhi al momento dei saluti dopo lo scudetto. E' un allenatore che ha bisogno di sentire forti motivazioni e alla Juve aveva già dato tutto. Allegri ha subito conquistato lo spogliatoio".

CHAMPIONS - "Dobbiamo viverla passo dopo passo. Per i nostri tifosi è un'ossessione, temono il fallimento, e anche contro il Malmoe, quando non riuscivamo a sbloccare, lo sentivamo in campo. Dovremo essere bravi a non farci condizionare. Ma invito i nostri tifosi a non sottovalutare un altro scudetto, sarebbe un'impresa eccezionale".

FUTURO - "Non penso al calciomercato, sono assolutamente convinto di restare in Italia fino alla scadenza del mio contratto. Se questo è il Tevez più forte di sempre? Posso fare meglio". 


 




Commenta con Facebook